username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Maurizio Cortese

in archivio dal 27 ott 2009

12 marzo 1956, Verona

mi descrivo così:
Sono un uomo colpito dalla bellezza che lo sguardo coglie e la parola veicola, ma sono anche convinto che tale bellezza è un dono offerto e talvolta immeritato.

27 gennaio 2010

Le onde del dolore

Impreviste e gelide
giungeranno a frangere
gli scogli del tuo cuore
le onde fatali del dolore.

 

Quel giorno improrogabile
non ti colga impreparato
a fronteggiare una burrasca
che sembra annichilirti.

 

Un pezzo dopo l’altro
verrà eroso dai marosi,
ma il cuore sarà roccioso
ad implorare ancora vita.

 

Poi le onde torneranno
là dove son venute,
si placherà pian piano
lo strazio del soffrire,
dentro una lacrima
dal cielo
che si unirà alle tue.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento