username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Marco Bo

in archivio dal 23 mag 2013

Periferie del mondo

mi descrivo così:
"Chi può dire di che carne son fatto? Ho girato abbastanza il mondo da sapere che tutte le carni sono buone e si equivalgono ma è per questo che uno si stanca e cerca di mettere radici, di farsi terra e paese perché la sua carne valga e duri qualcosa di più che un comune giro di stagione" C. Pavese

02 giugno 2015 alle ore 9:04

in nostra attesa

sulla linea dell'orizzonte una speranza e una pena
lungo il cammino un sospiro nel vento e uno spavento
sulla via del ritorno il mistero che ancora si posa sul nostro destino
ed io cammino
cammino

vorrei
si vorrei 
almeno per un attimo sedermi ad aspettare il silenzio
 che in qualche angolo recondito dell'universo esiste

ma non ci è dato 
il nostro destino e camminare
con nel cuore un ricordo 
un graffio di tempo e di spazio 
una zolla nel campo
una nuvola in cielo
dove la nostra pace riposa
in nostra attesa

Marco Bo 
http://cantidallaperiferiadelmondo.blogspot.it/2015/06/in-attesa-di-noi.html

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento