username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • La poesia contiene la parola
  • Nome autore

Poesie

“Uno sguardo vergine sulla realtà: ecco ciò ch'io chiamo poesia”
Edoardo Sanguineti


Le poesie dei nostri autori sono tutte raccolte qui.
Se vuoi inserire le tue poesie in una pagina a te riservata, iscriviti ora e scopri come fare!

elementi per pagina
  • 08 ottobre alle ore 22:35
    Bosco in autunno

    un cielo denso-
    attorniano formiche
    lago di foglie

    appare appena
    dai rami spogli il sole-
    ombre nell'ombra

    decolla un sogno
    di foglie di betulla-
    e muore il vento

  • 08 ottobre alle ore 14:01
    Vedute

    Rimango ad annuire alle domande che m'arrivano dal vivere lasciando libero il cuore di battere forte ai riflessi dei mosaici d'orpelli e d'angeli con le ali ripiegate su se stesse che ornano i miei giorni E recito in quegli sguardi le mie poesie a dar uno scopo al mio mondo che altrimenti non avrebbe senso . Cesare Moceo poeta - destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

  • 08 ottobre alle ore 13:26
    Parole... specchio d'emozioni

    Le parole che adesso scrivo per te 
    Sono lo specchio di quelle emozioni
    Che tu mi facevi sentire sempre
    Parole che ancora vorrei dirti
    Perché io ormai affascinato
    Dai tuoi occhi dal tuo sorriso
    Dal tuo modo così garbato
    Di porti anche con gli altri
    Le conservo e le scrivo qui
    Perché ormai ti appartengono
    E sono perennemente qui
    Nel mio cuore
    Adesso sei lontana da me
    Ma ancora vicina
    In questo mondo
    Dove più nulla ormai
    È fatto per noi 
    Ti aspetto ogni giorno
    Come sempre nei miei ricordi
    Fino al calar del sole
    Con quella voglia smisurata di te
    Che nasceva dal mio cuore
    Ed i miei occhi
    Non s'illuminano ancor di gioia
    Ogni giorno nel viverti
    Ma si appannano di una tristezza nostalgica
    Di tutti i bei momenti vissuti insieme

  • 08 ottobre alle ore 10:52
    Le panacee dell'anima

    M'addormento supino sul mio cuscino di speranze panacee dell'anima in festa con in mente parole che toccano il cuore "Se piangerai perché il sole é fuggito dalla tua vita,le tue lacrime ti impediranno di veder le stelle" E rimbomba forte tra le lenzuola Tagore con le sue lezioni di vita cerimonie avvolte nell'amore che lanciano segnali marcati alla libertá di muovermi nel labirinto dei miei tormenti E mi guardo intorno nell'opalescenza del mio esserci . Cesare Moceo destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

  • 08 ottobre alle ore 3:21
    (La) brezza marina

    Brezza in riva al mare...
    notte di cielo infocato
    fuoco dà alla tua pelle nuda
    mentre
    tutti un fuoco son i miei pensieri
    sulla sabbia calda come
    un focolare attizzato
    dalle stelle in calore...
    Dopo l'amplesso che ci ha
    avvinghiati insieme
    meglio restare abbracciati
    - e mano nella mano -
    su uno scoglio di traverso
    ad osservar l'alba che nasce:
    pensando alla vita che cresce
    (già) in te.

  • 07 ottobre alle ore 23:39
    Al mio amico Totò

    Il mio amico Totò...
    Non è solo un amico
    È un creativo
    Dal forte impegno civile e sociale
    Stravede per la propria comunità
    Promuove, sollecita, anima
    Bussa e chiede...mai per se stesso
    Progetta e inventa
    Dà e sa dare
    Coglie il bello...ovunque esso sia
    Scava col cuore, con le mani... è passionale
    Eleva l'umiltà a dignità
    È sempre disponibile, ascolta, si commuove
    Battagliero e tenace...
    Semina, coltiva, zappa
    Raccoglie ed espande
    S'incazza, s'indigna, s'arrabbia
    per le ostili piccinerie
    per le serrande bigotte
    per l'ottusa meschinità
    Ma non s'arrende
    E' un guerriero
    Combatte per la bellezza
    per l'armonia
    e lo fa con gioia
    Instancabile cantore della propria città
    La copre di gloria, la esalta, la magnifica
    Artista acuto
    innamorato colto della propria terra
    Non sogna castelli, li realizza
    Il mio amico è così
    Un grande!

  • 07 ottobre alle ore 21:27
    Auree sinfonie

    In ogni momento del mio vivere ricordo sinfonie di pensieri e di gesti che raccolgono ogni mio passo nell'agire spontaneo e leale dell'anima Faccio spesso di queste crociere interiori che mi consentono d'ammirare l'essenza delle mie emozioni che prendono il sole distese sulle isole delle passioni sensazioni e sentimenti che celebrano apoteosi e trionfi E m'accorgo che e' sempre festa tra quelle contrade d'affetti legate tra loro da quegli aurei ricordi . Cesare Moceo poeta destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

  • 07 ottobre alle ore 20:47
    Io,puledro nel deserto

    "Hai voglia a dire che poteva essere diversa la tua vita senza riscontri"(Cesare Moceo) Cammino fremente andando incontro ai miei giorni tra la povertá che grida ad ogni mio passo E parlo tra me e me perdonandomi il mio passato e chiedendo ad alta voce al Cielo cosa potesse essere veramente il destino E mi sembra di sentire nella risposta voci celesti a dirmi solenni che tutto ció che accade non ha altra possibilitá se non quella di accadere e perdipiù a ognuno con sorte diversa nei battiti frenetici dei cuori a cui nessuno da più alcuna importanza . Cesare Moceo poeta - destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

  • 07 ottobre alle ore 20:45
    Scintille d'ispirazione

    Stormi d'uccelli neri come esuli pensieri nel vespero mirar(G.Carducci) Scintille d'ispirazione mi dona quest'orizzonte tra le labbra del pensare E ascolto mischiate ai garriti dei gabbiani che mi volteggiano sul capo le voci del passato che non vogliono lasciarmi andare Grida di zuffe lontane nel tempo ancora alte oltre le porte chiuse dagli anni E ricordo giorni di terrore nel desiderio di fuggire da quei dolori e rinchiudermi felice tra i versi a cercare emozioni e conforto

  • 07 ottobre alle ore 20:45
    Lontano dall'inferno

    Lontano dall'Inferno E vai giù di profonditá in profonditá nel tuo IO a cercare tra gli strati interiori dell'anima dove nascosto sotto i ritmi frenetici del vivere c'é il tuo Essere quella cosa talmente importante che ti tiene tutt'uno con la vita a volte minaccioso negl'istanti di desolazione a far divenire l'anima un paesaggio di spoglia bellezza altre pronto a scuotere i pensieri e avvolgerli nel fuoco ardente delle passioni lontani dal freddo intenso delle paure lontani dall'Inferno . Cesare Moceo poeta - destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

  • 07 ottobre alle ore 20:43
    I miei ricordi infelici

    Alti salici mi sembravano i tormenti quando io piangente rimanevo sveglio nell'infanzia sconvolto dalla mia estrema povertá e dall'opulenza che trotterellava allegra intorno a me quando io bambino nudo giocavo per strada con la miseria attorno a scavare oltre le porte dei miei vicoli e lasciar mille rughe incise nei volti dei più grandi impresse in quegli sguardi taglienti nel dissesto dei cuori È corso veloce quel tempo e lo racconto a te mio mare compagno delle mie riflessioni poiché alla fine ognuno é rimasto segnato nel ricordo di ció che ha fatto di quel che ha detto e in come oggi vive . Cesare Moceo poeta - destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

  • 07 ottobre alle ore 20:42
    Lontano dall'inferno

    Lontano dall'Inferno E vai giù di profonditá in profonditá nel tuo IO a cercare tra gli strati interiori dell'anima dove nascosto sotto i ritmi frenetici del vivere c'é il tuo Essere quella cosa talmente importante che ti tiene tutt'uno con la vita a volte minaccioso negl'istanti di desolazione a far divenire l'anima un paesaggio di spoglia bellezza altre pronto a scuotere i pensieri e avvolgerli nel fuoco ardente delle passioni lontani dal freddo intenso delle paure lontani dall'Inferno . Cesare Moceo poeta - destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

  • 07 ottobre alle ore 20:40
    Non soffrirò mai

    Non soffriró mai di torcicollo Ho giusto pochi minuti per rispolverare qualche ricordo prima che Morfeo m'avvolga nei sogni E racconto a me stesso di quando giovincello mi sono legato la mano al capezzale perché ancora tremolante per la pila di cambiali che ho dovuto firmare per dare un senso alla vita Subito una smorfia di malinconia mista a felicitá mi emoziona maestosa nella sua ammirazione per la nostalgia che vorrebbe ancora esplorare l'anima e coinvolgerla in un rimpianto che la mente aspramente rifiuta e il cuore non sente affatto . Cesare Moceo poeta - destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

  • 07 ottobre alle ore 20:39
    Io

    Io,bambino uomo vecchio Passeggio e la luce dell'alba sbiadisce nel cielo i dolori e le angosce colori tetri della notte Cammino con aria indolente insieme con il mio Noel con il suo annusare continuo quasi a voler respirare la vita a farmi compagnia riconoscendo in me il bambino l'uomo il vecchio e riempiendomi il corpo dell'odore salmastro del mare che si diffonde sotto i raggi dorati del sole nascente E mi perdo in tutte queste dolcezze . Cesare Moceo poeta - destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

  • 07 ottobre alle ore 20:38
    Aspetto

    Aspetto...senza cambiare aspetto Sono nato sotto una campana di vetro che il tempo dell'adolescenza selvaggio e affascinante ha crepato fino a sgretolare del tutto Ho raccolto quei cocci conservandoli con devozione e riattaccandoli tra loro piano piano a ricomporre lá dentro il mio vivere a donare la mia diversitá e interiorizzarne i princìpi ammuffiti dagli odori dei sacrifici Tra quella muffa mi rifugio ancora quando la vita sembra sfuggirmi quando pensieri spaventosi vogliono far del male all'anima e ancora resisto in quel collante sotto i colpi martellanti dei tormenti E resto lá in coda a aspettare il mio volo . Cesare Moceo poeta - destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

  • 07 ottobre alle ore 20:37
    Mi chiedo ancora

    E mi chiedo ancora,come son finito in questi guai Ho vissuto sempre con la volontá di scrivere e questa é stata la linfa che ha alimentato il mio vivere E scelgo da me stesso le mie notti nella variabile oggettiva che manifesta il tempo che scorre nell'espressivitá di assurde metafore perturbanti e passionevoli caricature della mia realtá rese veritiere dal mistero narrato parola dopo parola senza per questo influenzare chi mi legge E rimango con l'anima pulita nel mio conservarmi nella consapevolezza che corrode i giorni tra le cose in sospeso della vita . Cesare Moceo poeta - destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

  • 07 ottobre alle ore 16:30
    Fino al prossimo addio

                                                             da:"Till The Next Goodbye" (The Rolling Stones)

    Amore
    Fino alla prossima volta che ci diciamo addio
    Fino alla prossima volta che ci diciamo addio
    Non smetterò di pensare a te
    Giammai smetterò di farlo
    Amore
    Fino alla prossima volta
    Ti aspetterò ed immaginerò
    Di averti tra le stanche mie braccia
    Vedrò la neve candida turbinare fra i tuoi capelli
    E sciogliersi poi ai tuoi piedi
    Amore delizia
    Ti aspetterò ed immaginerò
    Dolci bacche di sambuco
    Rotolare giù sui turgidi tuoi seni di velluto
    Sulla tua pelle di chiffon color rugiada 
    Ti aspetterò ed immaginerò
    Fino alla prossima volta che ci diciamo addio
    Ti aspetterò...
    Quando una coppia di soli d'avorio ci scalderà di nuovo!
    Fino ad allora
    Io penserò a tè
    Io penserò a te

  • 07 ottobre alle ore 11:58
    Amor non più per sempre

    Amor non più per sempre
    Pensandoti
    Standoti vicino
    Sempre con te
    Nella mia mente
    Indimenticabile
    Un amore per te
    Instancabile
    Insuperabile
    Senza tempo
    Pensar i tuoi occhi
    Le stelle guardando
    Nel perenne universo
    Lasciar la sera
    La finestra aperta
    Lasciar i loro raggi
    Posar sul cuscino
    Una dolce melodia...
    Una melodia d'amore
    Sì…addormentarsi
    Immerso pienamente
    In quei luminosi occhi
    In quel sogno bellissimo
    Da vivere ancora
    Insieme e per sempre
    Irrimediabilmente svanito
    Scontrandosi col destino

  • 07 ottobre alle ore 9:51
    Tu, soltanto tu (A Luisa)

    Tu, soltanto tu
    dolcissimo fiore sbocciato in estate
    profumi di vita e di labbra bagnate,
    manigoldo amore dal core tenero
    che dona luce e vola libero,
    nero destrier del mio sentire
    insieme mai dovrem morire.

  • 07 ottobre alle ore 6:04
    Modern Afrodite

    Il tuo sguardo gentile
    e sincero accecò i miei
    occhi
    la tua dolcezza profonda
    catturò il mio
    cuore
    le tue parole furtive
    cancellarono il mio 
    stupore
    il tuo corpo sinuoso
    tradì la mia
    voluttà
    il tuo nascosto amore
    rubò la vita
    mia
    per donarla alle stelle

  • 07 ottobre alle ore 5:50
    Sono soltanto un uomo

                                                                                          da: Luciano Erba

    Ti ha portata
    una notte di luna piena
    il giorno dopo volasti via
    quante lacrime ancora
    dovranno versare gli occhi miei
    per vederti tornare?
    Quanto sangue ancora
    dovrà versere il cuor mio?
    Se fossi un indovino
    saprei già la risposta:
    ma sono soltanto 
    un uomo tra mille e centomila
    e mi affiderò al destino
    ed alle stelle!

  • 06 ottobre alle ore 23:14
    Amore senza fine

    T’incontrerò...lo so
    Della tua vista ancor godrò

    Passa il tempo
    Pensandoti
    Con versi e prose
    Parlandoti

    Non più semplice 
    È la mia vita
    Genuina schietta 
    ...Come te

    È complicata

    M'è d'aiuto però
    L'amico vento 
    Portandomi la tua voce

    Le stelle anche

    Così radiose
    Come gli sguardi
    Dei tuoi occhi scuri

    Senza fine
    Ti darò...lo so
    Tutto il mio amore

    Perché ci sei
    Anche senza parlarti
    Anche solo pensarti
    Guardarti...nelle foto

    Pensando 
    Quel nostro mondo 
    Così garbato 
    Così caro
    Alla fine...così amaro

  • 06 ottobre alle ore 18:45
    L'insieme

    L'insieme di mille pezzi, un puzzle ossessivo per un quadro perfetto. Noi.... tasselli usurati dalla vita, ma; una perfetta completezza. Non aspettare l'unica folata di vento che porti via tutto li dove, basta un attimo per completare un'opera d'arte. #oltreMeAsianneMerisi

  • 06 ottobre alle ore 18:45
    Sono fatta di te

    Pensarti spesso, desiderarti sempre. Non c'è modo di non farlo Ti voglio! Mi manchi! nella parte di ogni singolo minuto Nell'impazienza che t'aspetta In un solo Adesso. Ti amerei anche dove nulla conosce il tuo nome, chiamandoti per nome nel mio letto. E ne sarei capace, ne sono capace , perchè son fatta di te. #oltreMeAsianneMerisi

  • 06 ottobre alle ore 18:43
    Promesse

    Promesse d'amore, tempi pieni e vuoti, spazi da riempire, gesti che consumano il tempo. Noi ..... come coriandoli a riempire attimi di vita, arroganti ruffiani di sogni, giri di valzer su arcobaleni di emozioni. Noi.... esistenze fragili di un opaco passato e un lucido presente. #oltreMeAsianneMerisi