username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giuseppe Gianpaolo Casarini

in archivio dal 02 lug 2012

25 aprile 1940, Milano - Italia

mi descrivo così:
Vecchio Chimico Industriale Corrosionista Pensionato Interessi per Storia-Arte-Letteratura-Viaggi-Teologia

14 ottobre alle ore 8:41

Occhi gialli

Gli occhi gialli del tuberoso elianto
di quei fiori a me per ricordi familiari
tanto vedo nel corso del giorno come
mutar alquanto il lor fissare il cielo
sì che all’animo mio che li osserva
van recar mutevol sentimenti: al mattin
dolcezza che al sol s’apron ridenti lieti,
malinconia al scender della sera come tristi
spauriti a cercar nel buio la paterna luce!
Questo  chissà perché è questo il sentir mio
che il fiore non si chiude nè muta di colore.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento