username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giuseppe Gianpaolo Casarini

in archivio dal 02 lug 2012

25 aprile 1940, Milano - Italia

mi descrivo così:
Vecchio Chimico Industriale Corrosionista Pensionato Interessi per Storia-Arte-Letteratura-Viaggi-Teologia

10 luglio 2013 alle ore 8:26

Qual la salsedine

Qual la salsedine cade ed il lucente metallo si corrode,
qual la nebbia tutto ricopre e la visione tutta oscura
qual la fuliggine nera tutti i colori muta e li scolora
così per lo stillar d’amaro fiele al cuore giunge pena
così  turbato è  l’animo da oscuri e neri sentimenti
così spenta è la gioia di goder della gioia dei colori
dal dì del fuggir lontan da me dall’abbandono tuo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento