username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Maurizio Cortese

in archivio dal 27 ott 2009

12 marzo 1956, Verona

mi descrivo così:
Sono un uomo colpito dalla bellezza che lo sguardo coglie e la parola veicola, ma sono anche convinto che tale bellezza è un dono offerto e talvolta immeritato.

06 novembre 2009

Là in fondo

Non so che ho provato
quel giorno quando dal
cuore son zampillate,
com’acqua sorgiva,
le dolci parole “io t’amo”.


Il tempo trascorso
ha reso giustizia
di lor verità
e intero ne è il senso
nell’ansia, timore
e speranza
di essere sempre più tuo.


Fatica mi è ancora
infranger lo scudo
ad una tenace durezza
dell’uomo che spesso
respinge da sé
quel dono recato.


Capisco che chieder
io debbo perché
non perviene lo sforzo
al fine del mio desiderio.


Se lo sguardo distolgo
da te o già sembro
esserti assente,
serena confida
che è solo un istante:
là in fondo al
mio cuore c’è un
luogo per te riservato
che niente e nessuno
potrà mai occupare.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento