username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • La poesia contiene la parola
  • Nome autore

Poesie

“Uno sguardo vergine sulla realtà: ecco ciò ch'io chiamo poesia”
Edoardo Sanguineti


Le poesie dei nostri autori sono tutte raccolte qui.
Se vuoi inserire le tue poesie in una pagina a te riservata, iscriviti ora e scopri come fare!

elementi per pagina
  • 08 novembre 2016 alle ore 22:05
    VUOTO Poesia Tanka

    Strinsi le mani
    avevo tanto freddo.
    L'ultima legna
    profumava di rose
    in quella casa vuota.

     

  • 08 novembre 2016 alle ore 21:45
    Perchè io sopravvivo,mentre altri non ce la fanno?

    Con l'anima a meditare

    rimango ramingo tra i miei viali
    a svagarmi con i miracoli della natura

    fasci di luce e ombre

    soavi riflessi delle onde

    trafitte dal sole splendente
    del primo mattino

    E in quel belvedere

    gli occhi errano
    tra i rami commossi dal vento
    degli alberi ormai spogli

    che sembrano sospirare
    parole intrise di futuro 

    tra le grida dei gabbiani

    E alti e nuovi principi di vita
    entrano in me 

    segreti di quella libertà

    vissuta tra purificazione e rinascimento

    nell'eterno desiderio di conoscere
    la vera natura del mio Essere 
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 08 novembre 2016 alle ore 21:12
    La tua grandezza

    Presenza indelebile

    ti stagli appassionato
    su ogni verso

    della mia intima profondità

    a portare il tuo affetto
    calore e amore

    a illuminarmi e crearmi la vita

    Tu

    spiraglio di luce a ispirarmi
    e sopportare le martellanti sofferenze

    che trovano rifugio
    nel mio sublimare la tua grandiosità

    Tu

    portavoce dell'anima
    a farmi ritrovare il mondo

    e toccare l'eternità
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 08 novembre 2016 alle ore 21:09
    Intorno a me solo macerie

    E in questo mare di guai

    vivo

    a rievocar in me forza e purezza

    e render la mia identità
    più intima e profonda

    nelle contraddizioni di questa putrida esistenza

    E percorro strade impervie d'interiorità

    costeggiate dei versi dei grandi Poeti

    impregnati di sofferenza e di libertà

    Onde di ricordi

    a portarmi alla pacificazione dell'anima
    nell'oblio di tante immagini smunte

    frutto d'insensate fantasie

    cieche falciatrici
    dei miei momenti d'allegria

    E nei miei pensieri rifletto...

    Tu poeta non sarai mai felice

    ma troverai godimento
    nel sapere che non sarai mai solo
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 08 novembre 2016 alle ore 11:57
    Mattino

    Si desta il giorno.
    Orizzonti si fanno oro,
    nulla resta tra le mie mani
    del gracile cielo notturno.
    Lungo la travagliata strada
    villaggi in festa colgono 
    del sole lo stelo ma dio non
    conosce ritorno.

  • 07 novembre 2016 alle ore 22:18
    Non so più cosa m'appartiene

    Fra sorrisi che accettano i dolori
    e ne assottigliano i confini

    a ridurne le mestizie

    petali di nuvole intriganti e sfuggevoli
    svuotate dal sole

    stanno in attesa
    d'un nuovo pieno di piogge
    d'emozioni sconosciute

    E nel loro precipitare

    ancora altri sorrisi benevoli
    illuminano quei visi

    a ammansirne gli sconforti

    fino a togliere dagli occhi
    le truci espressioni rivendute ai sensi

    e far della compassione
    dolce e fedele compagna
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 07 novembre 2016 alle ore 22:16
    In memoria di un amico

    Carlo... e la fantasia
    torna a sussurrare echi lontani

    antichi retaggi vivi e pulsanti
    a far inchini a se stessi

    farciscono i piaceri e gli sconforti

    odori soavi schivi d'ardore

    fremiti da svestire

    dolci ricordi

    suggelli d'amore

    e la mente torna a pensare...

    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

    (dedicata a Carlo Iovine)

  • 07 novembre 2016 alle ore 22:12
    Tra follia e saggezza

    "Piuttosto morire che odiare e temere
    o piuttosto odiare e temere che morire"

    Incerto

    tra orgogliose rivolte della mente
    conati di rassegnazione

    convivo con i desideri che pervadono
    d'immobilità la mia anima

    a rendermi inoffensivo nella mia temibilità
    guidata dall'elevatezza dei sentimenti

    così

    nella predisposizione del mio spirito folle
    amo ciò che mi devasta
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 07 novembre 2016 alle ore 21:31

    Ho dei pilastri ben saldi nella mia vita, tutto il resto è contorno.
    "AMICI" veri, vali e onesti ne ho e quelli che non meritano tornano da dove sono venuti e senza troppe storie e preamboli. Essere "Persone vere" non è solo essere se stessi... Per esserlo di base dobbiamo essere coerenti, sinceri, corretti ed onesti! Altrimenti il "Vero" diventa color merda!

  • 07 novembre 2016 alle ore 17:25
    Mariolina

    Mariolina,
    Mariolina del bucato,
    troppe volte hai esitato.
    Mariolina, di bigodini adorna
    per chi, stasera,
    da te non torna.
    Mariolina, occhio viola,
    il tuo cuor di sangue cola
    ma tu stendi, stendi e canti
    poi rientri e scoppi in pianti.

  • 07 novembre 2016 alle ore 15:56
    Tu come una Rosa

    Tu semplicissima donna,
    sei bella come una rosa,
    delicata come i suoi petali,
    forte come il suo stelo,
    pungente come le sue spine,
    ma con un profumo ineguagliabile.
    Amare una Rosa
    è come accettare i suoi
    punti forti e deboli,
    ma pur sempre
    bisognosa di tante cure.
    Tu, solo tu,
    donna unica e forte.

  • 07 novembre 2016 alle ore 15:52
    Cuore dolce

    Dal primo giorno che ho sentito
    il tuo battito
    la mia vita è cambiata.
    Ascoltare il tuo respiro
    e sentire i tuoi movimenti
    mi dava vita e 
    voglia di viverti ogni giorno.
    Mamma,
    tu hai un cuore dolcissimo
    e vorrei dormire sempre così
    appoggiato al tuo petto,
    solo per esserti sempre vicino.

  • 07 novembre 2016 alle ore 15:48
    Il mio cuore mi porterà alla tua bellezza

    Forse sogno, forse no,
    io ti cerco ovunque.
    Ccerco di conoscere
    molte persone per trovarti,
    però di te,
    donna,
    sincera, elegante, sorridente,
    felice e amante di questa vita
    diurna e notturna
    ancora nulla.

    Il mio cuore,
    mi porterà alla tua bellezza
    quando meno me lo aspetto,
    e il mio cuore mi avviserà
    dando luce ai miei occhi
    lasciando un sogno in realtà.

  • 07 novembre 2016 alle ore 15:44
    Un angelo, una donna

    Occhi celestiali,
    quasi surreali,
    pieni di un immenso oceano,
    mi lasciano incantato,
    paralizzato,
    senza parole.

    Sono occhi di un Angelo.

    Questo stesso Angelo
    che mi sorride,
    mi accarezza
    e riempie il mio cuore
    del suo Dio, il mio Dio,
    dandomi sollievoe gioia.

    Il suo viso fresco
    come l'aria,
    i suoi capelli biondi
    come il sole
    e la sua voce dolce,
    riempiono questi attimi
    pieni di grazia.
    E' un angelo ai miei occhi,
    una donna nella vita reale.

  • 07 novembre 2016 alle ore 10:12
    Haiku floreale

    Fiore di Luce
    Cresciuto tra le lacrime.
    Saremo foresta

  • 06 novembre 2016 alle ore 21:39
    Le insurrezioni

    Temi melodici

    accessori necessari
    con strepitose forze

    a rappresentarsi
    tesori dell'anima

    A volte incomprese
    nella loro positiva natura

    più leggere di una piuma
    nella loro stretta poderosa

    a divenire preziosi ornamenti
    a spregiare ogni negatività

    a inventare nuove strade
    da percorrere per arrivare alla libertà

    senza soffermarsi nell'imperfezione
    d'attribuire durezze alle menti
    o cattiverie ai cuori

    Pensiamoci
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

     

  • 06 novembre 2016 alle ore 21:31
    La vita e

    La vita é come l' autostrada può essere in salita in discesa e poi ci dobbiamo scegliere la strada può essere giusta o sbagliata

  • 06 novembre 2016 alle ore 20:48
    ...e rimango affascinato dalla mia fragilità

    Avvezzo a non accettare
    alcun ruolo convenzionale

    realizzo il mio vivere
    immerso nella mia creativa solitudine

    fatta di intime relazioni con me stesso

    in compagnia di lontananze amate
    divenute ormai proprietà dell'anima

    E vivo nel mio essere
    figlio padre marito e nonno felice

    nell'esplorazione della mia interiorità
    a rivalutare ogni mia dimensione
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 06 novembre 2016 alle ore 18:59

  • 06 novembre 2016 alle ore 18:59
    Magia

    Tra lucciole e lanterne
    la magia della notte scende
     nella foresta  incantata
     illuminando le fate
     

  • 06 novembre 2016 alle ore 17:06

    Ho usato mille volte le mie dita per scriverti nei tuoi momenti di sconforto. Le ho usate per comporre il tuo numero quando avevi bisogno. Le ho usate per farti una carezza quando stavi male. Le ho usate per stringere le tue per non lasciarti cadere. Oggi voglio usarne uno soltanto per darti il mio saluto... L'ultimo! Il medio dovrebbe bastare! 

  • 06 novembre 2016 alle ore 16:27

    Gli egoisti pensano sempre che ciò che "Tocca" gli altri non siano cose importanti, per loro è importante solo ciò che conviene e preme a loro stessi. Per gli ipocriti il rispetto va preteso, ma non è molto importante concederlo. Per i falsi essere persone di "Parola" è superfluo, per loro le parole vanno solo a convenienza. Io invece per queste persone non ho più tempo, per me il mio tempo vale, la mia parola vale e prima di agire penso e mi assumo piena responsabilità delle mie azioni e non invento scuse! Arrampicarsi sugli specchi prima o poi fa scivolare con il culo per terra e per me sarà un piacere salutarvi dall'alto!

  • 06 novembre 2016 alle ore 16:26
    Una via di fuga

    Se potessi trovare una via di fuga che mi porti lontano da te, la seguirei.
    Anche se fosse lunga e tortuosa, inesplorata e arzigogolata,
    la seguirei.
    Ma questa via non esiste, perché tutte le strade dei miei pensieri, mi portano a te

  • 06 novembre 2016 alle ore 16:25
    Perchè...

    E mi chiedo ancora perché.
    Perché incontrarci?
    Perché conoscerci?
    Perché amarci?
    Perché dividerci?
    Paradosso inarticolato.
    Assurdo mutamento di sorta.
    Non so cosa sia meglio: illudermi ancora, o venire a cercarti.
    M'illudo.
    Perché è la vita

  • 06 novembre 2016 alle ore 16:24
    Sono tua

    Brucio di un desiderio ardente e inappagato.
    Voluttà, passione, voglia di te.
    Ardore che accompagna i miei ricordi.
    Sospiri rubati.
    Appassionatamente sono tua