username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Marla Blu

in archivio dal 07 gen 2008

18 giugno 1988, Salerno (SA)

mi descrivo così:
"Poi piovve dentro a l'alta fantasia"

07 gennaio 2008

Geco

Vorrei un giorno portarti con me
a guardare lo sfilacciarsi delle nuvole
e lo strozzarsi del mondo

 

a osservare, inoltre, il rosso tendente al nero
e talvolta al verde
delle palpebre di un geco addormentato
[per sbaglio ]
dalla pancia dello stesso,
trovandoci li per puro caso o fingendo il contrario.

 

Bevendo caffè freddo
Infilati [poi] nel collo di un'onda
che non avrebbe senso
se non si dissolvesse in urlo
all'alba
o nello sgretolarsi di ossa e di buste
a notte fonda.
Quando tutti fingono pazientemente di dormire
e il signor Palomar
- altrettanto pazientemente-
stringe forte la mano a Melville,
non aprendo mai gli occhi
sul contorcersi del resto.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento