username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Luciano Tarabella

in archivio dal 20 ott 2008

10/01/19?7, Viareggio

segni particolari:
Sognatore di lungo corso, fuori dall'ingranaggio come il chicco di caffè caduto sul tavolo. Pesce fuor d'acqua e dalla boccia di vetro. Il più grande poeta di tutti i tempi. Anche quelli supplementari!

mi descrivo così:
Stupefatto dal tempo e dalla vita. Innamorato della poesia fino ad abusare di lei violentandola in tutte le posizioni meno quella del missionario.

11 novembre 2008

Il Dittatore

Da oggi Dittatore della Terra
accoglierei pareri ed opinioni,
sollevi ognuno tutte le questioni
a patto non si parli mai di guerra.


Siccome siamo tanti ed è impossibile
trovare il modo che accontenti tutti,
obbligherei gli onesti e i farabutti
a fare, insieme, un mondo più vivibile.


Darei più spazio al Centro Moderato,
ai Mancini, ai Destrorsi, ai Qualunquisti
però cancellerei tutto il Senato
facendo, ed era ora, il repulisti.


Quindi demolirei Montecitorio,
abolirei politici e partiti
perché d'esser fratelli e tutti uniti
sarebbe diventato obbligatorio.


Certo il mio nome, a futura memoria,
fra monumenti, titoli ed encomi,
comparirebbe nei libri di storia 
ma prima su parecchi manicomi.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento