username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Irene Pizzimenti

in archivio dal 28 nov 2005

??/??/19??, Palermo

mi descrivo così:
Silenziosa, testarda, amante dei piccoli ma costanti passi, osservatrice sorridente con forte empatia per il mondo tutto.

03 gennaio 2006

Serenità

Avvolta nel soffio leggero di una musica
sento impalpabile galleggiare attorno
l’essenza lieve di una vita che scopre
poco per volta il gusto pieno della serenità.

Sensazione difficile da incontrare
nei marosi spesso alti della vita,
non s’avverte subito.

Osservi prima un rallentare di ritmi nelle ore
un assaporare diverso ogni cosa.
Rivedi lento il filmato della tua vita
senza fragore d’anima,
accetti quello che non capivi prima,
quel bene e male
facce entrambe dell’esistenza.

Sorridi piano pensando ai tanti tuoi vissuti
tra pianti e incomprensioni
ai momenti scritti solo nell’abbandono,
chiusura d’egoismo che non dava le stesse carte
a chi sull’altro lato duro ti fronteggiava.

Scompare quasi la stessa fretta
e ti muovi nei tuoi giorni con la rilassatezza
che dona all’ora un bagno caldo alla vaniglia.

Resti tra la gente
ma osservi attorno con diverso sguardo.
Ti veste la pazienza
si affaccia calmo ogni sorriso
e scopri altro in ogni cosa che le mani toccano.

Serenità del vivere diversi i sentimenti
scelta silenziosa che poggia fondamenta nuove
nel costruire i giorni .

E ritrovi pace nel sentire forti dentro le tue radici
albero della vita che riflette il dare e prendere.
Umiltà che riconosce grande il dono dell’accettare
quando mani silenziose porgono un ascolto muto
empatia d’un ritrovarsi insieme e cari.

Serenità.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento