username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 05 gen 2006

Mirco Stefanon

05 febbraio 1951, Teglio Veneto
Segni particolari: Amo i pensieri sintetici perchè da piccolo mi davano solo latte condensato
Mi descrivo così: Sono sicuro che arriverei primo, se solo sapessi in che direzione correre!
Mi trovi anche su:

elementi per pagina
  • 06 gennaio 2006
    Un pesce Marino

    Il mare si chiama Mare

    perché

    è grande

    se fosse piccolo

    si chiamerebbe Marino

    proprio come mio cugino

    che ha sì la faccia da pesce

    ma non abitava in mare

    Era un tipo normale

    che sbagliava solo per mestiere

    Il giorno che s’innamorò

    della donna giusta

    rimase così male

    che andò a gettarsi

     in mare

     Ora vive in acqua

     ma continua a navigare

     in Internet

     
elementi per pagina
  • 13 gennaio 2006
    Raccolta differenziata

    Come comincia:

    Il mio paese è piccolo, ma ringraziando

    il cielo

    non manca di nulla

    E’ un paese che conosce la piena occupazione

    e che soprattutto è pieno di marciapiedi

    Ma Lola non li usa

    ha il suo posto fisso sotto un lampione

    in Via Dei Pascoli

    Sì, avete capito benissimo

    Esercita, fa la vita, tira a campare

    Non vedo che cosa ci sia di tanto scandaloso

    La verità è che i cavoli

    del vicino

    sono sempre i più verdi

    E’ per questo che nessuno si fa i cavoli suoi

     

    Saranno le mie origini contadine, ma io trovo

    del tutto naturale

    che le mondine raccolgano il riso

    e le mondane il grano

     

    Sono passato a salutarla una settimana fa

    prima di partire con mia moglie Francesca

    per una breve vacanza al mare

    Sia chiaro, con Lola ci parlo e basta

    Sì, lo so

    sono un pervertito

     

    La verità è che Lola è una donna eccezionale

    ha sempre qualcosa da insegnarti

    Anche l’ultima volta

    dopo aver parlato del più e del meno

    e del fatto che anche a lei

    l’attuale Consiglio comunale

    non piace

    prima di salutarmi, mi ha ricordato

    “La gente è sicuramente migliore di quello

    che sembra

    Basta non frequentarla!”

     

     

     


    E’ a questa verità che ho pensato, appena arrivato

    in una spiaggia affollatissima di ombrelloni

    radioline e cellulari

    E così mi sono isolato

    Solo davanti a un mare azzurro, a un cielo azzurro

    a un governo azzurro…

    Odio la globalizzazione!

     

    Comunque, sono state giornate bellissime

    Erano anni che non facevo un bagno in mare

    E’ stato bellissimo come una rimpatriata tra vecchi

    amici

    Un polipo gigante, come mi ha visto

    mi ha subito abbracciato!

     

    Io e Francesca ci siamo fatti dei bagni davvero

    rigeneranti!

    Lei nuotava a farfalla, altri a rana

    io da cani

     

    E’ vero, non so nuotare

    Il fatto è che da bambino non sono mai stato

    in una spiaggia

    anche se grazie a mio padre, sapevo tutto

    sul mare

    Mi ha spiegato, per esempio, che le maree

    dipendono dalla luna

    Quando la mamma aveva la luna dritta

    in casa c’era bassa marea

    quando invece l’aveva storta c’era alta marea!

     

    Comunque, come dicono sempre i tifosi

    dell’Inter

    “Ogni bel gioco dura poco”

     

    Infatti, l’altro ieri siamo rientrati a casa

    Dal calore dei raggi del sole al calore della…

    famiglia

    Sia chiaro: non ho niente contro la famiglia

    E’ la teoria dell’ereditarietà che mi turba

     

     

     

    Mi ha sempre preoccupato

    pensare che le caratteristiche genetiche di un padre

    possano passare a un figlio

    compresi i tic le manie le tare le perversioni

    e altri simili optional

    Per questo non adotterei mai un bambino di cui

    non conosca con certezza la paternità

    Un bambino è geneticamente programmato

    Rischierei di dare per vent’anni amore e attenzioni

    a un ragazzo

    che poi magari mi diventa…

    un ragioniere di banca!

     

    Con questo non voglio assolutamente sostenere

    che dovremo diventare tutti dei filosofi

    e passare la vita a chiederci il perché delle cose

    Per carità!

    In fondo le domande esistenziali sono sempre quelle

    Chi siamo?

    Da dove veniamo?

    Dove stiamo andando?

    Ma soprattutto

    se andiamo fino in centro, troveremo un parcheggio?

     

    Io ho imparato a non farmi tante domande

    Sono un tipo molto pratico e sbrigativo

    Soprattutto in casa

    Quando occorre sono velocissimo a levare le tende

    Quello che mi rompe è lavarle e stirarle!

     

    Comunque, qualsiasi cosa faccia in casa a Francesca

    non va mai bene

    Dice che sono capace solo di far casino

    Che cucino male e spolvero peggio…

    (Tra parentesi: gli esami non finiscono mai

    ma ti sfiniscono sempre!)

     

    Oggi, però, mi sono ribellato. Le ho detto

    “Basta! Non puoi buttarmi sempre a terra!”

    Mi ha promesso che da domani mi getterà

    negli appositi cassonetti!

     

    Che cosa si può volere di più dalla vita!

     
elementi per pagina