username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Mario Luzi

in archivio dal 12 mar 2007

1914, Firenze

2005, Firenze

segni particolari:
In occasione del mio novantesimo compleanno sono stato nominato senatore a vita della Repubblica italiana.

mi descrivo così:
Sono stato un poeta e scrittore italiano. Occupo un posto particolare nella famiglia dei cosiddetti ermetici e, insieme a Bigongiari e a Parronchi, si può dire che costituisco il culmine dell' "ermetismo fiorentino".

12 marzo 2007

Accordo

- Il corso d'una vita deciso in nostra vece chi sa come e
[quando
ripara nel bene e nel male altre esistenze,
offre cause di gioia e di dolore alle future -
Lei che soffre ma pronunzia il suo credo
ben ferma nel suo aspetto di angelo o deva
m'accoglie nella parte viva della casa,
mi dà questo saluto o questo viatico.

Non per caso ero lì comparso dall'oscurità del bosco al
[suo cospetto 
macinando pensieri senza costrutto
pel sentiero battuto dall'artiglieria da campo.
Né spero né desidero sorprenderle
questa volta il lampo che sprizza
sospetto della mia incredulità e insieme dolcezza.
In silenzio raccolgo sotto il fuoco delle sue pupille
[questo messaggio
ben deciso a credere contenga la sanzione e il crisma.

Che importa la materia della fede quando è così grande,
mi dico mentre scruta se m'arriva
la luce delle sue parole nel punto esatto;
e posso anche pensarle
come un canto di prigionia,
sia pure il canto udito
trillare nella voliera più alto di tutti e fermo.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento