username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Moreno Tonioni

in archivio dal 26 apr 2010

28 settembre 1959, Bologna

segni particolari:
"L'italiano, tra non molto, sarà la più bella tra le lingue morte e il linguaggio  di un tempo diverrà a breve un oggetto estetico a rapido esaurimento nell'approccio col reale".
Roberto Vecchioni

mi descrivo così:
"Viviamo d'un fremito d'aria, d'un filo di luce, dei più vaghi e fuggevoli moti del tempo, di albe furtive, di amori nascenti, di sguardi inattesi. E per esprimere quel che sentiamo c'è una parola sola: disperazione".
Vincenzo Cardarelli

14 ottobre 2012 alle ore 12:54

Moreno Tonioni dixit:

Osservando con attenzione coloro che ci circondano non possiamo fare a meno di notare che le persone non godono di notorietà per quello che realmente sono, ma per quello che s’inventano di essere.
Questo comporta il conoscere persone geniali assolutamente anonime ed emeriti noti imbecilli.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento