username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giovanni Salvatore Paddeu

in archivio dal 03 apr 2008

13 settembre 1978, Nuoro

mi descrivo così:
Amo leggere, scrivere piccoli racconti e poesie ma non so metterle in ordine.

28 aprile 2008

Foglie di sole dopo l'inverno e le foglie secche

Dopo l'autunno, vola planando via
anche il freddo inverno,
col chiodo fisso nella mia mente
di quelle foglie secche dei tuoi
rimpianti, del ghiaccio nero
delle pene tremende che
martellano il tuo cuore di ragazza
triste e lontana dal sole della gioia.
Nei tuoi occhi lottano i fuochi delle
incertezze, dei bocconi amari,
le foglie secche cadono e volano
nelle foreste come il palpitare
delle tue ansie.
Ma perché non ti liberi dalle catene
del disprezzo come quelle foglie
che svolazzano e si librano nel cielo?
Perché lasci cadere le foglie grigie
nella tua anima?
Stringimi alle braccia fanciulla,
tieniti stretta come un rampicante,
alza il tuo sguardo verso il blu del
cielo di quei monti da dove si scorge
il blu del mare e l'azzurro dei tuoi occhi
sfuggenti e innamorati.
Fai della mia anima il tuo dolce giaciglio,
lascia che il fuoco dell'amore penetri
con tutta la forza della mia passione,
ragazza dei dispiaceri e pensieri foschi!
Sento viaggiare i tuoi occhi distanti,
le foglie scappano lontano verso i monti,
senti il frugolio degli animaletti
e il concerto delle rondini in volo
in cerca del loro nido d'amore?
Tieniti stretta forte dolce fanciulla,
scrollati il peso delle foglie dell'autunno,
scaccia la fosca immagine delle terre
brulle e riarse dell'inverno dal tuo
cuore di giovane donna!
Lascia che i miei baci cadano sulle
tue labbra come la brace ardente,
pensa al mare che ti aspetta.
Foglie secche di autunno lontane,
come un fiume in secca, come
la tristezza che con la brace ardente
delle carezze,
scaccerò via da queste terre, sarai
con me nel mare blu come le foglie
del sole in questa sabbia.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento