username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giuseppe Gianpaolo Casarini

in archivio dal 02 lug 2012

25 aprile 1940, Milano - Italia

mi descrivo così:
Vecchio Chimico Industriale Corrosionista Pensionato Interessi per Storia-Arte-Letteratura-Viaggi-Teologia

03 luglio 2013 alle ore 9:43

Tut il bambino Faraone

Tut il bambino Faraone

Nella valle dei Re dove l’occaso del sol  si nasce
la rotta roccia scolpita colorata non pace né quiete
eterna, qual quel dì lontan la pietas sì volle,  dona
alla piccola mummia un dì corpo del Faraon bambino
che trasparente teca tiene ed alla vista ai violator
del suo infinito sonno oggi me compreso s’offre.
E mentre scorre con lento passo la lenta teoria
del guardian la man lesta al venal tributo s’offre
suo quel furtivo raggio di torcia su occhiaie vuote
dal buio  a risvegliar e a occhi impietosi offrir
e  a Tut  un dì potente oggi povere ossa rendere
continua e ripetuta offesa. Giusto mi chiedo
turbar dei morti il sonno nel nome della storia?
Mi sovvien l’urna dei forti in Santa Croce..lì più rispetto!

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento