username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Paolo Goglio

in archivio dal 03 ago 2011

29 agosto 1960, Milano - Italia

06 agosto 2011 alle ore 1:16

E' la fine...

Il racconto

Salgo perchè amo salire, lo amo capite...?
Cerco il cielo, azzurro, le nuvole, chi mi chiama lassù... chi è? chi c'è? non sono dei, non sono santi, non sono le cime... eppure sento
c'è qualcuno...
non ho l'attrezzatura, non ho nulla, non ho più nulla...
non posso neppure voltarmi, regredire, discendere... dietro di me il vuoto
E davanti solamente la parete, di roccia, cristallo, lo specchio...
Devo scalare, salire, arrampicare, cerco il primo appiglio, le dita, afferro e mi inarco, sollevo, mi alzo, più su... così... un passaggio, uno spuntone, un piccolo supporto per la punta delle scarpe... ancora su...
lentamente
costante
in ascesa verso il cielo esplorandone millimetro per millimetro la parete
il nudo della pietra umida...
Profumo di ghiaccio, silenzio assoluto, il vuoto.. il vento... le nuvole sotto di me che salgono per avvolgere, avvolgermi, non vedo più nulla... come posso salire verso il cielo se le nuvole mi chiudono lo spazio?
Come posso liberare le mie grida se vengo soffocato?
Devo giungere al cielo, devo farcela...
Anche se non vedo nulla... anche se sono stanco, affaticato, la mano è incerta...
Ecco...
L'appiglio che cercavo, lo prendo, mi slancio verso destra e salgo...
salgo...

NO

NOOOOOOOOOOOOOOOO

Si stacca...

La roccia....                                  si staccaaaaaaa....   si sbriciola.... resta nelle mie mani...

Decompattata, sabbia, polvere... non ho equilibrio e cado nel vuoto, vado al suolo, al nulla... scendo....

Scendo alla Terra...

Precipito

Immagini e blackflash ammortizzano il mio terrore... non ho funi nè sicurezze...

AAAAAAHhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh

Aria che mi frusta il viso, mi strappa gli abiti... 

CADOOOOOOOOOOOOooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

l'attimo immortale che richiama alla mia mente le memorie di tutta la mia vita, ricordi e riflessioni di anni interi, rivivono a migliaia nei miei occhi, rivivo... è straordinario no? mentre cado rivivo tutto come un film, rianalizzo miliardi di cose, episodi... forse la mia corteccia cerebrale, la materia grigia sentono il bisogno di riformattare il sistema nella speranza di cambiare l'esito?

E' una specie di antivirus finale per cancellare i pensieri malvagi, i malware?

E' bellissimo, un film iperaccelerato in altissima definizione e 4D senza occhialini, con effetto vento e effetto gravità... sì... la gravitààà non è stupendo pensare che la Terra mi attira? mi vuole a sè? Un intero pianeta mi chiama a spiattellarmi sul suolo, è fantastico no?
Arrivo, Madre Terra, arrivo... oooooooooooooooooo

Sono passati pochi millisecondi... quanti ne resteranno, quanti...???

Avrò il tempo di pregare...? e per quelle faccende là come posso farle a sistemarle adesso? ci sono problemi irrisolti, ma vi rendete conto che sto cadendo dalla montagna e rischio di diventare una polpetta irrisolta?
Come può essere il suono onomatopeico di un millisecondo?
t

i

c

Così? cosa dite? scusate ma sono un pò di corsa e vorrei essere sicuro di non dimenticare nulla...

AAAAAAAAAaaaaaaaaaaaaa

Ecco, quello che sì che è un buon ricordo, che momenti... sì... fantastico, quasi mi dispiace spiaccicarmi così quando potrei essere li... tra le sue braccia... baciarla.... sfiorarla... peccato, sì... lei non è qui e io sto precipitandoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

t

a

c

Che volo ragazzi, questa me lo ricorderò... o forse no...? bho non so come funziona nell'aldilà, certo che se potrò raccontarlo a qualcuno sarà interessanteeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

Magari ho ancora due millisecondi, che poi corrispondono mi pare a duemila microsecondi, o addirittura a dumilioni di nanosecondi? bhe se fosse? migliaia, milioni... meglio pensare al tempo espresso in nanosecondi... sì... è decisamente più confortante... quanti ne avrò? magari due-tre miliardi... sìììììììììììììììììììì miliardi di nanosecondi tutti ancora da vivere, godere, mentre cado ho ancora certamente qualche milione di nanosecondiiiiiiiiiiiiiiiiii

Sai che non so se tenere gli occhi chiusi o guardare? dove sarò? quanto manca? e quella volta là che mi è scappata un bestemmia, come la mettiamo... me la sconteranno, sarò perdonato? e poi ci sarà veramente tutta questa storia del paradiso e del purgatorio? si... cioè... nel senso che l'inferno proprio non lo prendo neanche in considerazione... si

è vero che qualche impurità ce l'ho...

però.... più o meno.. insomma... volevo dire che penso ci siano tanti peccatori più peccatori di me... io in fondo cos'ho di grave da confessare? e se non lo confesso dici che mi beccano?

AAAAAAAAhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh

t

i

c

Dovremmo esserci, dai, rilassiamoci, stiamo calmi, sarà tutto molto rapido e indolore... spero almeno, credo... non dovrebbe fare molto male... sentirò per qualche nanosecondo le ossa che si frantumano e poi dovrebbe finire lì... un pò qui e un pò lì... certo che se sotto ci fosse un lago proverei anche a buttarmi... e se ci fosse una pietra affilata che mi affetta? non è molto carina l'idea.... magari un prato, atterro, rotolo, faccio due capriole nell'erba e corro via...

Apro le braccia

Dischiudo le ali...

Uno strappone violento, un urto... risalgo...

Si risalgo, al cielo, planando...

Lo spazio si apre davanti a me, risalgooooooooo... posso volare, planare, volteggiare, sìììììììììììì c'è il sole oltre le nuvole... è un sole fantastico, non ho mai visto un sole così splendente...

Azzurro, splendente... tutto splende e sono vivo, sto volandooooooooooooo

Aria, vento, passate nelle mie piume e gonfiatemi di energia, datemi la spinta per gridare, urlare... sbatto le ali, robuste, forti, mi accarezzo il volto, stringo gli artigli...

Passo dietro il picco infuocato dai colori del tramonto... che vista straordinaria.... giro, vorticoso nel cielo, amo girare, in tondo, rotondo, girotondo.... ma ora sono stanco...

o forse stanca che ne so...? come si chiama il maschio dell'aquila...?

Voglio tornare nel mio nido e farmi una bella dormita...

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento