username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Maurizio Cortese

in archivio dal 27 ott 2009

12 marzo 1956, Verona

mi descrivo così:
Sono un uomo colpito dalla bellezza che lo sguardo coglie e la parola veicola, ma sono anche convinto che tale bellezza è un dono offerto e talvolta immeritato.

27 ottobre 2009

Amore ininterrotto

Se colui che finisce urge un oltre,
non riesco a dar ragione
a chi crede che la fine
sia termine a qualcosa.


Fosse questo il vero,
ad ogni notte non seguirebbe alba,
dopo ogni carezza non ci sarebbe bacio,
ad ogni morte non s’aprirebbe futuro.


Le ore di un anno ci hanno scavato
attraverso ricordi divenuti più puri,
in apparenza l’amore sembra sospeso:
è solo il tempo che ci hai donato
per aprire varchi prima impensabili,
farci abbracciare sofferenza e speranza,
attirarci là dove abita la Verità.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento