username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Luciano Tarabella

in archivio dal 20 ott 2008

10/01/19?7, Viareggio

segni particolari:
Sognatore di lungo corso, fuori dall'ingranaggio come il chicco di caffè caduto sul tavolo. Pesce fuor d'acqua e dalla boccia di vetro. Il più grande poeta di tutti i tempi. Anche quelli supplementari!

mi descrivo così:
Stupefatto dal tempo e dalla vita. Innamorato della poesia fino ad abusare di lei violentandola in tutte le posizioni meno quella del missionario.

20 ottobre 2008

Acrobazie d'amore

Ti aspettavo alle cinque alla stazione
e il cuore mi batteva senza fine,
tu venivi e andavamo al NOVOCINE
a darci mille baci su in loggione.


Nel buio c'era tutto: la passione,
il sacchettino delle patatine,
la guerra per sfiorar le mutandine,
la tua virtù difesa da un ceffone!


Com'era bello! Ci rivedo ancora
aggrovigliati in due sopra un sedile
come smarriti dentro una malia.


Ci pensi, amore, si facesse ora
con te col mal di vita così vile
ed io l'artrosi che mi porta via?

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento