username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • La poesia contiene la parola
  • Nome autore

Poesie

“Uno sguardo vergine sulla realtà: ecco ciò ch'io chiamo poesia”
Edoardo Sanguineti


Le poesie dei nostri autori sono tutte raccolte qui.
Se vuoi inserire le tue poesie in una pagina a te riservata, iscriviti ora e scopri come fare!

elementi per pagina
  • 22 novembre 2016 alle ore 12:57

    Ma fatemi il piacere! Io non devo convincere nessuno di come sono, di chi sono e di cosa valgo. Quando ne sono certa e sicura io di me stessa, avanzerò sempre con la consapevolezza tra le mani. La consapevolezza di non sedermi sulla testa degli altri, di non mettermi mai uno scalino sopra a nessuno, ma se incrocio chi vuol sedersi sulla mia testa e farci festa deve stare attento. Certa che per ogni persona che mi detesta ce ne sono mille che mi adorano e questo a me basta per non angosciarmi per pensieri che arrivano da parte di coloro a cui IO "Diritto di parola" non l'ho mai dato!

  • 22 novembre 2016 alle ore 11:34
    AIRONE

    un bianco airone
    con le ali distese
    nella rossa luce del tramonto
    si specchia
    nell'acqua azzurra del lago

    stanco è il suo grido
    e
    in silenzio torna al suo nido
     

  • 21 novembre 2016 alle ore 22:41
    M'ero perso

    Ho chiesto ad un viandante
    quale strada imboccare per poter uscire
    dalla vasta distesa di nebbia
    Il viandante era cieco.
    Mi prese la mano,
    la pose sul mio petto
    e mi disse: non avere timore
    Poi, subito svanì

  • 21 novembre 2016 alle ore 21:14
    In un mattino di pioggia intensa

    Ombre

    che passano fra sussurri
    di fiati fuori si sè

    vite vissute a spasso
    su viali invasi da sconosciute emozioni

    divenute comparse di passioni
    estraniate volutamente dalla realtà

    e infilate nei sogni
    assieme alle loro brutture

    a uccidere l'ispirazione
    e pervadere i cuori d'angosce

    E noi
    figli delle tenebre

    col male radicato nell'anima

    restiamo incapaci
    di trovare la forza spirituale

    per elevarci fino a desiderare la Luce

    non vi aneliamo

    non ne siamo stati formati

    e principalmente
    non ne abbiamo alcuna nostalgia

    E riderci sopra

    finchè non ci accorgiamo
    che non c'è proprio niente da ridere
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright
     

  • 21 novembre 2016 alle ore 20:46
    Verrà quel giorno

    Mani giunte
    corrose dalla lebbra dell'avidità

    ora in preghiera a chiedere a Dio
    ricompense nel giorno del Giudizio

    dopo aver scritto versi di bramosie
    cupe e fruscianti

    sulla pelle degl'innocenti

    Nascosti

    invisibili dietro i vetri scintillanti
    della presunzione

    tra le quinte della loro vita
    da signori dei cieli

    nella falsa dimenticanza
    delle tante maschere indossate

    dal loro Essere cattivo
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 21 novembre 2016 alle ore 20:44
    Riflessioni in solitudine

    Cammino a piccoli passi

    piangendo
    uomini in disgrazia e miseria

    di quest'Italia
    tutt'abbaio miagolii

    e penosi silenzi

    Vago
    tra le nebbie della mente

    a prospettarmi battaglie e sconfitte
    oscene e selvagge

    mitigate dalla fede e dall'onore

    nei fremiti d'amore e rimpianto
    che pervadono l'addio alla terra

    strane sensazioni di letizia

    celata ormai
    sotto le tragedie della vita
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 21 novembre 2016 alle ore 17:12
    Nel viso

    Mi innamoro di te quando mi fai conoscere il tuo imbarazzo,
    e poi casualmente lo vedo adagiarsi sulla tua fronte;
    quando mi dai le tue mani solcate da vene blu, 
    come le strade celesti che ti hanno portato da me;
    quando quelle mani le usi per cercami tra mille,
    per tenere nascosto un sorriso;
    quando la tua bocca, 
    una melagranata succulenta, si allunga in un sorriso nel vedermi,
    e matura, desiderandomi.
    Quando hai storie da raccontarmi io ti amo.
    Quando sono io quella storia,
    quando so cosa vivi, nella più fonda stanza del tuo petto,
    mi innamoro di te.

  • 21 novembre 2016 alle ore 15:53
    Fiore

    Quando regali un fiore
    non servono parole
    tutto è racchiuso nel gesto
    nel profumo e nel suo colore

  • 20 novembre 2016 alle ore 21:01
    NEVE (acrostico)

    Nevicata
    Emozionante
    Visione
    Estesa.

  • 20 novembre 2016 alle ore 20:42
    Noi agonizzanti

    Notti evanescenti
    d'occhi che non dormono

    sciupati dal tempo e dai pianti

    a sentire soffi di morte nell'anima

    ansiti profondi

    d'oppressi petti e menti colme d'angosce

    E fiati irrigiditi

    a rivestirsi di coraggio
    dentro sogni di cieli dorati

    luccicanti d'ombre danzanti
    tra i flutti dell'incerto futuro

    a sostenersi l'un l'altro
    in questo sinistro fragore di silenzi

    vaghi brusii che ci cercano...

    Noi agonizzanti...
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 20 novembre 2016 alle ore 20:40
    Giovinezza

    Fiore

    che ancora profumi
    nel giardino dei sogni

    arricchiti dai ricordi

    tra le sfumature dei silenzi

    vivi la speranza consacrata alla vita

    e fa che il tuo sole
    non conosca mai il suo tramonto

    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 20 novembre 2016 alle ore 20:38
    Sguardi sul passato

    Nel fresco profumo
    della brezza mattutina

    raggi seducenti d'esistenza

    invitano l'alma alle carezze

    a ricoprire la vita

    di rosee sfumature
    e intensi piaceri

    mentre la mente gioca
    con naufragi d'estasi

    a ricordare onde di sommo godere
    che s'infrangono in languidi momenti di beatitudine

    trafitti dalle spine dei rimpianti

    E asciugo quelle ferite
    con stracci d'emozioni lacere

    vecchie

    già consumate nei continui caparbi abbracci
    del tempo che inesorabilmente scorre
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 20 novembre 2016 alle ore 20:36
    Domenica,20 novembre 2016

    Ed eccomi qua
    a osservarmi con occhi critici

    a dire ancora
    ciò che mi passa per la mente

    ad arrossire
    nell'intimità di questa mia audacia

    e confessare le goffe mie capacità

    d'esprimere idee forse sbagliate
    in momenti forse altrettanto sbagliati

    senza rendermi conto
    delle inappropriate conseguenze

    di questo mio essere

    Sono qua

    dicevo

    anche a dimostrare il mio vigore
    fondato sui fatti

    e a vivere il mio futuro

    costruendolo sugli esiti
    delle mie introspezioni

    Ed ora a Voi

    fate di me ciò che volete
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 20 novembre 2016 alle ore 19:58

    In alcuni momenti la mia anima ancora profuma di te. Sale su fino alla bocca dello stomaco e mi colpisce. Lo sento quando cammino assente in pensieri che sanno più di sogni ad occhi aperti che di certezze. Lo sento il tuo profumo quando al calar del sole provo a chiudere gli occhi rinnegando il desiderio di sognarti. La mia anima ancora profuma di te perché hai saputo impadronirtene in modo prepotente, ma con velocità inaudita ne sei uscito lasciando una scia che dura ormai da troppo tempo. L'amore non ha un suo profumo, ma quello che provo io profuma ancora di te. 

  • 20 novembre 2016 alle ore 19:52

    Fanno tanto rumore, ma poi quando gli spari in faccia la verità non sono buoni nemmeno a sparare a salve! Del resto gli infami sanno prendere bene la mira solo se li mostri le spalle, ma quando li mostri la faccia restano senza munizioni!

  • 20 novembre 2016 alle ore 15:26
    Favola

    Le nuvole...
    sono come 
    desideri sospesi
    che ci fanno
    ritornare bambini.

  • 19 novembre 2016 alle ore 19:22
    Attesa...

    Vivo nella speranza di rivederti.
    Dolce attesa di un amore al di là dei confini e degli schemi.
    Ogni secondo della mia giornata, è un'attesa lunga ed infinita.
    Attesa del giorno in cui saremo di nuovo insieme.
    Le tue braccia che mi proteggono, i tuoi baci sulla fronte, i tuoi occhi nei miei.
    Attesa di essere ancora tua.
    Attesa di noi

  • 19 novembre 2016 alle ore 15:44
    Senza pareti

    Il mio nulla 
    è come un 
    vuoto
    senza pareti
    dove cerco
    quell' io 
    che non c'è.

  • 19 novembre 2016 alle ore 14:41

    A me non basta un amore qualunque, un momento di passione, qualche sguardo, due parole e poca presenza. Io non voglio un amore maniacale, un letto che bolle 24 h su 24 h, occhi puntati perennemente sulle mie mosse, dover spiegare ogni minimo passo. Sentirmi addosso una continua presenza fino a soffocarmi. Tra un amore "Distratto" e un amore "Ossessivo" c'è L'AMORE! Il vero volto di esso è quello che da presenza senza soffocare. Ama corpo e anima con un giusto equilibrio. Sa di essere legato, ma lascia l'altra persona libera di essere se stessa. Un amore sano non si muove con possessività, ma con rispetto. Un amore che AMA non impone e non controlla, ma asseconda e respira con te senza toglierti l'aria.

  • 19 novembre 2016 alle ore 10:46
    Angelo bianco

    La neve
    come un angelo bianco
    si posa sulla terra
    e annuncia l'inverno.

  • 18 novembre 2016 alle ore 22:25
    Amore infinito

    E mi sorprendo ancora
    quando m'accorgo
    della pacatezza dell'alba

    quando tra l'ignavia del mondo
    mi fermo a rimirar
    il sole che sorge all'orizzonte

    nella piacevole consapevolezza
    d'avere Te accanto

    le tue parole

    i tuoi gesti soavi

    la tua sensualità profonda

    la forza della tua interiorità
    che m'accompagna

    dal nostro risveglio comune
    delizioso e scarmigliato

    a augurarci amore e pace

    e giorni migliori
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 18 novembre 2016 alle ore 22:21
    Ma il nostro fiore,profuma ancora ?

    Annuire alla vita

    e distogliere gli sguardi
    dalle facili ironie

    schiarendo visioni
    d'imbarazzi d'intimità

    in questo mondo
    di labili memorie

    nel divenire d'ogni esperienza

    Trascendere e trasmutare
    sciocchi pensieri

    fluttuanti tra errori commessi
    e biasimi di sconforto

    in fantasie d'irrefrenabili splendori

    evocati da incantesimi e piaceri

    E guardarsi intorno

    cercando altrove
    ciò che non troviamo
    tra le pareti della nostra anima
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 18 novembre 2016 alle ore 19:32

    Molte volte non è una questione di educazione, ma di limiti! Persone che superano limiti a loro consentiti e pretenderebbero che tu stessi zitta, ferma, buona e aspettassi che abbiano finito i loro comodi e le loro convenienze. Io ho il mio spazio... Tu il tuo... Io rispetto il mio limite, tu fai altrettanto. Se scegli di non rispettarlo sappi che se vieni "Nel mio" ... Lì; comando IO!

  • 18 novembre 2016 alle ore 19:16

    Ma no, non è vero che chi diventa più diffidente, rigido e si chiude un poco non ha più sogni. Io ho smesso di fidarmi di tutti, mi sono dedicata a me stessa e a quei pochi che amo, ma di sogni ne ho ancora. Forse non li manifesto più apertamente come prima, non li confido più con la mia voce, ma quella luce che ho negli occhi parla chiaro. E forse è meglio così perché quella luce solo chi ci tiene a me, mi ama e vuole proteggermi può notarla e capire cosa sogno... Al resto del mondo è un bene che non arrivi. I sogni sono difficili da realizzare perché sono poche le persone che ti darebbero una mano per raggiungerli e troppe quelle che si dannerebbero per distruggerteli.

  • 18 novembre 2016 alle ore 12:15
    Miracolo Terreno - La Giustizia -

    Il profumo di santità
    È in tutti!
    L'insegnamento di vita
    È dentro ognuno di noi
    Cavalca il terreno
    In seno al sociale
    Con buoni propositi
    Ed un'opera buona
    Da scalfire nel marmo
    Non chiede miracoli
    All'uomo comune
    Legato al terreno
    E poco propenso
    Al distacco da esso
    La Giustizia
    È di tutti
    È in noi
    Basta meditare
    Nell'umile coscienza
    Profuma di incenso
    È nell'aria pura
    Profuma di santità
    È in un raggio di sole
    Nel luogo sacro.