username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Massimo Dagrada

in archivio dal 05 dic 2012

26 luglio 1957, Santa Cristina e Bissone (PV)

mi descrivo così:
Tristallegro a minuti alterni, insonne perenne, grafomane notturno, pensatore diurno. Sognatore sempre.

28 aprile 2013 alle ore 0:43

Donna

Il volto tumefatto,
lividi sulle braccia
“lo spigolo di un uscio”
un sorriso, un urlo,
uno schiaffo ben dato.
Pianti di scuse e di dolore.
Non succederà più.
Sai che non è così,
scappa finché puoi.
Non succederà più,
fino alla prossima volta,
fino al prossimo pugno,
fino al prossimo pianto.
Fuggi, vattene, non puoi,
era diverso prima,
speri non succeda più.
Succederà ancora.
Ti lascerai uccidere, amandolo.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento