username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giovanni Salvatore Paddeu

in archivio dal 03 apr 2008

13 settembre 1978, Nuoro

mi descrivo così:
Amo leggere, scrivere piccoli racconti e poesie ma non so metterle in ordine.

28 aprile 2008

Povere donne nella città triste

Linee rosse e luci soffuse
nell'angolo della città triste,
gatti neri e soriani
miagolanti,
donne tristi in attesa,
donne deluse, martoriate,
sole nella notte dei gatti
affamati,di lupi bramosi
di quelle scarne carni di
povere donne
sole come le vite spezzate,
sole con i lupi bramosi,
città triste, luci soffuse,
uomini sbronzi, uomini stolti,
vite spezzate.
Ma questa è la vita?
Vita,vita,dove sei nata?
Sei nata nella città triste
e crudele come i lupi
bramosi di carne?
Tu non sei la vita,
sei il demone della mia
esistenza amara e cruda
come le buccie lasciate
dai gatti miagolanti!
Tu non sei la vita,
sei la morte
con l'avatar della vita.
Vattene vita lontano,
scappa dietro ai lupi mannari,
torna ai meandri delle fogne
da dove sono sbucati!
Lasciami morire in pace,
vita falsa, vita crudele,
morte dolce e amica,
portami via dalla città triste...

Dedicata alle povere donne sfruttate

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento