username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Luciano Tarabella

in archivio dal 20 ott 2008

10/01/19?7, Viareggio

segni particolari:
Sognatore di lungo corso, fuori dall'ingranaggio come il chicco di caffè caduto sul tavolo. Pesce fuor d'acqua e dalla boccia di vetro. Il più grande poeta di tutti i tempi. Anche quelli supplementari!

mi descrivo così:
Stupefatto dal tempo e dalla vita. Innamorato della poesia fino ad abusare di lei violentandola in tutte le posizioni meno quella del missionario.

06 novembre 2008

La tegola

Mentre scrivevo due versacci miei
rispondevo al telefono: " Chi parla?
Nanni, di nuovo tu? No, non c'è Carla!
D'accordo, le dirò che chiami lei! "

 

A volte mi son detto: " Non vorrei
mi facessero becco all'apparecchio!
Dopo mi vergognavo. "Nanni è vecchio
e la mano sul fuoco metterei!"

 

Rispondi oggi, chiamalo stasera,
un giorno che il telefono era guasto
il mio amore mi fa: - Sarò sincera

 

giù in macchina c'è Nanni che mi aspetta,
addio! C'è un pollo in frigo. - E son rimasto
con la mano bruciata e la bolletta.


Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento