username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Kiren Okiri

in archivio dal 18 ago 2009

22 aprile 1974, Roma

mi descrivo così:
Un idealista intransigente, puntuale, un osservatore acuto che non disprezza una strizzata d'occhio all'anarchia. Un uomo che studia il punto di rottura.

18 agosto 2009

Tra il rosso e la cenere

Sentirsi legati ad un filo invisibile
I piedi pesanti che non vanno lontano
Respirare a metà e gonfiarsi di meno
L’ansia che cresce che muore e rinasce
L’orribile vista di uno sguardo ormai fisso
Le mani piegate, le parole sbagliate
Gli ultimi istanti, crudeli e distanti
Ricordi che tornano, colori sbiaditi
Silenzi che contano e pensieri che girano
Un ultimo sbuffo tra il rosso e la cenere

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento