username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • La poesia contiene la parola
  • Nome autore

Poesie

“Uno sguardo vergine sulla realtà: ecco ciò ch'io chiamo poesia”
Edoardo Sanguineti


Le poesie dei nostri autori sono tutte raccolte qui.
Se vuoi inserire le tue poesie in una pagina a te riservata, iscriviti ora e scopri come fare!

elementi per pagina
  • 30 settembre alle ore 22:45
    Amore è

    Amore è il bacio di una mamma a suo figlio, Amore è un abbraccio fraterno tra due fratelli dopo essersi chiariti Amore è il battito che senti quando ti appoggi al suo petto Amore è perdersi occhi negli occhi Amore è amarsi bene per non lasciarsi mai.

  • 30 settembre alle ore 19:07
    Quando lascerò

    Quando lascerò
    le mortal spoglie
    ai posteri io chiedo
    di non lasciar
    al perso tempo
    i passi miei pesanti
    Orme pregnanti
    nel magma del vivere
    Son mille e forse più
    le porte che ho veduto
    e aperto
    contr’ogni avverso vento
    E di per me certo non è
    l'insegnamento
    Se Mostri e Dei
    ho combattuto
    e molto spesso vinto
    è perché
    la discendenza mia sapesse
    che altrove
    da qui è tempo stesso.

  • 30 settembre alle ore 18:55
    Gli spiriti del cielo

    Il vento portava sui campi
    gli spiriti del cielo,
    li lasciava incontrare la terra
    ogni volta che il sole
    si abbassava all'orizzonte
    e tutte le cose elementari
    diventavano più sacre
    per gli spiriti del cielo,
    che assumevano un corpo
    come quello umano.
    Ogni frutto era divino,
    ogni albero un'architettura viva
    tra la terra ed il cielo,
    ogni foglia un respiro di speranza,
    ogni fiore un disegno d'amore
    di ogni essenza.
    La preghiera della sera
    recitavano sull'erba umida
    col capo chino,
    gli spiriti del cielo
    diventavano uomini
    sul finire del giorno,
    con una memoria senza tempo
    e sono loro l'origine nascosta
    al resto del mondo.
    Adesso soltanto qualcuno
    è in viaggio,
    adesso da lontano tessono
    la loro verità nel silenzio.

  • 30 settembre alle ore 12:37
    Enzo ( mio fratello )

    ...non il sangue fa la famiglia,

    senza l’odore delle persone,

    senza il rumore dei loro passi,

    nella vitale assenza, non avverti quel legame.

    E’ un’antica vecchia storia, questa,

    ma è il cuore che ha memoria

    e conserva e s’inventa odori e passi

    anche quando ti lasciano solo come un sasso.

    Esco di casa ogni dì, nella speranza

    sempre d’incontrarti, lungo il Viale,

    con quel tuo scomposto incedere, malconcio,

    e invano guardo, cerco

    ciò che non esiste e mai più esisterà.

    Credevo, e bene ho fatto,

    che il non cercarti, ormai spirato,

    il non accompagnarti innanzi a Dio,

    bastare mi potesse

    a creare l’effimera illusione che tutto

    fosse frutto...d’una cieca mente

    o del mio cuore, ormai troppo tenero.

    Non so nemmeno dove han trovato

    per te la sepoltura, io continuo a uscir

    di casa e prima o poi ti rivedrò.

    Se ti venissi a cercare dove so

    ...morirei di dolore.

  • 30 settembre alle ore 12:13
    Eterno amore

    Il nostro amore supera l’infinito
    ti amo
    con grande desiderio di starti accanto
    di vivere sempre con te
    mi piacciono
    il tuo viso e i tuoi occhi
    vorrei baciare la tua bocca tremante
    lacrime bagnano le mie gote
    forse di gioia
    nel desiderio di
    continuare
    a vivere insieme
    non mi lasciare
    resta sempre con me.
     

  • 30 settembre alle ore 11:58
    Spettinati pensieri

    Resto
    coi pensieri spettinati
    fra i denti del pettine
    Parole vagano
    nello spazio stretto
    della mente
    E cercano cercano
    cercano
    il letto accogliente
    d'un attimo di tempo sospeso
    - fra umani orologi
    e fluire d'eterni -
    Oh come stretta mi fu la veste
    che dai secoli arrugginiti
    mi fu imposta
    Stringono i morsi alle gengive
    Sanguinano i fianchi
    ad acuminati pungoli
    - d'ogni sprone inflitti -
    Guardo guglie di capelli
    strappati
    in denti di pettine
    Muta resto
    a guardare pettini
    spettinare pensieri
    strappati a morsi
    dai suoi morsi.

    28/4/19

  • 29 settembre alle ore 21:25
    Madonna Del Sole CORRETTA

     
    Il Sole Ti scalda
    La Luna Ti veste
    Le Stelle Ti colorano
     
    L'Amore Ti cerca
     
     
    Alba rossa perenne
    Adagiata nel tempo
    Nei colori dell'arcobaleno
    Di un tramonto vermiglio
     
     
    Il desiderio di venerarti
    È dentro di noi
     
    I cuori Ti accolgono.

  • 29 settembre alle ore 18:53
    Mi cerco l'anima

    Mi cerco l'anima nelle poesie,
    che affiorano da una voce
    che non interrogo,
    ma mi risponde quasi muta
    e mi ricorda i tuoni passati,
    i petali caduti
    e le mie mezze glorie,
    i viaggi interiori
    e le lune di carta disegnate
    per le mie notti irrequiete.
    Mi cerco l'anima
    dentro un errore,
    dentro una colpa
    che mi brucia negli occhi,
    quando si fa avanti
    la mia parte devastata e indifesa,
    regina del niente,
    che si spegne
    nelle assenze fredde.
    Ritorno ad amare
    all'ascolto di un docile canto,
    cantato dal tuo sguardo;
    mi cerco l'anima nell'invisibile
    e nel visibile profondo.

  • 29 settembre alle ore 18:52
    Ho ritrovato il senso

    Ho ritrovato il senso
    nel vento sulla faccia,
    nel colore caldo del legno degli alberi,
    nelle parole ferite e sentite
    che mi hanno reso più fragile e umana.
    Ho ritrovato il senso
    quando ti ho visto per la prima volta
    e, poi, ho subito distolto lo sguardo,
    avevo paura di quella luce
    che dai tuoi occhi
    proseguiva fin dentro al mio petto,
    dove il mio cuore stava tremando.
    Ho ritrovato il senso nel guardare la notte,
    il tramonto, l'aurora e un sogno dipinto,
    un sogno sognato
    e un sogno che la realtà ha sfiorato.
    Ho ritrovato il senso
    dopo aver compreso
    ogni foglia caduta volata lontano,
    ogni gesto inconsueto,
    ogni voce nascosta
    in un silenzio emozionato.

  • 29 settembre alle ore 12:58
    Riflessione

    Non sai che cosa aspettarti dalla vita
    tutto può succedere
    qualcosa cambierà
    forse in meglio
    non si possono fare previsioni
    prenderla con filosofia
    è la cosa migliore
    come si dice si chiude una porta
    si apre un portone
    mai perdere la speranza
    a tutto c’è rimedio.
     

  • 29 settembre alle ore 0:05
    Una quercia

    Una quercia mi racconta col silenzio
    quanta vita ha visto passare,
    quante albe ha visto spuntare,
    quanti tramonti hanno fatto
    commuovere e innamorare,
    quante fasi lunari si sono susseguite,
    quante stelle hanno fatto sognare
    e quante altre sono cadute.
    Una quercia ha i suoi secoli da dimostrare,
    ti traccia un po' d'ombra con i suoi rami,
    ti lascia riposare sulle sue radici,
    porta solenne i suoi anelli di vita
    nel tronco possente,
    resiste alla pioggia,
    al tempo che scorre, alle tempeste,
    alle bufere, alla neve
    che cade negli inverni del nord,
    a tutti quei giorni in cui
    non ci si accorge della Poesia
    che proviene dagli alberi.
    Una quercia ed un salice
    sembrano opposti,
    sono soltanto due dei mille volti
    del desiderio della terra,
    che vuole innalzarsi al cielo
    e fondere con esso il proprio mistero.

     

  • 28 settembre alle ore 21:31
    L'aria della sera

    L'aria della sera mi calma,
    i miei pensieri in cammino
    trovano rifugio
    sotto quel cielo quieto e stanco.
    In lontananza poche voci
    e qualche luce di lampione,
    le case si popolano,
    le strade si svuotano.
    L'aria della sera
    porta lievi carezze sulla fronte,
    soprattutto, l'aria delle sere d'autunno,
    e, poi, l'amore che scrivo nei quaderni
    s'infittisce di parole,
    corpi intangibili d'inchiostro
    che vibrano di emozione,
    quando leggo il loro segreto
    a bassa voce verso l'ovest,
    dove il sole va a dormire,
    dove, forse, resta ancora
    qualche aquilone
    da guardare.

     

  • 28 settembre alle ore 20:17
    Ti prego Aiutami

    Ti sento
    In ogni momento,
    al chiuso o all’aperto
    ci sei ti avverto,
    non è finita
    sei ancora vita,
    niente può la morte
    il nostro noi è più forte,
    perdo pezzi di cuore
    bevo rabbia e dolore,
    nella testa c’è  odio e guerra
    senza di te sulla terra,
    sopravvivo e resisto
    sei tra le braccia di  Cristo,
    ti raggiungerei con un salto
    tu mi guardi dall’alto,
    non posso ne fare ne dire
    mi sembra di impazzire,
    lo so che in un  altro modo  ci sei
    ma mi manchi ed è qui che ti vorrei,
    lascio aperte tutte le porte
    vieni a stringermi forte,
    vuoi che reagisco  e mi vergogno
    ma devo piangere ne ho bisogno,
    fa davvero troppo male
    mi sembra tutto surreale,
    voglio averti accanto
    mi sento spento e affranto,
    mandami una nuvola ed io volo
    voglio raggiungerti mi sento solo,
    se sto sbagliando Signore scusami
    ma se mi capisci ti prego Aiutami.
     
    Genny Caiazzo

  • 28 settembre alle ore 19:33
    Senza ferita

    Siamo caduti nell'infinito
    con le nostre ombre,
    diventate all'istante
    stelle bianche
    ed i sogni sconfitti
    hanno iniziato a danzare
    sull'orizzonte,
    mentre una barca nel mare
    attende il nostro ritorno,
    per condurci sulle sponde
    di una terra calda,
    dove il mare canta
    con voce serena,
    sarà lì che saremo
    senza ferita.

  • 28 settembre alle ore 18:04
    Voci Delle Anime

     
    Voci senza suoni
    Sopra la collina
    Che al cospetto degli Astri
    Nutrono respiri di vento
     
    Ma spezzarmi il cuore
    Riemergono ricordi
    Fra scintille d’Infinito
    E immagini di Luce
     
    Mentre i giorni scorrono lenti
    Fra sussurri senza tempo
    Di un passato trascorso
    Nelle rughe della storia
     
    Nella freddezza dei sogni
    E in ogni evento della vita
    Esplodono i desideri delle anime
    E così nuove lodi nutrono l’Aldilà
     
    Mentre da quella porta oltre il buio
    Possiamo vedere gioire i nostri morti
    Palpitanti nella luce del Paradiso
    Aspettando chi gli ama più che in vita.

  • 28 settembre alle ore 16:24
    Frammento

    Uno sguardo
    Un sorriso
    Inizia così un romanzo
    d'amore

    Scriviamolo
    io e tu
    Insieme

     

  • 28 settembre alle ore 16:12
    Inizio d'autunno

    E’ arrivata la nuova stagione
    Iniziano le prime piogge
    s’insinua il freddo pungente
    si abbassa la temperatura
    scende la brina sui campi
    gli animali si rifugiano
    nelle loro tane
    gocce sul mio viso
    mi svegliano dal torpore del sonno.
     

  • 28 settembre alle ore 7:19
    Così

    Qui dentro piove

    ma nessuno se ne accorge.

    Perdonami se a volte

    non ti sento andar via

    ma i ricordi fanno troppo rumore.

    Non ho il coraggio di venirti a cercare

    così trovo scampo

    nei giorni perduti

    nei sorrisi oramai lontani.

    Trovo conforto nelle cose dimenticate,

    nelle stagioni che si rincorrono

    e che non si curano

    di chi resta indietro.

    Così trovo riparo nei libri letti

    in una folata di vento

    nelle lacrime che non piango.

    E mi nascondo

    mi nascondo tra i silenzi,

    nella rabbia.

    Così cammino e vedo

    e vado per il mondo

    quando si fa buio

    e resto solo

    ad aspettare il tuo ritorno.

    a mia sorella Elisabetta

  • 28 settembre alle ore 0:27
    Come il rumore delle acque

    Ti ho sentita come il rumore delle acque questa notte.
    Sei divenuta nell'amore come il tramonto sul mare.
    Non ci siamo perduti, ne ci siamo ritrovati.
    Eravamo gia insieme, come da sempre.
    Ti ho sentita anima, scivolare sotto la pelle.
    Mi sono acceso, ho vissuto.
    Quanta tenerezza.
    Quando sei questo, anche io sono.
    E ciò mi basta.
     

  • 27 settembre alle ore 22:28
    Un principio di separazione

    Cade un silenzio di catena
    sulla mia bocca,
    un principio di separazione
    con il circolo dei pensieri del mondo,
    contrari al moto dei miei passi.
    La mia natura è impastata
    con la terra di luoghi ai confini
    dell'ombra di un sogno,
    luoghi profetici
    che ad occhi aperti
    non ho mai visto,
    la mia storia la sto scrivendo
    ad occhi chiusi,
    seguendo un ponte di legno
    fra la mia casa e l'ignoto.

  • 27 settembre alle ore 19:41
    Frammento

    Il fascino sottile di due anime
    che si attraggono
    al primo incontro...

    Ineffabile magia

  • 27 settembre alle ore 19:39
    Frammento

    M'intrighi

    Per questo amo 
    cercarti

  • 27 settembre alle ore 19:16
    Ho guardato fin dentro le stelle

    Ho guardato fin dentro le stelle
    per ritrovarti,
    per ritrovare il tuo volto d'amore
    che si è smarrito sulla terra,
    ormai, spogliata di quella vita
    da canti e poesia
    originata.
    Mi è rimasto ancora il silenzio
    che riempio col sogno,
    la visione di noi
    nell'immemore casa
    con l'altalena tra gli alberi,
    quando l'arancio del sole
    cadeva un po' nei tuoi occhi
    ed io ti vedevo più a fondo
    l'anima.
    Ho guardato fin dentro le stelle,
    per far esistere ancora
    un barlume di quell'amore
    divenuto solitudine.

  • 27 settembre alle ore 16:59
    Segreto D'amore

    Segreto D'amore Sorrido a fior di labbra, di colorata emozione! Ed è una lene poesia stampata sull'indole del mio cuore, una briosa gioia racchiusa in una goccia di pura rugiada, che gaia e fioca posata lieve sui petali dei miei sentimenti fioriti, mi inducono in un bel stupore che tinteggia con subissi di sogni che investono la mia anima tenera e delicata, con un vortice di melodiosa passione in cui mi perdo a occhi arresi, per rapire il mio sentire, privandomi del respiro, per poi esprimere questo nuovo sentimento attraverso le mie sensazioni, che resteranno solo mie. Oh illumina, seppur minuscola come sei fresca rugiada tanto bella e profonda, il mio blando cuore tremante e impaurito al sol scoprire, l'amore che non confesserò mai alla luce del sole! Ma lo custodirò nel segreto, nelle viscere della terra dove il fuoco antico della vita non possa mai estinguersi. E con esso anche il fiore dell'amor segreto, che curo per te! Sorrido, tra le sincera lacrime che per te in silenzio dono alla notte insonne, per concepire con la fantasia inventando i colori del tuo bel viso quando esprime il tuo cuore, per farsi ammirare dolcemente arrossendo io a mia volta al sol pensiero, che non sarai solo illusione. Disegnando nella memoria i tuoi occhi belli che sanno guardare con sensibilità oltre l'oltre, sognando la tua voce che sa parlare d'amore in quella lingua creata da puri sentimenti, e le tue mani, oh le tue mani che saprebbero dare fregola e riparo in quel conforto magico alle mie mani, così incerte e vaganti donandomi un autentico brivido di felicità, lasciandomi fluttuare d'amor in esso. Ma, chimera sarai e resterai tu per me, poiché troppo piccola io son per te mentre tu, troppo grande sarai e resterai per me, ma nel nome del mio cuore prostrato per te ti amerò in segreto, in disparte per sempre! E tu, non lo saprai mai. Resterò all'ombra della tua ombra nascosta intimidita, velata nella nostalgia di quell'incantevole malessere che ha come nome il tuo bel nome! Un bacio del cielo che non pronuncerò mai. Ma, che resterà scolpito per sempre tra le pareti del mio essere adorandoti come una croce di salvezza, anelandoti come una goccia di salvezza, ambirandoti come una corda di salvezza, quando sarò sola in balia della mia sconfinata malinconia per rievocare dentro me, che solo tu sei riuscito a incastrarti perfettamente con le tue inesauribili note dedicate al mondo dei sensibili, negli interstizi delle mie percezioni fondendoli interamente, con l'oro del tuo nobil animo per elargire fino nell'intimo del nocciolo di ardimento mio, Ia gemma preziosa del cuore, il mio amor per te! E sarà segreto per sempre, finché quel mondo racchiuso nel mio petto esisterà nel seno della mia vita che pulsa emozione per te in ogni istante che la mia anima ti amerà, in quel bellissimo segreto d'amore, resterà per sempre. Sarà sogno supremo. Splendi in eterno mia dolce rugiada d'amore e fammi vibrare ancora ammirandoti da lontano, nel silenzio di un bellissimo segreto, e sarò tua per sempre.

  • 26 settembre alle ore 21:11
    Haiku

    L'antica danza
    delle farfalle in volo
    Estasi pura