username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Luca Gamberini

in archivio dal 29 apr 2008

30 maggio 1967, Bologna - Italia

segni particolari:
Ho una clessidra a inchiostro ne l'epitalamo

mi descrivo così:
Apprendista filologo

14 agosto 2011 alle ore 3:34

KarmaPlayer

Io sono un gioco.

Entro in una profumeria e  profumo,
esco da una drogheria drogato.

Io sono un gioco.

Esibisco un sorriso colpevole,
complice della mia volontà, apparentemente fragile.

Io sono un gioco.

Mi fido del sole,
soprattutto quando forma chiazze di neve.

Io sono un gioco.

Teatro dal sipario chiuso,
con spalti deserti e copioni incerti.

Io sono un gioco.

Troppo adulto per essere felice,
troppo bambino per rendere felice.

C'è sempre, qualcuno che vuole giocare con me.

Io sono un gioco.

Come tutti i giochi prima o poi stanco,
dipingo le notti passate in bianco.

Io sono un gioco.

Rendo confortevole il silenzio,
esplodo dentro, a chi non è.

Io sono un gioco.

Oscillo come un aquilone,
trasparente come una lacrima.

Io sono un gioco.

Dipingo fantasmi liberi di volare,
allevo sogni privi di colore, profumati di speranza.

Io sono un gioco.

Ho scelto il mio ruolo,
guardare il cielo, al tramonto, una volta riposto.

Io sono un gioco.

Trovo sempre qualcuno che vuole giocare con me,
c'è sempre qualcuno che si prende gioco di me.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento