username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Matteo Cammisa

in archivio dal 01 ago 2006

31 ottobre 1985, Lucca - Italia

11 gennaio 2010

Il cortile

Il vento e le parole
tra foglie di un giardino
bianco e profumato,
gelso e rosmarino,
parlano intonando
flauti uniti in coro
piano e sottomesso,
suono colmo, celestino
antico evocatore,
davanti a occhi chiusi
i miei, sognanti riposa,
la bocca aperta
su poltrona fresca
di saggina e piuma,
un contadino d’ebbre
speranze e ardore,
nel sospiro ventoso
di un cortile interno,
dove il mondo non esiste,
dove luce e fresco
non sono nomi ma persone
sul mio petto accoccolate.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento