username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Massimo Elia

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Massimo Elia

  • 07 giugno 2006
    Situazioni

    Giocando con le parole

    non è tutto rose e viole

    Attimi infiniti

    di pura magia

    cerco una sensazione

    ma forse non è la mia,

    un misto fritto d’amore e follia

    che lancia messaggi chiari

    che vedrei se togliessi gli occhiali

    Non riesco più a scappare

    so che la devo incontrare

    Non so dove andrò a parare…la mia fragilità

    che non vuole imparare

    Timida e rossa sì come una mela

    frutto che invitami a lei assaggiare

    Mela può esser

    buona o cattiva

    ma non mi fermare

    io devo sapere.

  • 07 giugno 2006
    Troppo

    Fino ad ieri c’era lei

    a colorare i giorni miei,

    a bagnare ed asciugare i miei momenti

    come un sole con la faccia della luna

    Le mie braccia intorno alla sua vita

    la sua vita tutt’intorno a me

    la sua anima su di me seduta,

    a guardare un cielo che non muore

    anche se pian piano si fa scuro

    Tra i colori di quei magici tramonti

    con la pioggia fresca dei mattini,

    tra un caffè un bacio una sigaretta

    io l’amavo senza avere fretta,

    di toccare e avere nelle mani

    quell’amore che non da ragioni

    Coi capricci e i giochi da bambina

    con la rabbia e il serio di una donna

    come un uomo che ha trovato Dio,

    perché quando la stringeva a sé

    era bello da poter creare

    tanto pianto da sciogliere il cuore

    E voleva tutto il tempo si fermasse

    quel momento non finisse mai,

    l’emozione di tenerla in braccio

    l’emozione di restarle accanto,

    la sua schiena dorme sul mio petto

  • 06 giugno 2006
    Assenza presente

    Le strade son piene

    ma c’è il vuoto di te

    Onde che passano

    ma tu dove sei?

    Forse in un giardino isolato

    forse in una stanza in penombra

    Con chi scambi i tuoi sogni?

    Con chi lasci i tuoi segni?

    Chi ascolterà la tua voce stasera?

    Un po’ è rimasta

    insieme alle immagini

    dentro di me.