username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Irene Pizzimenti

in archivio dal 28 nov 2005

??/??/19??, Palermo

mi descrivo così:
Silenziosa, testarda, amante dei piccoli ma costanti passi, osservatrice sorridente con forte empatia per il mondo tutto.

03 gennaio 2006

Tra una finestra e il tempo

Sono poche le parole
quelle che contano
per una vita intera

 

Capita un giorno quasi per caso…

 

Diventi inquieta
ti giri per le stanze
ti ripassi il volto nello specchio
senti svanire il vuoto
senti calore l’ora
senti capito il tuo essere non semplice

 

Ed apri la finestra
nella notte che ti viene addosso
ed offri all’aria fresca i tuoi pensieri
biglietti appesi all’anima
pagine fissate con lo sguardo dritto al cuore

 

Diventano persi gli occhi
che sconfinano negli occhi
carezze al tuo colletto
le mani che salgono leggere
Sospiri a stento
cercano le sillabe per formare le parole
immobilità di un attimo
che lascia fuori porta il Tempo

 

Sono abbracci per una vita intera
quelli che vestono nella penombra l’abbandono
racconto di vissuti che combaciano perfetti
intensità profonda del vivere l’amore
Ombreggiature a specchio tra una finestra e il Tempo

 

E poi…

 

E poi continui nel tuo andare
solida tra le tue stesse cose
farfalla che nel suo volare d’attimo
ha colto l’essenza stessa al vivere

 

Ricordo che nel ricordare
nulla toglierà mai al suo vissuto
Consapevolezza di aver fermato
un attimo
al tuo comando
il Tempo

 

E vivi
goccia di una pioggia
che non si perderà mai

 

per amore
per amore…

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento