username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giulio Cesare Zaccheddu

in archivio dal 20 ago 2011

23 maggio 1979, Senis (OR) - Italia

segni particolari:
Seguitemi anche sul mio blog di grafologia: grafologiadinamica.blogspot.it
o nel blog di poesie: poesiedelnonessere.wordpress.com

mi descrivo così:
semplice, allegro, apprezzo il senso dell'umorismo nelle persone. Piuttosto spero che queste brevi letture possano darvi un po' di piacere e magari qualche stimolo intellettuale e spirituale :)

20 agosto 2011 alle ore 18:45

Una severa quercia

Scabri afferrano il cielo i vecchi
rami
di una severa quercia
che si espande contratta

D'intorno pare muoversi
un silenzio
pregno di quiete

Leggere son le carezze
della brezza che solletica
la gramigna

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento