username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Narcisa Trapani

in archivio dal 02 mar 2007

04 agosto 1961, Barcellona

mi descrivo così:
Libera da condizionamenti ma prigioniera dei tempi, dipingo con le parole e i colori sulla tela ciò che dà emozione.

24 maggio 2007

In catene le donne

In catene le donne sulle vie deserte
quelle che hanno negli occhi le lune
quelle che ripetono cantilene
per i giorni dell’amore
per nascondere l’odio
per allontanare il dolore.

 

In catene le donne fra gli errori
quelle che hanno lasciato il sogno
perché il sogno non passa
nelle strade che si perdono
in poche carezze fragili
nei giochi ripetuti.

 

In catene le donne che non hanno
quelle che vedono i bambini
con il ventre gonfio di aria
e cercano un seme di vita
fra mille docili fatiche
fra perché sussurrati.

 

In catene le donne che si specchiano
e non riescono più a trovarsi
nei giri dell’esistenza
se fra le rughe o il turgore
non sono mai pronte
non sono mai all’altezza.

 

In catene le donne perchè amano
anche se l’amore fa dimenticare
e insegue il corpo e la mente
e si insinua in fondo
fra i meandri dell’anima
fra le ciglia socchiuse.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento