username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Marco Bo

in archivio dal 23 mag 2013

Periferie del mondo

mi descrivo così:
"Chi può dire di che carne son fatto? Ho girato abbastanza il mondo da sapere che tutte le carni sono buone e si equivalgono ma è per questo che uno si stanca e cerca di mettere radici, di farsi terra e paese perché la sua carne valga e duri qualcosa di più che un comune giro di stagione" C. Pavese

23 maggio 2014 alle ore 7:01

i grandi non cambiano mai

la vita vista dai bambini

i grandi non cambiano mai

i grandi non cambiano mai
si aspettano sempre qualcosa
 uno schiaffo o un sorriso

 purché sia qualcosa

 e non cambiano mai!

e se per caso non si aspettano niente 

o sono troppo tristi 

oppure gli altri grandi li considerano matti o santi, 

che è uguale

ma la maggior parte dei grandi qualcosa si  aspetta da te

 come se tu gli avessi promesso qualcosa

io non li capisco i grandi e quando li guardo sorrido e penso che noi 

noi piccoli siamo più maturi di loro,

 perché a noi i piccoli ci basta star lì,

 tranquilli e in pace a giocare 

e se non ci mettono strane idee in testa e aspettative

 niente ci aspettiamo noi, niente!

 forse noi piccoli siamo i veri grandi 

oppure noi piccoli siamo tutti matti!

ma i grandi,

i grandi non cambiano mai

e piuttosto di rimanere senza niente

 preferiscono uno schiaffo in faccia

perché altrimenti si sentono dimenticati e soli

la vita vista dai bambini

i grandi non cambiano mai

Marco Bo

http://cantidallaperiferiadelmondo.blogspot.it/2013/09/i-grandi-non-cambiano-mai.html

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento