username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giuseppe Gianpaolo Casarini

in archivio dal 02 lug 2012

25 aprile 1940, Milano - Italia

mi descrivo così:
Vecchio Chimico Industriale Corrosionista Pensionato Interessi per Storia-Arte-Letteratura-Viaggi-Teologia

16 luglio 2012 alle ore 14:51

Il nocchiero ingannatore

Volgeva la nave nostra all’isola dei sogni
dove s’ammantano dicono i poeti
del vero mutansi dalla mente visione
dolce aspettativa  in concretezza vera
così io pur nella fantasia mia credevo
amica cara per questo nostro sogno
con te  regina di un sempiterno amore
non mutevole e giammai mendace.
Or non so  perché o per quale sortilegio
non solo la nave la rotta abbandonato
abbia ma in zattera pur malferma
all’onde si sia di colpo trasformata
perdendosi con il sogno trasportato
in acque ignote di un misterioso mare.
Di chi la colpa naufrago anch’io
perduta la speranza  del tuo amore
tra flutti dell’io tempestosi mi domando
ma il dubbio sorge che dal porto già
partita fosse con un nocchier al timon
falso e ostile all’amor nostro e mio
mago d’inganni di filtri ingannatori.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento