username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Patrizia Solazzi

in archivio dal 20 set 2007

30 maggio 1955, Milano

mi descrivo così:
Sono una scultrice, scrivo per dare lentezza alla polvere che troppo rapida passa tra le mia dita.

19 novembre 2007

Mormorando

Breve
il casto incedere
danzando di mosse leggere,
quel
vento inespugnabile
sottrae
alla fedeltà della polvere
che,
assoluta e mesta,
inonda la strada
e
mediocri solitudini
e
personali ordini,
materici spropositi
tra sè ordinati
come
nel cassetto del mercante
in vendita
su banchi
apprestati da girovaghi.

 

In quel pomeriggio lontano,
laddove il vestito
appoggiava
le gambe festose
e
fermo tra i gomiti
il gesto,
notte che si appresta
e
che condurrà ancora
tra le piccole scale
ritorte e sensuali,
nello
scendere senza fiato,
danza leggera,
nello sguardo antico
e
il nuovo,
meraviglioso
mormorio di sè.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento