username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Ian McEwan

in archivio dal 09 mar 2011

Aldershot - Inghilterra

segni particolari:
Sono soprannominato "Ian Macabre" per i toni cupi di molte delle mie narrazioni.

mi descrivo così:
Sono uno scrittore inglese di romanzi che alcuni hanno definito dei veri e propri capolavori.

14 marzo 2011 alle ore 15:52

Chesil Beach

di Ian McEwan

editore: Einaudi

pagine: 136

prezzo: 9,35 €

Acquista `Chesil Beach`!Acquista!

Una storia proprio come mi era stata preannunciata: triste.
Non di quel triste da commuoversi e piangere che però ti lascia una sensazione calda nel cuore. Quel triste che il cuore te lo lacera. Quel triste non necessario, ma tanto vero che puoi sentire la disperazione dei personaggi come se fosse la tua.
La notte della luna di miele, gli sposi che attendono con ansia quel momento da chi tante volte sognato e da chi ancora temuto.
Silenzi, approcci, pensieri completamente all'opposto che però restano non detti... e poi un piccolo incidente che rovina tutto.
L'orgoglio e forse anche quella, che gli psicologi moderni chiamerebbero "mancanza di comunicazione", innescano un discorso pieno di rancore, insulti e rabbia, ma anche disperazione, tristezza e sentimento di inutilità.
Quella notte si spezza un nodo, si spezza un amore, ma non dovrebbe necessariamente essere così, potrebbe andare diversamente... e alla fine, dopo anni, dopo vite che potrebbero essere state vissute diversamente, il rimorso, o meglio, rimpianto mette in luce quello che la rabbia e l'umiliazione avevano così ben nascosto. L'amore non era mai finito, ma ora è troppo tardi... rimangono solo i se...
Un libricino (136 pagine) che nella sua “semplicità”, ma attraverso un linguaggio azzeccato non è per niente scontato e in ogni pagina si sente la disperazione del nemico numero uno dell'amore: Le cose non dette!

recensione di Katia Guido

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento