username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • La poesia contiene la parola
  • Nome autore

Poesie

“Uno sguardo vergine sulla realtà: ecco ciò ch'io chiamo poesia”
Edoardo Sanguineti


Le poesie dei nostri autori sono tutte raccolte qui.
Se vuoi inserire le tue poesie in una pagina a te riservata, iscriviti ora e scopri come fare!

elementi per pagina
  • 16 giugno 2015 alle ore 17:58
    Tra fango e gloria

    Tonitruante quanto basta

    m'immergo in pigli ambiziosi
    con i quali affrontare
    il mare delle avversità

    E affido il desiderio d'amare

    ai sentimenti salvati
    dalle tempeste della vita

    e banchettare tra quelle viscere

    a raccontare delle emozioni
    annegate in quei flutti

    ma sopravvissute all'immortalità

    perché toccate
    dalla sorte della morte

    e obbligate a respirare questo mondo
    di nevrotiche follie e dubbie moralità 

    E prigioniero dei rimpianti
    subisco pene per colpe non commesse
    .
    cesaremoceo
    diritti riservati

  • 16 giugno 2015 alle ore 11:10
    Finestra slavata

    Sentimi entrami aspirami inodorami argana arborea finestra slavata.....lavagna fucina di sentori irrorami albori gracili di rana invischiata....amami quel che puoi come un vento di madrigale che la stella che sei rifulgerà in ogni mio viaggio astrale....

  • 16 giugno 2015 alle ore 11:07
    Magia Della Natura

     
     
     
     
    Il sole a l’orizzonte
    Con milioni di scintille 
    Ci consegna alla sera
     
    Un mitico scenario animato
    Una meravigliosa realtà
    Che domina su di noi tutti
     
    L’uomo analizza le sue leggi
    Oltraggiando la sua armonia
    Scegliendo la strada redditizia
     
    La finta cecità di chi può e vuole
    Alimenta di vaghe speranze
    E di irragionevoli  certezze.
     
    Il figlio mare irritato inghiotte
    Gli eventi indispettiti insidiano
    La natura ammonisce e punisce.

  • 15 giugno 2015 alle ore 22:53
    I need to pass

    I need to pass

    Ho fame di sogni

    di libertà infrante

    di dignità spezzate

    di pensieri stuprati

    di respiri recisi.

    I need to pass

    mentre tu sputi sulle mie debolezze

    creando prigioni

    e letti di fango

    mentre ignori il dittongo delle mie suppliche

    tra l'ipocrisia di silenzi

    d'una cristianità apparente.

    I need to pass

    Non voglio la tua carità

    ma un cielo senza bombe

    e rintocchi di stelle

    negli occhi d'un figlio

    che vedrà il domani.

    I need to pass

    Hai depredato il mio cuore

    la mia terra

    estirpando la pelle ai miei giorni

    e consumato parole

    offrendomi morte

    in cambio della speranza.

    I need to pass

    e silenzi d'amore.

     

  • 15 giugno 2015 alle ore 22:30
    Senza titolo VII

    Mi lascerò andare via,
    con i piedi che si staccano dal
    suolo, mi solleverò lento
    verso il percorso segnato nelle stelle,
    che ho già esplorato nei miei
    sogni e fantasie da amante.
    Con somma gioia mi
    staccherò da questo posto,
    dai ricordi che ho di voi
    che mi infastidiscono nottetempo.
    Nel vuoto sidereo mi librerò fino
    a trovare un buco nero che mi comprenda.

  • 15 giugno 2015 alle ore 19:33

    La vita insegna, insegna quando ti fa a pezzi e quando ti regala un sorriso. 
    La vita non risparmia niente e nessuno... Ti da solo il tempo di capire per chi  devi risparmiare il tempo da dedicare e a chi devi risparmiare attenzioni. La vita lascia segni non sempre cancellabili, alcuni li porti dentro per sempre. 
    La vita la voglio vivere e per viverla amo riempirla di certezze. Amo sfidarla e fare a pezzi le barriere che mi rallentano. Amo guardarmi dentro e se necessario tornare indietro e cambiare strada. Amo valutare nuove prospettive e nuove persone. Amo scegliere solo ed esclusivamente per me . Amo la verità anche detta in modo diretto. La amo perchè una bugia scivola pian piano ma la verità resta e ti apre nuove strade ... Spesso proprio quelle giuste. 
    La  vita mi ha detto: "Ricordati che non torno"! E' li che ho capito che ciò che non era sicuro di seguirmi doveva restare dietro.  Amatela la vita, lei spesso non perdona e non dimentica, lei non ha tempo per il niente e ama essere riempita di SI e di sicurezze. Di costanza e di certezze. Di amore e di sincerità... Lei ama sorridere... Per questo forse la sento così tanto SIMILE A ME!

  • 15 giugno 2015 alle ore 17:02
    Sei qui

    M'inebrio
    del tuo sguardo
    cosi' dolce, cosi' intenso

    Svela
    quell'amore stupendo
    che tu hai sempre sognato.

    E io so
    come amarti...
    ti stavo aspettando

  • 15 giugno 2015 alle ore 9:31
    Il Figlio Della Natura

     
     
    Vorrei essere figlio del sole
    Per regalare tanto calore
     
    Vorrei essere figlio delle stelle
    Per far brillare la terra
     
    Vorrei essere figlio della luna
    Per far sognare ognuno di noi
     
    Vorrei essere figlio dell’aurora
    Per regalare a tutti l’amore
     
    Vorrei essere figlio del tramonto
    Per far sognare a tutto il mondo
     
    Vorrei essere figlio delle montagne
    Per far baciare terra e paradiso
     
    Vorrei essere figlio del mare
    Per annegare tutto il male
     
    Vorrei essere figlio del vento
    Per spazzare  ogni tormento
     
    Ma sono figlio del mondo
    E non posso cambiare il mondo.
     

  • 14 giugno 2015 alle ore 21:45
    La più bella stella

    Mille pensieri invadono la mente

    mille emozioni mi sfiorano la pelle

    mentre dal palcoscenico della vita
    recito la mia parte

    Adagiarmi tra le coltri delle stelle

    immerso nell'imperturbabile silenzio
    dei vuoti infiniti

    nelle insondabili profondità dei cieli

    E scegliere Te

    la più bella stella
    che guida i miei passi

    lungo i ripidi sentieri della vita

    a brillare nelle notti buie
    indicandomi il cammino

    E ben sapendo che

    solo chi a conosciuto
    la profondità dell'anima

    può capire lo splendore del cuore

    insieme seguiremo la nostra strada

    sfiorati dalla carezza soave dei venti

    volgendo gli sguardi ovunque

    fino a far incontrare
    i nostri occhi pieni d'amore

    che si donano amore
    .
    cesaremoceo
    diritti riservati
     

  • 14 giugno 2015 alle ore 15:20
    Cerniere

    Sorda impalpabile cerniera,
    sulla pelle della luna,
    delicatamente la apri sapendo
    che troverai solo luce riflessa,
    e non propria
    il sole sta altrove e sorride, silenzioso
    con i suo contorni che si perdono nell'ombra
    dove io mi nascondo...

    chiudo quella cerniera,
    e con essa i miei occhi, 
    lasciando che il sole mi riempia di luce

  • 14 giugno 2015 alle ore 9:28
    Viaggio Nel Tempop

     
     
     
    Mi basta immaginare
    Il silenzio della vita
     
    Il fuggire dai giorni
    Allo spegnersi della luce
     
    Per fuggire dal tempo
    E correre nel vento
     
    Nello spazio futuro
    A dissetare lo spirito
     
    Per poi:
     
    Vagare nel dopo
    Effervescente delle stelle
     
    Nella vita senza dolore
    Nell’oasi della gioia.
     

  • 14 giugno 2015 alle ore 7:33
    Di sole e vento

    Ho il sole in faccia
    e il vento nei capelli
    mentre percorro
    il dirizzone verso casa
    coi finestrini aperti
    inarcando le labbra
    in un sorriso
    sotto gli occhiali scuri.

    Ripenso a te
    che dalla cucina
    intonavi il tuo canto
    e lo intrecciavi al mio
    mentre suonavo la chitarra
    seduto sul divano.
    Era di gioia e sole
    la fine di quel pomeriggio
    che udiva le nostre voci
    venire dal terrazzo.
    Il sugo andava
    e profumava l'aria
    di amore e sguardi dolci
    tutt'intorno.

    Ho il sole in faccia
    e il vento tra i capelli
    mentro sorrido
    sulla strada del ritorno.

  • 13 giugno 2015 alle ore 17:26
    Haiku

    Rose sul prato
    Ode senza parole
    Bellezza pura

  • 13 giugno 2015 alle ore 10:32
    Speranze Implorate

     
     
     
    In un’alba infuocata
    Il profumo dell’aria
    E lo spuntare del sole
     
    Fa navigare l’universo 
    Per capire dal passato 
    E migliorare il futuro
     
    Nella magia del pianeta
    Dell’immenso orizzonte
    La ricerca dell’attimo 
     
    Vagare il mistero
    Elevarsi nella sera
    Nei riflessi delle stelle
     
    È l’amara illusione
    Di speranze pretese
    Al vivere l’insieme

    Una fuga nel vuoto
    In attimi di eterno
    E delusa armonia.
     
     

     

  • 13 giugno 2015 alle ore 10:25
    Il rumore dell'anima

    Soffrire...

    e continuare a soffrire nei silenzi

    col dolore che lacera il cuore

    alleviato dal pensare
    che il destino veda sempre
    più in là dei nostri occhi

    E non servono parole
    per esprimere le emozioni
    segnate dalla lontananza

    con l'anima a riempirsi di tristezze
    e la mente a viaggiare a ritroso

    a ripercorrere il passato

    e colmare il cuore
    di meravigliosi ricordi

    indissolubili

    che niente e nessuno mai
    potrà cancellare

    e che anzi alimentano
    la fiamma dell'affetto

    Col tuo volto impresso negli occhi

    ad accompagnarli
    in ogni istante dei giorni

    ti ritrovo nell'aria che respiro

    nel vento che m'accarezza

    nelle stelle che brillano in Cielo

    nelle onde di questo mare
    che cullano i ricordi

    E rimani nell'anima...

    cesaremoceo
    diritti riservati
    segnala abuso

  • 13 giugno 2015 alle ore 2:56

    Un giorno dissi: "Ho perso una volta , non voglio perdere la seconda". Ho perso anche questa volta, ma stavolta sono felice di aver perso. A differenza della prima, dove ricordi ed emozioni sono rimasti intatti. Dove la stima per la persona è ancora alta. Dove malgrado il male ricevuto, ma causato involontariamente io stringo nel cuore quei momenti.  Li stringo così forte da amarne anche le lacrime e i 2 anni di dolore. Nel secondo caso invece riesco a sentire un'amarezza immane, un pensiero che giorno dopo giorno è sempre più lontano. Una mancanza che ogni giorno è sempre più fievole. Riesco solo a dire:"Non ti credevo così"! Questo fa di me una persona consapevole che ciò che non può meritare ME non merita da ME alcun rimpianto... Forse proprio questa convinzione fa di me , malgrado tutto, una persona serena. Una persona che forse ancora non è pronta ad allargare le braccia a nuovi amori, ma è sicuramente una persona che sa ciò che vuole, una persona libera di ascoltare nuove emozioni e di scegliere se viverle.

  • 13 giugno 2015 alle ore 0:06
    il nostro destino

    il nostro destino
    una goccia di pioggia
    un bacio alla luna
    un sospiro al vento
    e poi pace per un momento
    in fondo siamo
     in palmo di mano
    sotto questo cielo
    null'altro sappiamo

    Marco Bo
    http://cantidallaperiferiadelmondo.blogspot.it/2015/05/il-nostro-destino.html

  • 12 giugno 2015 alle ore 20:19

    Io scelgo da sola. Nella mia vita non ho mai fatto scelte per gli altri, per ciò che pensavano gli altri, ma sempre e solo con la mia testa. Ne vado fiera, e se a volte ho sbagliato meglio con la mia di testa che con quella degli altri. Puoi odiare qualcuno, che con te si è comportato (secondo te) di merda... Ma questo non significa che per questo debba odiarlo pure io...  Io guardo ciò che viene fatto a me e valuto in base a questo. Posso lasciare dietro me persone che ritengo non siano più degne di starmi vicino, posso lasciare dietro me persone che amo solo perché capisco che sarebbe un dolore ancor più grande portarle con me... Ma qualsiasi cosa scelgo lo farò sempre e solo PER ME STESSA. 

  • 12 giugno 2015 alle ore 13:46
    Variazioni

    Si veste di festa l’aria
    che intorno ubriaca la mia mente
    e sconvolge, quasi, il credo maturato
    all’ombra di ardenti desideri fioriti.
    Soltanto conoscenza può dividere
    le acque che mi separano dalla meta
    fatta di fiori e di riposo
    dove lo studio non incute timore ne richiede
    riverenze,
    ma capace annuncia il rantolo stanco
    dell’eterno ricercatore che giace consolato
    sotto l’albero rivelatore.

    Raffaele di Ianni

  • 12 giugno 2015 alle ore 10:55
    Moltiplicare le emozioni

    Raccontare con ironia
    i gesti d'ogni giorno

    ritraendoli ancora
    e poi ancora nel modo più efficace

    nella costrizione di celare le emozioni
    e i desideri

    Cercare novità tra cui scegliere
    in quest'era di valori in estinzione

    e arrivare sempre a un passo dai sogni

    amori mai sbocciati

    annegati nei rimpianti
    tra dolcezze e drammi

    Commedie dissacranti

    recitate nel piacere
    di non aver fatto nulla d'irresponsabile

    col sentire interiore 
    a condannare quello dove e quando
    trovo di sbagliato

    E credere fermamente
    che soffrire per aver taciuto

    non è la giusta ricompensa alla vita
    .
    cesaremoceo
    diritti riservati
    segnala abuso

  • 12 giugno 2015 alle ore 10:02
    L'Ombra Della Vita

    All’Ombra Della Vita
     
     
     
    Curiosa esistenza
    Il respiro della vita
    Vissuta all'ombra
    Come uno spettro.
     
    E' una lotta continua
    Nel silenzio della mente.
     
    È un mare tempestoso
    In una notte intermittente.
     
    È un fiore in declino
    Predestinato a morire.
     
    Meglio reagire e vivere
    Una vita calma e serena
    Anche se vissuta all'ombra
    Ma con tanta utilità sociale.
     
     

  • 11 giugno 2015 alle ore 11:55
    Respiro Notturno

     
     
    Ma come faccio a respirare
    Senza il cuore della luna!
     
    Lei mi sorride di continuo
    Anche nel pallido inverno
    Quando il suo viso diventa triste
    Protetto da una coltre di nuvole
     
    Lei ha la bellezza della donna
    E quando rimane da sola
    Per interpellare il mare
    Parla con la voce del cuore
     
    Nella tana del tempo
    Le onde delle aspettative
    Elargiscono soluzioni 
    Intrise di speranze vere.

  • 10 giugno 2015 alle ore 21:59
    Arrivare e rinascere

    Penosamente concentrato su me stesso
    cerco di aprirmi una strada
    attraverso le stelle
    a ricordare la storia non sempre rosea
    della mia vita
    vissuta nella fierezza collassata
    e con l'orgoglio spesso amputato
    da relazioni viziate dall'incoscienza
    succube dei capricci della coscienza
    Giorni ingarbugliati
    a consumarmi in un'esistenza fantasmatica
    nella leggerezza del destino
    e sopravvivere solo
    pensando al domani
    districandomi dentro nebbie
    di vapori mefitici e effluvi maligni
    esalati dalle infide paludi
    della malvagità del mondo
    esasperato dall'indifferenza degli uomini
    E arrivare e rinascere
    .
    cesaremoceo
    diritti riservati
    segnala abuso

  • 10 giugno 2015 alle ore 20:52
    I mei pensieri,i miei silenzi

    Andare per terre di coraggio
    avvolto in devastanti narcisismi

    sensazioni egoistiche

    a dare all'anima qualcosa
    che la mente non comprende

    Scrivere d'emozioni e sentimenti

    col sangue a ribollire
    tra le calamità esistenziali

    che trapassano il cuore

    a infiammare granelli di battiti
    disseminati lungo i crinali degli attimi
    che sanno di malinconia

    E vivere questi gemiti d'incanto
    a ravvivare l'anima

    nei colori della sua purezza

    nei profumi della sua essenza

    nel suo susseguirsi di albe e tramonti

    E godere in quei silenzi della loro misticità
    .
    cesaremoceo
    diritti riservati
    segnala abuso

  • 10 giugno 2015 alle ore 19:12
    Vico Equense

    Fra montagne
    una piccola casa
    di narrator dimora
    felice isola
    sopite rimembranze.