username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • La poesia contiene la parola
  • Nome autore

Poesie

“Uno sguardo vergine sulla realtà: ecco ciò ch'io chiamo poesia”
Edoardo Sanguineti


Le poesie dei nostri autori sono tutte raccolte qui.
Se vuoi inserire le tue poesie in una pagina a te riservata, iscriviti ora e scopri come fare!

elementi per pagina
  • 08 giugno 2016 alle ore 10:33
    Il fluire della vita

    Sempre degna
    di essere assaporata
    per chi ha scelto
    di amare senza contraccambio.
    Vita: ogni personale interpretazione
    non altera il suo significato:
    azione per uno scopo,
    pensiero per disegnare,
    sentimento per irraggiare
    ogni uomo
    che si definisca tale.
    Sempre inutile
    per chi ha scelto
    di schierarsi per se stessso,
    seccandosi come foglia ingiallita.
    Vita grama
    per chi parte gia' sconfitto
    nella mediocrita'

  • 07 giugno 2016 alle ore 23:08
    Nel dolce sonnecchiar dell'anima

    Molte volte
    mi ritrovo a pensare

    pause intense
    a sentire il vuoto dei giorni

    e riempirli del profumo
    delle rose al tramonto

    avvertirne la meraviglia
    nei brandelli del cuore malato

    intrisi di quell'essenza
    a levigarne le crepe

    cicatrizzarne le ferite
    e ricomporne l'armonia

    E suono note
    d'acqua benedetta

    fresca a risvegliare
    l'anima dormiente

    finalmente libera
    di raggiungere il suo Cielo
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright
     

  • 07 giugno 2016 alle ore 23:05

    Ci sei sprofondato dentro e niente sembrava più come prima. Di ciò che era resta solo un ricordo, uno di quei ricordi che forse fanno più male della realtà. Ne hai incontrate di persone sbagliate, di finti volti e di intenzioni fasulle. Ne hai assaggiate di parole, dalle più crude alle più finte. Ne hai viste passare di notti lunghissime e ne hai bevute di lacrime. Così come te, come a voi è successo anche a me. Quante volte mi sono persa e quanto sia stato duro il ritorno solo io lo so. Si, è successo anche a me, ma sono qua. Finisco forse in questo periodo di recuperare i pezzi, di mettere insieme quelle verità che non ho voluto guardare, di aprire gli occhi e chiudere fuori dal cuore momenti e persone. Oggi guardo il cielo e sapete cosa vi dico... Che non conta se ci sono le stelle o le nuvole, il sole o la luna... Io vedo solo "Oltre". Io finalmente guardo avanti, ma non mi basta... Io voglio tornare a guardare lontano... Lontanissimo. Qualsiasi cosa vi succeda, non regalate mai "Voi stessi" a niente e a nessuno. Non lasciatevi morire mai, le lacrime lasciatele uscire, ma poi fatele asciugare dal vento tornando a correre. La rabbia usatela, ma con essa non distruggete ne voi ne chi incontrerete, ma costruiteci nuove forze e nuove mete. Il dolore non respingetelo, afferrate le armi e affrontatelo e combattetelo. Accettate le sconfitte perché vi spianeranno la strada per nuove vittorie. Io sono pronta a riprendere il cammino... Non abbiate paura, alzatevi e cominciate anche voi a percorrere nuovi passi verso nuovi obiettivi.

  • 07 giugno 2016 alle ore 21:04
    Accerchiato

    Nella conoscenza che trascende
    la percezione d'ogni uomo

    sopporto sibilanti ululati
    di lupi rapaci dal manto di pecore

    padri e figli allo stesso tempo
    della distruzione di ogni sentimento

    Apostati nati dal loro stesso Essere

    a diffondere e avvolgere nel mistero
    le verità della vita e della morte
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright
     

  • 07 giugno 2016 alle ore 20:07
    Il mio Bronx

    Innalzarmi
    a vette morali inaccessibili
    al rozzo essere dell'odio
    afflitto dall'insolenza
    esistenziale del silenzio
    immerso nel mutismo
    dell'urgenza della vita
    travolta dal ricordo
    dei miei insuccessi
    E me ne sto
    con il cuore a indagare
    giudicare e condannare
    le volontà oscure dell'anima
    a scontrarsi con il male
    che mi cammina accanto
    e con i demoni che porto in me
    E sogno di circondarmi
    solo di chi merita
    ciò che posso donargli
    .
    cesaremoceo
    Proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 07 giugno 2016 alle ore 19:56

    Ti ho usato spesso per mascherare dolore e rabbia. Ti ho spento con le lacrime un'infinità di volte. Ti ho ritrovato con una fatica che non so descrivere. Ti ho cercato troppo spesso sul volto di chi amavo senza accorgermi che eri stupendo solo se nascevi spontaneo sul mio. Ti ho trascurato dimenticandomi del tuo valore. A volte mi sono persa, lo ammetto e perdendomi ti ho lasciato sfiorire senza rendermene conto. Poi una mattina svegliandomi ti ho cercato e tu non c'eri... Io non riuscivo più a trovarti. Ecco che ho capito... Ecco che ho imparato a difenderti. Caro "Sorriso" ho imparato che fin quando riesco a tenerti in vita io posso farcela.

  • 07 giugno 2016 alle ore 18:57

    Sono un perfetto "Casino" e ne vado fiera. Faccio rumore nella vita delle persone e non conta se è nel bene o nel male perché il mio sarà sempre un rumore sincero. Smonto teorie, sfido le logiche e affronto le diversità. Smuovo le menti, scavalco muri e a volte sprofondo nei cuori. Sono un treno in corsa, un viaggio senza fine e una meta ancora sconosciuta. Sono un "Casino" un bellissimo casino, di quelli che se impari ad amare non potrai più farne a meno.

  • 07 giugno 2016 alle ore 13:11
    Ti ho visto andare via

    Ti ho visto andare via 
    lungo il sentiero delle ombre 
    tra le mie parole di nebbia.
    Scivolare tra i disegni
    astratti della mia follia 
    a riempire spazi vuoti 
    d’impercettibili respiri. 
    Ho sentito i tuoi passi
    ovattati dal silenzio della notte 
    nella luce tremula di una candela
    nell'impalpabile finitezza del sogno
    ad argine di quel pensiero
    che non muta mai.

  • 07 giugno 2016 alle ore 10:04
    Scherzi della mente

    Pensiero controverso
    rivolto a te.
    La mente non arriva mai
    a fotografarti
    nei totali contorni.
    Figura a volte minuta,
    spesso ingigantita.
    Occhi troppo grandi
    ma fessure assai piccole
    per intravedere
    la bellezza di un'anima.
    Neo sul ment,
    piazzato sul lato sinistro.
    Bacio di bocca divina
    o vezzo spiritoso di natura?
    Tanto distante mi libro;
    tanto vicino mi pongo.
    Raramente la mente
    si chiude
    per una preghiera
    non esaudita
    Sempre si apre 
    per un frammento 
    di speranza,
    orgogliosamente sfavillante
    nelfar dellanotte.

  • 07 giugno 2016 alle ore 7:38
    in viaggio

    nascere di eremi e di nervi.
    Da un vecchio paesaggio
    scomparendo per grandi vetrate.

    Pitture a più piani. Altre__ movimento del proscenio.

    L’immagine affolla : strada invisibile .Vento del labirinto.
    Blu l’urbano con le muraglie
    fino Via del Bollo.

    Un manichino in riflesso.
    Era venuto come un verme vuoto
    a far appassire. ____Intrecci e frazioni.
    :::::::::::Quarta strada delle cinque vie.

    Un ritaglio di luce.
    Decide la mia memoria.
    Distilla nella parete del sigma _verso Capraia. Odore pungente_ erbe scoscese.
    Flora in filo al mare.

    Tuttavia un altro insieme. __Apparenze si aggiungono.
    ____Sono indistinte.
    Un uomo sgorga
    tra le mine seminate del flusso.
    __Minerali frantumati dentro la sua nocca.
    Insegue paltò per liberare il sangue.
    ___Io lo scruto. Sembra un’orma sul paltò
    per il continuo degli arbusti e di stagni.

    [.] Giungo con la borsa vicino ai piedi.
    Mucche in pascolo.
    Ciocche di biancospino
    mi slegano al baccano del silenzio.

    […] Pare un secondo.

    _Forse l’attimo blues
    che scorre dal Mississippi
    al dolore dei palazzi impuniti.

    Ora il coro canta.
    Carponi i rottami che
    scivolano alle vetture in traffico.
    Raccolgo gli ultimi fiori.
    ______

  • 07 giugno 2016 alle ore 1:04

    Scusate se sembro prepotente e una di quelle persone presuntuose. Scusate se dopo tanto "Peggio" adesso pretendo il "Meglio"! Scusate se dopo aver ascoltato e perso tempo con mezze persone adesso do ascolto e tempo solo a quelle tutte di un pezzo. Quelle persone che anche se piene di difetti sanno dirti che ti amano con la stessa sincerità con cui ti mandano a fanculo. Scusate tanto se non mi volto più indietro e non vi dedico più mezzo secondo per pensarvi o rimpiangervi. Scusate se dopo avervi mostrato la mia disponibilità, comprensione e bontà oggi scelgo di dimostrarvi che se mi calpesti cuore e buona fede ad "Assomigliarvi" ci metto un attimo!

  • 06 giugno 2016 alle ore 22:36

    Non volto pagina fino a quando non ho letto fino all'ultima riga, figuriamoci se la volto prima di averla finita di scrivere. Si arriva sempre a delle conclusioni e nel bene e nel male c'è sempre un'accurata riflessione prima del punto finale. Da tempo non conosco pagine che terminano con puntini di sospensione e questo grazie alle troppe pagine terminate con punti interrogativi e nessuna pagina a seguire con delle risposte. Troppe le pagine terminate con punti esclamativi e nessuna pagina a seguire con scuse e spiegazioni a me dovute.

  • 06 giugno 2016 alle ore 21:58

    Sai quante volte ho pensato a ciò che ero un tempo e alla persona che sono oggi? Un numero di volte infinito. Forse sarebbe stato un bene se alcune cose di me non le avessi perse, ma è stato un bene ancor più grande poter imparare e apprendere nuove cose da tutto ciò che ho raccolto. Sento la mancanza della mia spensieratezza e della mia capacità di credere nelle favole e nei lieto fine, ma amo in modo smisurato la mia consapevolezza e la mia capacità di essere realista e meno stupida.

  • 06 giugno 2016 alle ore 21:13
    Sensazioni estive

    Aria di vacanza
    ​tanto desiderata
    tanto agognata;
    nuova esperienza
    nuova musica
    grande novità;
    pensiero fisso
    meritato riposo
    personale percorso;
    ogni giorno vivere
    ogni giorno sperare
    in un futuro migliore.

  • 06 giugno 2016 alle ore 16:43
    Nella casa degli artisti

     A casa
    degli artisti
    ho trovato i colori
    per dipingere i tuoi occhi
    La tela per svelare il tuo corpo
    I chiaroscuri per esaltare il tuo seno
    I pennini per tratteggiare la tua eleganza
    E il tuo sorriso per illuminare il mondo intero
     

  • 06 giugno 2016 alle ore 13:29
    Daphne Blue

    Gira girella Daphne Blue......esecrando bolle di bambù.....sopisci enfatici costumi disabili....infiorescenza collinare di mare satellitare....albeggia mexicano albume imploso di edera arcobaleno.....fioccando infiniti d'essenza.....

  • 06 giugno 2016 alle ore 9:24
    La lodola cantava

    Nascosta quel dì tra i boschi del Ticino
    una piccola lodola cantava e del divenir
    ignaro io di quel canto tanto mi beavo
    che di lontan lugubre triste era il suonar
    di una campana poi suono per me fatal
    a recar da lì in poi  solo dolore e pianto
    che dal materno ramo quel dì cadde
    mentre quella  piccola lodola cantava
    una piccola verde foglia a me sorella
     

  • 05 giugno 2016 alle ore 22:44
    Mattino

    Caffè silenzio e' giorno
    Affiliamo i sorrisi dell'anima 
    C'è un mondo che aspetta

  • 05 giugno 2016 alle ore 21:09

    La verità è che una persona non deve essere perfetta, impeccabile e priva di errori. Una persona deve essere principalmente onesta e sincera. Deve rispettarti come persona, ascoltarti e non solo farsi ascoltare. La verità è che non ci servono perfette serate o prototipi perfetti, noi vogliamo anche le liti, le urla, i vaffanculo, le spinte e i musi lunghi. Le vogliamo si, alternati ad abbracci, baci, sorrisi, mani che si stringono e sguardi che si perdono. Non serve la perfezione perché se c'è amore, emozione e volontà il modo di far combaciare le diversità si trova. Serve sincerità, coerenza e presenza. Perché se non c'è voglia di esserci e di restare è inutile trascinare e fingere di costruire.

  • 05 giugno 2016 alle ore 20:42

    Sai quante persone ancora deluderanno le tue aspettative? Tantissime. Incredibile, ma è così. Inutile dirsi non lo permetterò mai più, finirai per crederci ancora. Quando due occhi ti faranno sgretolare i muri costruiti con tanta fatica, finirai per dare ancora priorità al cuore e non alla ragione . E se va male, finirai come sempre dicendo che non ce la farai, ma invece riuscirai a rialzarti ancora una volta. Cadiamo come fossimo polvere e ci rialziamo come fossimo rocce.

  • 05 giugno 2016 alle ore 18:06
    Mosconi

    Mosconi neri,
    animali grossi;
    non puoi ucciderli,
    sono tanti.
    Armata agguerrita
    sino ai denti.
    La mosca bianca
    e' condannata
    amarcire in cella.
    Calunniata perche' onesta;
    vituperata, e' tanto ligia.
    Morte impietosa
    non ghermische
    quella bestiola,
    dall'esile corpo
    e zampe rotte.
    La pena capitale
    e' lasciarla sola.

  • 05 giugno 2016 alle ore 17:12

    A volte critico l'uomo che commenta risentito alcuni post, purtroppo essendo donna , mi esprimo al femminile, ma questo non vuol dire che molte cose valgano solo per le donne. Pubblicando alcune frasi però, mi rendo conto che molte donne partano dicendo "Non esiste" l'uomo così... Ora vorrei farvi ragionare un attimo. Ci saranno pochi uomini veri in giro, ma anche poche donne vere sono rimaste. Di zoccole ne è pieno il mondo esattamente come di puttanieri. Ora... Io sono donna e mi innervosisco assai quando l'uomo fa di tutta l'erba un fascio... Perché non è così, non siamo tutte zoccole, gatte morte o affamate di soldi ecc.... Però mi spiace quando invece vedo che molte donne si arrabbiano se paragonate al "Peggio" ma fanno degli uomini un unico fascio! Nessuno è santo.... ricordiamocelo. Donne vere ancora ci sono poche ma ci sono. Esattamente come uomini onesti e sinceri. Siamo rarissimi.... e su 20 che ne conosci forse se ne salva mezzo. Non incazziamoci se ci catalogano tutte uguali... Se poi siamo noi le prime a non guardare "OLTRE" ... W i pochi uomini veri e le poche donne vere rimaste in circolazione. DISTINGUERSII... SEMPRE!!!

    A volte critico l'uomo che commenta risentito alcuni post, purtroppo essendo donna , mi esprimo al femminile, ma questo non vuol dire che molte cose valgano solo per le donne. Pubblicando alcune frasi però mi rendo conto che molte donne partano dicendo "Non esiste" l'uomo così... Ora vorrei farvi ragionare un attimo. Ci saranno pochi uomini veri in giro, ma anche poche donne vere sono rimaste. Di zoccole ne è pieno il mondo esattamente come di puttanieri. Ora... Io sono donna e mi innervosisco assai quando l'uomo fa di tutta l'erba un fascio... Perché non è così, non siamo tutte zoccole, gatte morte o affamate di soldi ecc.... Però mi spiace quando invece vedo che molte donne si arrabbiano se paragonate al "Peggio" ma fanno degli uomini un unico fascio! Nessuno è santo.... ricordiamocelo. Donne vere ancora ci sono poche ma ci sono. Esattamente come uomini onesti e sinceri. Siamo rarissimi.... e su 20 che ne conosci forse se ne salva mezzo. Non incazziamoci se ci catalogano tutte uguali... Se poi siamo noi le prime a non guardare "OLTRE" ... W i pochi uomini veri e le poche donne vere rimaste in circolazione. 
    PS
    Se molte donne ritrovassero la voglia di tenere le gambe strette e di non svendersi, probabilmente l'uomo ritroverebbe la voglia di corteggiare
     

  • 05 giugno 2016 alle ore 14:59
    Svelamento

    Il vento
    spoglia
    la tua intimità
    Arrossisci
    stupita
    dalla tua bellezza

  • 05 giugno 2016 alle ore 11:59
    Il silenzio

    Amarti, e non poterlo gridare al mondo, mi strazia l'anima.
    Unico tormento, il mio dover tacere.
    Il silenzio, avvolge il mio amore.
    Chiuso in fondo al cuore, un dolore disperato.
    Sapere che ci sei e non poterti avere.
    La voglia di urlare disperatamente ciò che sento,
    e dover invece zittire anche la mia anima.
    Silenzi persi dentro me, che gridano tutto il mio amore.

  • 05 giugno 2016 alle ore 7:06
    Questa è la vita

    Per Voi
    che per incatenarmi
    vi caricate di catene
    dimenticando che non possedete
    alcun lucchetto
    per Voi
    conservo il piacere
    di custodire la mia dignità
    e erigerla a scudo
    contro comuni risoluti nemici
    che si battono all'ultimo sangue
    per la conquista di ogni potere
    Io sentinella dell'abisso
    a invocare l'esistenzialita'
    tra le leggi non scritte della vita
    e immergermi
    con la mia finitezza d'uomo
    nella vulnerabilità di un effimero passato
    .
    cesaremoceo
    proprieta' intellettuale riservata
    Copyright