username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Mariaberta Elefante

in archivio dal 29 nov 2005

11 aprile 1968, Cantù

segni particolari:
Amo scrivere e recitare

mi descrivo così:
Anima in ascolto... anima fuggente... mente pensante

29 novembre 2005

Lontananza apparente

Perduta e lontana,

ascolto le tue parole

nel mio silenzio.

Rileggo i pensieri

che appartengono a te,

che appartengono a me

e che saranno nostri per sempre.

Ogni volta che parlavi,

io c’ero e sentivo il tuo

cuore.

Tante volte ti ho stretto a me,

nel silenzio del mio dolore,

e tante volte avrei voluto dirtelo,

ma tu eri troppo distante,

perché potessi credere che fossi

vero.

Ma tu c’eri e lo sapevo, ma

dentro me non lo accettavo.

Paura di te, del tuo amore immenso

E profondo…della tua incredibile

Anima…

Forse tu credi di avermi perduto,

ma

io sono sempre stata qui ad ascoltare

ciò che mi era possibile ascoltare ciò

che di unico e immenso stava

accadendo dentro di te

e dentro di me.

La mia è stata lontananza apparente..

Io sono sempre rimasta lì

accanto a te…

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento