username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 18 ago 2009

Pino Forestiero

06 febbraio 1975, Sora
Segni particolari: Poesia sperimentale, quella di Pino Forestiero, la cui estetica impone una aderenza del significante al significato. Interessante la sua visione della poesia come opera materica, capace di appagare i sensi.
Mi descrivo così: Lavora nell'azienda di famiglia. Poeta epigrammista, ha pubblicato: "Jack, si gira", Edizioni tracce pescara 1998.

elementi per pagina
  • 18 agosto 2009
    Se canti d'amore

    Se canti d'amore sono i tuoi lamenti
    sono pure i miei, che vivo nell'incanto
    dei tuoi secreti e dolcissimi conventi.

     
  • 18 agosto 2009
    Pensavo davvero

    Pensavo davvero
    fosse cosa da poco
    avere un sorriso
    incline al perdono;
    così hai rovesciato
    su questa terra spaccata
    tutta l'acqua del cielo.

     
  • 18 agosto 2009
    Dolce è il tuo muto

    Dolce è il tuo muto
    scorgermi da lontano
    non le mille telefonate
    per indagare se ti penso.

     
  • 18 agosto 2009
    Cetraro

    Sono i giacimenti
    lontani dell'infanzia
    che ora mi tormentano
    ora mi danno lieve
    misurato giovamento,
    le grotte di Cetraro, le onde
    i capperi sul muro, al sole.
    L'esilio di mio padre è il mio
    e sento il grido di Tirteo
    come un disco incantato
    che sbatte sugli scogli.