username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Pino Orofalo

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Pino Orofalo

  • 17 giugno 2009
    La voce

    Navigando su un fiume, alla foce
    improvvisa sortì al core una voce:
    “sei già giunto allo sbocco nel mare,
    tu hai finito, quaggiù di campare!-“
    Impaurito e tremante gridai:
    “brutta voce, perché mal tu mi fai?”
    “Nella vita – la voce rispose –
    figlio mio ci son state le rose,
    fiori belli che còlto non hai,
    fosti errante, infedel, cerca guai;
    nelle rose ci sono le spine
    le vuoi togliere oggi alla fine?”.-
    Fu sì vera nel sogno la voce
    che un gran dubbio mi rode veloce:
    se il mio cuor l’oltretomba m’addita
    non è bello godermi la vita?-
    La morale che detto agli amici
    perché possano viver felici:
    se desideri vivere in pace
    vivi e campa come meglio ti piace,
    perché quando la Morte ti coglie
    solo a te restan le doglie,
    perché, amico, te lo dico col cuor
    il dolor resta solo a chi muore!-