username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giuseppe Comparetto

in archivio dal 10 ott 2009

29 aprile 1988, Alessandria Della Rocca

mi descrivo così:
Riservato, autoironico, pacatamente solare. Sempre pronto a offrire un sostegno; nella vita due cose sono importanti: Meggy (mia musa, e indubbia detentrice del mio cuore), i miei amici (solo quelli veri, purtroppo i più rari).

10 ottobre 2009

Scrigno dei sogni (interrotti)

i tuoi figli son ormai grandi
ma il più piccolo è un dolore
il frutto raro
mai colto
è stato taciuto al cuore

Te lo porti dentro
il suo pianto muto
Che venne represso
Affinché i vostri tuoi
Vi desser uguale saluto

La scelta di non poter scegliere
è stata non giusta
Lui dice la migliore
Ma il sol pensiero lo frustra

Ma tu non lo credi
Perché lui era tutto
e quel frutto era quel che di voi
C'era di migliore e giusto

Ma non c'era scelta
non una migliore
Per ridare la giusta via
Ad un sé singolare amore

E piangerai sangue
Ad ogni pensiero
Perché quella era magia
E lo volevate davvero

Ma ciò che è giusto
A volte non è 
ciò che è migliore
Ma nel tuo cuore
Piccola farfalla
Mai soccomberà quel dolore.

Vuoto nel anima
Il perso è un dolore
Il marcio lo porto dentro
Ma non nello stomaco
Dentro al cuore

La scintilla era scoccata
E ti è stata defraudata
Tu avresti voluto diversamente
Ma la scelta è stata ponderata

Tu coraggiosa
io incapace di reagire
Qui scrivo le parole
Che so di non saperti dire

Affinché un giorno
Il giorno mai abbastanza giusto
Per mettere alla vita un interruttore
Tu possa capire
che ho ucciso il mio cuore

Ma non volevo ancor più
d'esser guida per chissà 
Che in qualche modo
Fosse ferita  la sua felicità

Noi sappiamo cosa significhi
Non voler esser mai nato
E non volevo che lo stesso sbaglio
Portasse il notro amore
A ugual risultato

Voglio che quel fior di campo
Cresca felice,
in un futuro prossimo
Per noi meno truce

Nessun rimpianto
Non ne voglio avere
Perché questa scelta
L'ho fatta col cuore

Non il mio però
Sennò avrei scelto diversamente
Ma con occhio obbiettivo
Fintamente indifferente

Questa è l'unica soluzione logica
La meno dolorosa
Per entrambi e per esso
Che è divenuto per me
Sogno su ogni cosa

Non odiarmi se sarò freddo
Su questo argomento
Ma il mio cuore piange
E quel che abbiam fatto
Col senno di poi
Rimarrà per me un tormento.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento