username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Moreno Tonioni

in archivio dal 26 apr 2010

28 settembre 1959, Bologna

segni particolari:
"L'italiano, tra non molto, sarà la più bella tra le lingue morte e il linguaggio  di un tempo diverrà a breve un oggetto estetico a rapido esaurimento nell'approccio col reale".
Roberto Vecchioni

mi descrivo così:
"Viviamo d'un fremito d'aria, d'un filo di luce, dei più vaghi e fuggevoli moti del tempo, di albe furtive, di amori nascenti, di sguardi inattesi. E per esprimere quel che sentiamo c'è una parola sola: disperazione".
Vincenzo Cardarelli

02 novembre 2010

Moreno Tonioni dixit:

Gli accadimenti che seguono subito dopo la morte, che sia il nulla o il distacco cosciente dell’anima dal corpo, da sempre hanno stimolato la mia curiosità lasciandomi nel dubbio. Di un fatto ho la certezza, che il giorno in cui avrò le risposte sarò privo della possibilità di divulgarle.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento