username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • La poesia contiene la parola
  • Nome autore

Poesie

“Uno sguardo vergine sulla realtà: ecco ciò ch'io chiamo poesia”
Edoardo Sanguineti


Le poesie dei nostri autori sono tutte raccolte qui.
Se vuoi inserire le tue poesie in una pagina a te riservata, iscriviti ora e scopri come fare!

elementi per pagina
  • 15 febbraio 2017 alle ore 21:02
    Ma il gesto più nobile è...capire

    Grida costipate

    consunte nei cuori
    di laceranti credenze

    e di sordidi stracci
    di mille fantasmi

    a inseguire veloci pensieri

    Messaggi spesso incongrui

    alternati a esortazioni
    a non disprezzare cuori infranti

    Sorrisi

    senza pretese d'altri sorrisi

    nel calore della tranquillità
    di sguardi incrociati

    a risvegliare le coscienze
    e sentire attimi d'amore dentro di sè

    ribellioni senza cause
    per rendersi vivi

    e vivere in pace i sentimenti
    nella malattia che colpisce le menti e i cuori

    E spalanco le mie finestre della serenità

    ante di ricordi di sacrifici

    spasimi d'angosce a macinare timori 
    e sopportarne la vicinanza

    subendone il marcire
    tra le emozioni trascritte

    a rendere conto
    dei bisogni della mia spiritualità
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

  • 15 febbraio 2017 alle ore 20:30
    E' quasi l'alba

    Passo le notti
    a cercare il tuo calore

    a rivivere carezze e fantasie

    e sentire le note stonate del cuore

    testimone struggente dell'inquietudine

    a ricordarmi l'immensità della vita

    E mentre osservo che il buio va via

    e il cielo si veste d'azzurro
    nel giorno che andiamo a rivivere

    m'accorgo che la nostra vita si compie

    Ti amo

  • 15 febbraio 2017 alle ore 16:37

    Spesso chi pensa al grande amore pensa ad una complicità di letto pazzesca, passione e brividi. Io credo che un grande amore abbia di base prima di tutto un'ottima complicità interiore. Un grande amore lo fa il quotidiano ed ogni attimo da cui esso è formato. Il quotidiano non è sempre roseo, anzi... Quando ti senti capito, accudito e amato nei momenti peggiori raggiungi un'intimità molto più profonda di quella che puoi raggiungere in un letto raggiungendo un orgasmo e credetemi... L'intimità interiore rende ancor più potente quella fisica. Quando un corpo segue la passione unendo ad essa mente, pelle e cuore sa portare molto più in alto ogni tipo di aspettativa.

  • 15 febbraio 2017 alle ore 15:15
    Vengo a baciarti (acrostico)

    Vergata fiamma d’arcano 
    Espianto labbra da prassie 
    Nei meandri lasciami
    Giuntare 
    Orditi di spezie 
    Anca da mantice rosso è 
    Bocca foce al tenerti 
    Armonia di sale bruciante
    Clavicordio il sospiro
    Immobile a sponde poi
    Ansante alla chiusa 
    Ressa d’acqua 
    Trema al viraggio
    Iato in mercurio, fusione

  • 15 febbraio 2017 alle ore 12:35
    San Valentino: Povera prostituta

    Un giorno come un altro
    un angolo di via o una stanza
    d'alberguccio di periferia
    non vi per lei San Valentino
    alcuno nessun dono d’amore
    sol fallaci e carnal incontri
    dove quel che si vive e si gode
    è tutto fuor che un union di cuori

  • 14 febbraio 2017 alle ore 20:52
    E fondiamo ancora "grazia" e "amore"

    Rimaniamo sospesi
    nel fluttuare del tempo
    tra quelle onde
    l'un l'altro avvinghiati
    a guardarci le spalle
    dai tradimenti del mondo
    Insieme
    fiato nel fiato
    abbandonati a noi stessi
    ascoltiamo i nostri battiti
    scandire l'andare del tempo
    il suo sapore d'inferno
    e questo amore
    abbracciato a mille stagioni
    E lo canterò ancora
    in mille poesie
    in rime vissute 
    in mille inquietudini
    disperse nei vortici
    di sorrisi e di lacrime
    e profumo di rose 
    E bacerò ancora
    la tua voglia di vita
    e il tuo desiderio d'amare
    a fondere ancora
    grazia e amore
    in frammenti dell'anima
    raccolti dalla speranza
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

  • 14 febbraio 2017 alle ore 20:24
    Questa terra m'appartiene ancora

    Nudo nell'anima

    nella mia miseria schiava
    dell'indifferenza del mondo

    viaggio ancora contromano

    sull'antica via
    che mi porta verso mete sconosciute

    nascosto agli occhi dei più

    nei giorni senza la volontà di darmi un nome

    E piango lacrime di nero inchiostro
    nelle notti senza luna

    quando insonne me ne vado

    marionetta tra le marionette

    tra nauseanti pensieri

    ricco emarginato delle mie illusioni

    nell'infinito dello scorrere delle ore
    sempre eguali

    a seminare e coltivare
    caparbie idee di libertà e d'amore

    . © ®
    Cesare Moceo

  • 14 febbraio 2017 alle ore 15:14
    Haiku

    Danza d'amore
    Si suol celebrarla oggi
    Noi due per sempre

    (14 Febbraio 2017)

  • 14 febbraio 2017 alle ore 11:36
    Cercami

    Cercami solo in un tuo pensiero, quando il sole scompare e quando riappare...
    Cercami nei sogni che non hai vissuto, nelle paure, nel dolore...
    Cercarmi in un sorriso, in fondo ad uno sguardo, in un alito sospeso...
    Cercarmi come fossi di vitale importanza, senza pensieri, per il gusto di cercarmi...
    Cercarmi perché sai che sono tua, nei momenti di silenzio e di sconforto...
    Ma non cercarmi mai per abitudine.

  • 13 febbraio 2017 alle ore 20:48
    Le brevi notti dei solstizi d'estate

    Sono qua
    con la mente ridotta a brandelli
     
    e con l'anima sodomizzata dalla vergogna
    e dalle carezze mancate

    a soffrire l'orrore del dialogo col mondo

    a scuotere gli orizzonti sbiaditi
    della mia coscienza

    e mostrargli la lealtà del mio cuore

    E cammino afflitto
    e con lo sguardo sommesso

    in queste mattinate senz'alba

    a pensare a certe vite
    deturpate da cicatrici accettate in silenzio

    nel supplizio di pensieri
    che hanno amato la vita

    senza averne carpito le essenze
    appassite negli abissi della disperazione

    E sogno mondi incantati
    dove ognuno possa fare a meno di sè
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

  • 13 febbraio 2017 alle ore 12:53
    Certi occhi

    Certi occhi 
    sanno di tempo trascorso 
    ad aspettare -ancora
    che la vita accada da sola

    Dimmi dei tuoi,
    così grandi da starci dentro una vita intera
    ad aspettare te, che non arriverai.

  • 13 febbraio 2017 alle ore 5:01
    Grazie di ogni momento

    Grazie di ogni momento
    che abbiamo condiviso,
    momenti pieni di sentimenti
    e pensieri e sogni e desideri
    secreti e risate e lacrime,
    ma sopratuto amicizia.
    Ogni secondo prezioso
    é diventato un tesoro
    nascosto nel mio cuore.
    Grazie del tuo tempo,
    dedicato a preocuparti per me,
    ad ascoltare i miei problemi
    e ad aiutarmi trovarne soluzione,
    ma sopratutto il tempo per sorridere
    e dimostrarmi il tuo affetto.
    Grazie perche sei ciò che sei,
    una persona meravigliosa,
    la mia migliore amica,
    colei che sa i miei secreti,
    grazie a te ho conosciuto l’amicizia,
    e sono fiero di questo.

  • 13 febbraio 2017 alle ore 4:59
    Ascolto il suono del tuo cuore

    Ascolto il suono del tuo cuore
    delirante di tristezza e confusione,
    ascolto il suono e ascolto il cuore,
    il mio cuore infranto da mille battaglie,
    il mio cuore stanco, il mio cuore franco.
    Ascolto il suono della tua voce triste,
    angosciata e sottile, confusa e soave,
    ascolto la tua voce e ascolto la voce,
    la mia voce piena di parole mai dette.
    la mia voce poetica, la mia voce d’amore.
    Ascolto il suono dei tuoi passi
    piccoli, stretti, echeggiare nell’aria,
    ascolto il suono e ascolto i passi,
    i miei passi stanchi di tanta strada percorsa,
    i miei passi incerti, i miei passi tristi.
    Ascolto il suono dei tuoi silenzi
    indifferenti e vacui di agonia in desta,
    ascolto il suono e ascolto i silenzi,
    i miei silenzi eterni di non saper che dire,
    i miei silenzi duri, i miei silenzi bui.

  • 13 febbraio 2017 alle ore 4:58
    Ti penso

    Ti penso
    ogni istante dei miei giorni.
    Ogni notte sei presente
    nei miei sogni,
    vedo il tuo volto ovunque,
    sento l’odore
    della tua pella sempre sulla mia.
    In ogni sguardo vedo i tuoi occhi.

  • 13 febbraio 2017 alle ore 4:57
    XCVIII

    Ascolto il suono del passar del tempo
    inesorabilmente, senza arretrare un passo,
    ascolto il suono e ascolto il tempo,
    il mio tempo andato, il mio tempo fatto,
    il mio tempo tuo, il mio tempo nuovo.

  • 13 febbraio 2017 alle ore 4:55
    Avvicinati a me

    Avvicinati a me
    luminosa e adorabile.
    Lascia le tue orme
    nella mia anima stanca.
    Guardami sovrana,
    intrappolami nella luce
    dei tuoi occhi.
    Voglio scoprire
    nuovi colori,
    la meraviglia nascosta.
    Abbracciami incorporea,
    palpabile voragine
    allucinante di pelle.
    Dimostrati sorprendente
    e senza dubbio
    la realtà saprà di sogno.
    Mostrami il tuo odore
    amaro o dolce che sia,
    inebriami l’essenza.
    Eclissami senza rispetto,
    sublima i miei sensi
    nella dolcezza del tuo miele.

  • 13 febbraio 2017 alle ore 4:50
    Non so come

    Non so come
    hai cambiato il mio sguardo,
    hai dato allegria alla mia vita.
    Io non credevo nell’amore,
    e tu, imperterrita
    mi sei entrata dentro.
    Non so come
    ho vissuto tutto questo tempo,
    senza pensare a te.
    Credo invece
    che tutto la mia vita
    l’ho percorsa per arrivare qui.

  • 12 febbraio 2017 alle ore 21:22
    Tra la folla,la vita che va

    Verrà il giorno in cui

    cuore mio

    si dissolverà ogni tua speranza
    d'esser corrisposto da questo mondo

    colmo d'infelicità
    di dolori e di facili illusioni

    E dormirai l'eterno riposo

    così come dormiranno
    gli eterni sonni

    anche gli amori

    gli odi

    i risentimenti e le loro sterilità

    E s'addormenteranno
    brontolando nei turbinii delle bufere

    anche i desideri

    e le malinconie aspre e sevagge
    del mio Essere

    E suoneranno a distesa
    tutte le campane

    a riesumare vecchi ricordi
    quasi dimenticati
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

     

  • 12 febbraio 2017 alle ore 20:44
    Storie,ferite senza nome

    Storie

    che zoppicano in silenzi assoluti

    ognuna con la propria stampella di speranze

    prive di astio

    ma forgiate d'amarezze e disillusioni

    Storie

    costruite su memorie decadute
    di gelidi venti d'afflizioni

    brancolanti smarrite

    in vite frantumate nella più fosca solitudine

    in sudori dimenticati
    di corse felici nei giardini assolati dell'amore

    e asciugate con la passione
    a dipanare le tele dei tormenti

    Storie

    divenute ormai stanche

    appoggiate ai muri freddi dell'indifferenza

    ognuna complice del proprio silenzio
    nella libertà perduta
    .© ®
    Cesare Moceo

  • 12 febbraio 2017 alle ore 20:38
    Tra le anse sicure

    Non trovo più
    la poesia
    che ti avevo dedicata

    Son passati
    solo pochi giorni
    dal mio ultimo bacio

    I versi segnati dalle
    nostre emozioni
    si son persi
    o li ho smarriti

    Oppure essi
    amano fluttuare
    tra le anse sicure
    della nostra intimità
     

  • 12 febbraio 2017 alle ore 16:12
    A leggerci largamente

    Limpido stormo
    di corpuscoli
    s'irradia e continua
    pulsazione e voce
    Se non smettesse mai
    tale carezza
    ramo di gemme a fiorire
    da terra di roccia
    al nido protettivo
    saremmo il tempo del cerchio
    bianchissimo
    lo specchio delle matite
    con cui tracciamo amore
    senza fine

  • 11 febbraio 2017 alle ore 21:19
    E mi nutro(no) d'illusioni

    Poesie d'amore

    monologhi a due voci

    di sapori eccitanti
    che avvolgono l'anima

    accolta da magie
    che spengono vagiti di stelle

    e accendono iridescenti lucille

    emozioni degli inverni del cuore

    eccitazioni d'ogni alba
    e d'ogni tramonto

    E vado mente per mente
    a cercar conforto alla mia mente

    a cesellare gioie improvvise

    e nella paura di perdermi
    trovare la voglia di fermarmi là

    dove m'ha portato il cuore
    .
    cesare moceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

  • 11 febbraio 2017 alle ore 19:24
    Poesia

    I versi
    sono rami fioriti
    su sconfinate tele
    di luce
    dipinte di blu

  • 11 febbraio 2017 alle ore 12:03
    Porzioni di cuore

    Porzioni di cuore, ho dato per amore.
    Un pezzo per volta, regalato e mai tornato indietro.
    Piccoli pezzi di sentimenti, donati a chi non conosceva l'amore.
    Porzioni di cuore, che significavano tanto, offerti solo per seguire un sogno.
    Schegge che lo hanno ferito.
    Spine che lo hanno punto.
    Ma lui è ancora là, sicuro e deciso, a battere sempre più forte per un nuovo sentimento.

  • 11 febbraio 2017 alle ore 11:36
    Partenza

    Quando le persone che ami si allontanano il cuore, gelosamente, ne custodisce il ricordo.
    Composta 12 gennaio 2017