username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Nicola De Silla

in archivio dal 03 apr 2008

24 febbraio 1965, San Donaci

mi descrivo così:
Ho 46 anni, sono sposato ed ho due figli. Amo molto leggere sopratutto romanzi storici. Pratico l'equitazione. Mi sforzo, con scarsi risultati, di essere un buon cattolico.

07 novembre 2008

Pioggia

Cadono gocce di pioggia sulla terra assetata
In un silenzio ovattato quasi mistico
bagnano le foglie , scivolano sugli ulivi testimoni silenti del tempo
e sulle vigne esauste che si apprestano al riposo
Il paesaggio è cambiato
è sfumato , rotondo , morbido
come un acquerello di Gauguin
come il sonno di un giusto
come la carezza di un bambino
Cadono gocce di pioggia sul mio viso
ma non mi metto al riparo
anzi cerco l'acqua con la sua forza purificatrice
lavacro delle mie angoscie
vita per i miei sensi
Essa acuisce la mia percezione della natura
mi accomuna al resto delle cose
appaia la mia vita all'esistenza di tutto ciò che è vivo
Guardo il mio cavallo
ha il manto nero assoluto
come l'abisso in cui a volte sprofondo
come quando la speranza mi abbandona
come il luogo dove , solo , incontro Dio
Anch'esso incurante della pioggia
guarda un punto all'orizzonte
le orecchie dritte e gli occhi fissi
forse su un luogo o forse su un pensiero
Mi avvicino , lo accarezzo
ed insieme a lui respiro
l'aria umida ed i profumi dell'erba
E così attendo quieto
assaporando ogni singolo istante di questo momento magico
chiedendomi cosa avverrà domani.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento