username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Marco Bo

in archivio dal 23 mag 2013

Periferie del mondo

mi descrivo così:
"Chi può dire di che carne son fatto? Ho girato abbastanza il mondo da sapere che tutte le carni sono buone e si equivalgono ma è per questo che uno si stanca e cerca di mettere radici, di farsi terra e paese perché la sua carne valga e duri qualcosa di più che un comune giro di stagione" C. Pavese

24 luglio 2014 alle ore 9:31

tirando a sorte con il destino

tirando a sorte con il destino
con passione e compassione
estraggo premi rifugi soluzioni 
e consolazioni

e invece
prefissando e stabilendo schemi
paradigmi, dogmi  e sistemi
io svanisco tra le incognite 
e i violenti marosi del "così deve essere"

forse la soluzione all’arcano, l’arrivo, 
l'agognata meta non è altro che
 giocarsi tutto sul cammino
 non chiedere il nome di ogni singolo elemento 
e non aver la presunzione di dare un nome 
a quello che, se esiste, è smisuratamente
infinitamente più grande di noi 

forse la soluzione, l’arrivo 
il segreto non è altro che
non conservare niente
 non lasciar nulla di intentato
 e soprattutto non cedere niente al nulla eterno, all'oblio 
all'abbandono, al silenzio
perché ogni piccola e fragile briciola di esistenza
ha pieno diritto di passeggiare e di ridere 
presso queste dimenticate periferie del mondo
e così sia

Marco Bo
http://cantidallaperiferiadelmondo.blogspot.it/2014/07/tirando-sorte.html

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento