username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • La poesia contiene la parola
  • Nome autore

Poesie

“Uno sguardo vergine sulla realtà: ecco ciò ch'io chiamo poesia”
Edoardo Sanguineti


Le poesie dei nostri autori sono tutte raccolte qui.
Se vuoi inserire le tue poesie in una pagina a te riservata, iscriviti ora e scopri come fare!

elementi per pagina
  • 05 febbraio 2016 alle ore 17:04
    Quel caldo vento d'estate

    Ho sentito la tua mano
    accostarsi al mio viso
    come facevi un tempo
    nel mentre mi parlavi d'amore

    Ho sentito il profumo
    dei tuoi capelli
    come quando uscivi,
    bagnata, dalle onde
    in subbuglio
    per il caldo vento d'estate

    Ho sentito tremare le vene
    come quando, sulla spiaggia,
    baciavo le tue labbra
    dal sapore di mare

    Il ricordo di te e di me.
    Si passeggiava,
    senza avere una meta,
    senza un perché.
    Si stava insieme...
    noi due

  • 04 febbraio 2016 alle ore 22:41
    Costretto all'immobilità

    Pensieri nati sopra i letti disfatti

    tra lenzuola sgualcite
    portate in spalla

    a sentire il canto del gallo
    e pronte ad alzar bandiere

    E reagire e non andare
    come animali da soma

    sotto il tiro di archi di lino

    nella cupa malinconia
    che contiene le frecce da scagliare

    intrise di polvere inquinante

    Stare a poltrire e rumoreggiare
    nella solitudine delle piazze

    sempre mezzi soffocati
    dalle acque salmastre dei dubbi

    con il fregio dei caffè

    e le gole a eruttare fiumi di parole
     a incalzare lingue e volontà
     
    vestite di tonache monacali
    a esaltare le virtù dell'umiltà
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 03 febbraio 2016 alle ore 19:59

    Ci sono Persone che non hanno prezzo... Persone che valgano troppo per chiunque. Sono quelle persone che hanno nel cuore il senso dei valori. Quei valori che non fai notare solo quando ti conviene, ma anche quando puoi rimetterci. Sono quelle persone che alle parole come "Amore" e "Amicizia" danno un senso unico e vero, un concetto sentito che esprimono solo attraverso gesti, fatti e azioni perché nelle parole si perde tutto ciò che non vale, che non conta e che non è per sempre. Ci sono persone che alzano proprio il loro valore restando in "Basso" sul piano più umile che la vita gli offre, quelle che non intendono effettuare scalate, ma restare a rendere migliore ciò che hanno vicino, senza pensare quasi mai a cosa sia invece migliore per loro. Loro si sentano felici quando amano, quando ci sono e a volte riescono anche a sorridere tra le lacrime di una delusione... Perchè hanno nel cuore onesto e una coscienza pulita. 

  • 03 febbraio 2016 alle ore 12:24
    Magia del sole

    Ho alzato lo sguardo
    verso l'intenso azzurro del cielo.
    Non una stella era visibile,
    eppure ve ne sono a miriadi
    come i granelli di sabbia
    nelle dune sconfinate.
    Il sole protegge così
    le perle nel cosmo,
    con il suo manto di luce.
     

  • 02 febbraio 2016 alle ore 21:04
    Amara sicilianità

    Rinascere

    dalla passione delle mie stesse membra

    ricreando anche nei dettagli
    la mia quotidianità

    Ricominciare i giorni

    avviando la mente
    su percorsi di movimenti futuristici

    parentesi di svago
    e occasione per un sorriso

    a far rimbalzare sul mondo
    ciò che resta di me

    E mi accorgo d'esser rimasto
    solo il più tipico siciliano

    dei pezzi da museo
    che hanno calcato questa terra

    commedia amara
    recitata a osservarmi e soffrire

    nel desiderio più che legittimo
    d'appartenere al futuro

    nell'ingiustizia di non trovare
    più nessuna prospettiva

    sballottato su uno scoglio ubriaco
    senza alcuna possibilità per ricominciare
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright
     

  • 02 febbraio 2016 alle ore 19:05
    Candelora

    Alla festa della Candelora in febbraio
    s'è appena lasciato gennaio alle spalle
    col sole freddo dei giorni d'inverno
    e pioggia tanta spesso mista a neve.

    Le bancarelle coi dolci hanno messo
    attorno alla chiesina piena di gente
    per le candele benedette del tempo
    perché riporti alla campagna tepore.

    Dalla collina si scorge il lago grigio
    copre il cielo ancora un velo di nubi
    alabastro sottile soffuso di chiaro.

    E zucchero filato chiedono i bimbi
    mentre i grandi si affannano
    ma infine danno ai golosi i soldini.

     

  • 02 febbraio 2016 alle ore 12:53

    Io ho un'idea tutta mia dell'amore. Io non lo vedo come qualcosa da rincorrere o da pretendere, ma semplicemente come qualcosa da vivere laddove si presenta. Non è qualcosa che prendi e spari a 1000 nel cuore di qualcuno, qualcosa che metti nella testa di chi decidi tu... E' lui che si insinua, che sceglie e non sempre viene seguito. L'amore è leggerezza e non prepotenza... Lui è forza ma solo se esiste davvero perché se fatto di parole muore e distrugge.

  • 01 febbraio 2016 alle ore 20:04
    la tenerezza

    macinare i sentimenti,
    setacciare le emozioni
     
    guardare con altri occhi,
    ascoltare con altre orecchie 

    accarezzare,
    anche con mani pesanti, rugose e stanche 

      la tenerezza si può imparare sempre,
    anche all'alba dell'ultimo giorno 

    Marco Bo
    http://cantidallaperiferiadelmondo.blogspot.it/2016/02/tenerezza.html

  • 01 febbraio 2016 alle ore 19:55
    Ex nihilo nihil fit

    E soffro la fatica dei sette Savi
    a mettere al riparo dell'arroganza
    la fiducia riposta
    nella cesarieta' del mio Essere
    a farla divenire
    coscienza autocritica del mio modus vivendi
    Riflettere sul mondo
    la migliore immagine per ogni discrezionalità
    guardandola di sfuggita
    con gli occhi dell'anima
    custode della mia quotidianità
    e ricordarmi di esserci
    in altrui aleatori pensieri
    E scorgermi negli orizzonti infiniti
    cercando di sentirmi a mio agio
    senza provocare
    nessuna invasione di campo
    e sopportando con dolcezza
    le fatiche del mio vivere
    e la greve ironia del mondo
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata

  • 01 febbraio 2016 alle ore 19:23
    Tonni

    La poesia è illusione.
    Mi illudo di essere poeta
    e lo sono.
    Anche i tonni si illudono di essere tali
    prima che il verso Rio Mare sia premiato
    vincitore del concorso.

  • 01 febbraio 2016 alle ore 15:04
    Punto di riferimento

    Mesto e incerto procede il tuo cammino
    senza il bastone cui spesso ti reggevi
     
    Non importavano peso e consistenza…
    la sola sua presenza era primizia
     
    Non si lasciava sfiorar dalle stagioni
    e restava al tuo fianco
    in tempi cattivi e in tempi buoni.
     
    Ti mancherà appoggiarti a lui
    mentre vivi la tua vita in fasi
     
    Ti sosterrà, ancora,
    nel ricordo…
     
    e non vacillante, ma sempre pulsante…
    come il cuore che ha lasciato dolorante
     

  • 01 febbraio 2016 alle ore 9:54
    Prigionieri Di Se Stessi

     
     
    Nei respiri del tempo
    L’armonia della vita
     
    Sento ancora l’odore
    Della pioggia battente
     
    Pioggia appena caduta
    Profumata dalle stelle
     
    Caduta sugli anni lontani
    Dei nostri giorni fanciulli
     
    Sul tempo vissuto di attese
    Tra gomitoli di pensieri
     
    È il canto della vita
    Di questa terra disperata
     
    Dove bruciano i pensieri
    Nel rumore della notti
     
    A un’anima che brancola
    Nella prigione di se stesso.
     
    Citazione: “ Ogni futuro nasce dal passato.”

  • 01 febbraio 2016 alle ore 2:56

    Ci sono addii che arrivano di botto, altri che nascono poco a poco... Dentro. Non è la persona che lasci andare, ma il sentimento che ti legava ad essa. Non smetterò mai di guardare il tuo viso e sentire sotto pelle quella sensazione diversa, quella sensazione inconfondibile e insostituibile. Non ci sarà un altro "TE", ma ci sarà sicuramente un'altra me. Un'altra me pronta ad amare ancora. Ci sono addii che non pronuncerai mai, ma li senti poco a poco, giorno dopo giorno concretizzarsi dentro. E un po di tristezza la lasciano. Lasciano quel senso di stranezza... Dove ti chiedi se vuoi veramente che quel sentimento ti lasci, se saprai farne a meno e se sei pronta. Però scoprirai che quando te lo chiedi è già lontano... Chissà dove. Sai che ogni tanto un profumo, una foto, una canzone o una semplice frase lo farà riaffiorare nella mente, nel cuore e sulla pelle... E sai che avrai la stessa identica sensazione sotto pelle del tempo in cui è VISSUTO.

  • 31 gennaio 2016 alle ore 21:47

    Non smetto di avere pazienza con coloro che amano, soffrono e continuano a ricaderci... Non smetto di esserci per chi ha bisogno di me... Ma cessa la mia pazienza nei confronti di coloro che giustificano il male che causano con il dolore che sentano, con coloro che feriscono perché sono stati feriti, con coloro che avendo una vita di merda (spesso cercata e voluta)  augurano altrettanto a chi sceglie finalmente di voltare loro le spalle. IO SONO "POCO" IN QUESTO MONDO, MA HO LA CERTEZZA CHE PER CERTA GENTE SONO "FIN TROPPO"!

  • 31 gennaio 2016 alle ore 21:33

    Ho un sorriso da salvare, un cuore da ricostruire ed emozioni da riavere indietro. Non dimentico il bene e nemmeno il male. Non scordo l'amore ricevuto o la cattiveria subita. Non mi pento di ciò che ho dato, non rimpiango gli amori sbagliati... Ogni cosa ha il suo perché e il suo senso. Il mio è un senso personale che mi ha portato a capire cosa non voglio, cosa mi piace e che il mio sorriso lo devo difendere più forte. Il mio cuore non devo regalarlo con leggerezza, ma valutare meglio ... Perchè le emozioni sono belle e restano più a lungo sulla pelle se sono condivise e sentite in due.

  • 31 gennaio 2016 alle ore 13:01
    Colei

     
    Vibro delle mie emozioni,
    le sento e le percepisco.
    Ho un cuore ed un anima.
    Non sono un accessorio.
    Sono l'essenza.
    Sono profumo di sensualità.
    Sono Donna, sono Femmina.
    Sono colei che Ama.
    Sono colei che hai perso,
    e che mai riavrai.
    Aquilablu59

  • 31 gennaio 2016 alle ore 12:46
    Cuore infranto

    Un cuore greve
    che cerca ali per poter volare
    e con il soffio sfiorare ancora
    quell'anima dolce
    che tanto manca
    ad una casa vuota,
    derubata del più prezioso bene

  • 31 gennaio 2016 alle ore 10:38
    Sono invaso dai malesseri, ma sto in pace

    Vivere
    attraversando tutte le porte
    sospese nelle intenzioni
    e trasformare le esperienze in cassandrate
    E scriverne il seguito
    nel sacrificio elevato
    a culmine di sopportazione
    di consumati pezzi di vita vissuta
    Rileggermi nell'amore per Lei
    accettandone il bene prezioso
    invisibile e indivisibile
    come ricetta di prescrizione di medicine
    che risolvano tutti i miei mali
    E rinchiudermi in quarantene di cura
    nelle quali godere
    delle complessità che mi avvolgono
    e guardare al futuro
    con sereni e sognanti desideri
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 31 gennaio 2016 alle ore 3:46

    Si dice che quando si ama qualcuno abbiamo una luce diversa negli occhi. Quella luce brilla e risplende quando quel qualcuno è al tuo fianco, ma anche quando, seppur altrove, il suo pensiero ti attraversa la mente. Sembra impossibile, ma amare davvero qualcuno è volere la sua felicità anche se quella felicità non porta il tuo nome, il tuo tempo o il tuo percorso. Perché amare davvero qualcuno è saperlo felice, con indosso il suo più bel sorriso a compiere i passi da lui stesso scelti... Perché anche se fa male la sua assenza... Se il suo sorriso si spegnesse probabilmente si spegnerebbe anche quella luce nei tuoi occhi. Perché l'amore non è mai egoista! 

  • 30 gennaio 2016 alle ore 19:06
    29 Febbraio

    Quest’anno
    ci sarà in più un giorno
    brutto o bello
    non lo so;
     
    speranze porterà
    inattese novità,
    forse nova vita,
    forse nova luna;
     
    nuovi cambiamenti,
    nuovi amori,
    nuovi colori,
    nuovi ritmi;
     
    la fine di un mese
    per entrare
    in un’altra stagione:
    la primavera entrante.
     

  • 30 gennaio 2016 alle ore 15:14
    Stessa è la notte

     
    Stessa stagion  luogo stesso e stessa notte
    ma di lei diversi il sapor e il profumo ai sensi
    invero  sono  che è  la condizion del  viver a alitar
    attorno questi al signor ricco e al povero mendico
    al bimbo nella dorata culla e a quel misero in cenci
    alla dama in talamo adorno e alla che batte prostituta
    al monsignor del duomo e al suo canuto sacrestano
     

  • 30 gennaio 2016 alle ore 10:16
    Sono un Poeta dalle mille illusioni

    Increspate paranoie
    vagano sperdute
    tra inchiostri indelebili
    e desertiche illusioni
    di ricordi e nostalgie
    che cancrenano l'anima
    Trovo ancora la forza
    di vedere da vicino
    ciò che mi succede intorno
    sopportare lo sterminio della libertà
    nella sua cruda realtà
    affacciato alle finestre di questa vita
    a riconoscere il male che è stato
    e che ancora sarà
    a far divenire le emozioni
    metropoli di morte
    richiamandole ai sacrifici dell'anima
    senza dare spiegazioni sensate
    ai cuori belli dell'Umanità
    E mi perdo
    nella mistificazione dei miei versi
    a cercare un senso alle dispersioni
    e trovare il senso della depressione
    nell'incapacita' di convogliare
    passato e presente
    che sono le primigenie incongruita'
    del mio rinascere
    nella direzione più giusta del futuro
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 30 gennaio 2016 alle ore 9:50
    Un Grande Amore

     
     
    Sei andata via da me
    E mi hai lasciato solo
    A respirare:
     
    Quello che mi manca
     
    È:
     
    I Tuoi occhi chiari
    I Tuoi capelli biondo
    Le Tue labbra rosse
    L’aroma del Tuo Profumo.
     
    Quello che mi manca
     
    È:
     
    Il verde dei prati
    L’azzurro del cielo
    L’odore del mare
    Il Tuo Grande Amore.
     
     
     
    Citazione: “ L’Amore Vero Dura In Eterno. “

  • 30 gennaio 2016 alle ore 9:45
    Le Onde E Il Vento

     
     
    Onde agitate
    Biancheggiano al vento
    Urtando contro gli scogli
    Sbattendo sopra la riva
     
    È il mare agitato
    Che si frantuma
    Accarezza il giorno
    Poi la sera si calma
     
    D’estate
    Sotto il sole
    Sotto la luna
    Si acquieta sempre
     
    Mentre le lampare
    Simili a lucciole marine
    Ormeggiano nel porto
    Baciate dal vento.
     
     
    Citazione: “ Mentre il sole dilaga il mare brilla d’azzurro. “

  • 29 gennaio 2016 alle ore 23:11
    Pensieri fatui

    Quanti pensieri restano
    attaccati a un capello
    Quanti capelli
    a inanellare pensieri
    Pure l'aria
    leggera e fredda
    di questa sera
    carezza l'onde
    di pensieri fra i capelli
    In anelli di cielo
    salendo il gelo
    li dissolve.