username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • La poesia contiene la parola
  • Nome autore

Poesie

“Uno sguardo vergine sulla realtà: ecco ciò ch'io chiamo poesia”
Edoardo Sanguineti


Le poesie dei nostri autori sono tutte raccolte qui.
Se vuoi inserire le tue poesie in una pagina a te riservata, iscriviti ora e scopri come fare!

elementi per pagina
  • 01 novembre 2014 alle ore 14:47
    Presso la Locanda del Tempo

    Sull'erto crinale del rammarico

    mi fermai due giorni soli,

    un pane secco e poca acqua,

    pensando pensieri

    pensati

    ruminando il rammarico. 

    Poi in riva al lago salato 
    presso la Locanda del Tempo 
    tenni per migliore senz'altro 
    l'unica opzione spendibile. 

    Le mie scelte passate 
    sono ora nel mio presente. 
    Aspetto.

     

    Il tempo che fu, è stato il mio tempo 
    ed è il presente che scorgo ora

    nel presente tempo futuro.

  • 01 novembre 2014 alle ore 14:46
    Presso la Locanda del Tempo

    Sull'erto crinale del rammarico

    mi fermai due giorni soli,

    un pane secco e poca acqua,

    pensando pensieri

    pensati

    ruminando il rammarico. 

    Poi in riva al lago salato 
    presso la Locanda del Tempo 
    tenni per migliore senz'altro 
    l'unica opzione spendibile. 

    Le mie scelte passate 
    sono ora nel mio presente. 
    Aspetto.

     

    Il tempo che fu, è stato il mio tempo 
    ed è il presente che scorgo ora

    nel presente tempo futuro.

  • 01 novembre 2014 alle ore 10:40
    L'Uomo Civetta

     
    Domina nella brughiera
    Il gigante solitario
    Ai suoi piedi giace
    La sete del conoscere
    Dello scettico vagabondo
     
    Che inizia
    La scalata sino alla cima
    Dentro
    Nel mistico orizzonte
    E non gli basta
     
    Vorrebbe penetrare l'oltre
    Ma tra un cercare e l'altro
    Vede una foglia navigare
    I’ impenetrabile Infinito
    Per poi perdersi nel vuoto
     
     
    Gli viene voglia di volare
    Ma come aliante in avaria
    Ruzzola a picco alla deriva
     
    Capisce che vicino alla morte
    L'uomo ama di più i simili
    E intensamente il Divino.

  • 01 novembre 2014 alle ore 10:39
    Oltre Il Vivere

     
    Domina nella brughiera
    Il gigante solitario
    Ai suoi piedi giace
    La sete del conoscere
    Dello scettico vagabondo
     
    Che inizia
    La scalata sino alla cima
    Dentro
    Nel mistico orizzonte
    E non gli basta
     
    Vorrebbe penetrare l'oltre
    Ma tra un cercare e l'altro
    Vede una foglia navigare
    I’ impenetrabile Infinito
    Per poi perdersi nel vuoto
     
     
    Gli viene voglia di volare
    Ma come aliante in avaria
    Ruzzola a picco alla deriva
     
    Capisce che vicino alla morte
    L'uomo ama di più i simili
    E intensamente il Divino.

  • 31 ottobre 2014 alle ore 21:06
    La sensibilità dello Spirito

    Nella vivacità turbolenta dei giorni

    a stimolare fantasie
    squisitamente argute

    lasciare spazio nei tramonti

    alla dimensione più ovattata
    che inizia a svelarsi
    all'ombra della Luna 

    E in quelle aspettazioni

    divorati dalle brame 

    spingere le emozioni
    a abbandonare i rifugi

    rassegnati alle loro imperfezioni

    la bellezza dell'anima
    a ridestarsi dalla sua stessa intensità

    e il cuore a battere i ritmi
    del calar del sole

    tutto in armonia
    a vivere in perfetta simbiosi 

    e impedirci di vedere
    ciò che d'irrisolto e ambiguo
    c'è nella sensibilità dello Spirito
    .
    cesaremoceo(c)
    diritti riservati

  • 31 ottobre 2014 alle ore 18:06
    Voglia Di Volare

     
    Finalmente
    La Luna
    Si è forgiata del tutto
    Sotto gli occhi di Lei
    Che la sta a guardare.
     
    Grazie Luna!
     
    Parlale di me
    E dei miei pensieri:
     
    Dille
    Che l'aspetto nel silenzio
    Fra fiori e spighe dorate.
     
    Dille
    Che l'aspetto fra le stelle
    Riflesse sul letto del mare.
     
    Dille
    Di volare sulle ali del vento
    Verso la voglia dell'amore.

  • 31 ottobre 2014 alle ore 17:46
    Il mio sogno

    Quando il sogno
    prendera corpo,
    vorro' che tale corpo 
    potra' esprimersi
    come  un sogno.
    Insieme a te!

     

  • 31 ottobre 2014 alle ore 17:10
    Solito Canto

     
     
    Io mi domando
    Siamo vicini
    O lontani!
     
    La nostra distanza
    Giorno dopo giorno
    Divora e ci consuma.
     
    La sera aspetto il tempo
    I profumi dell'aurora
    Per usare la sua melodia.
     
    Ti aspetto Scintilla
    Nella luce del giorno
    Sarai il mio futuro.
     
    Nel mare dei sogni
    L'amore non avrà
    Il gusto della fantasia.

  • 31 ottobre 2014 alle ore 17:08
    Vergine Santa

     
    Riccioli dorati sul suo viso
    Occhi di sole
    Pupille di luna
    Schizzi di mare sulla pelle chiara
    Fulgida luce sulla pelle nera.
     
    Magica
    Incantevole
    Divina
    Mistura di bellezza
    Fra luna e sole.
     
    Regina dell'Universo
    Scivolata dall'arcobaleno
    Sulla misteriosa umanità
    Venerata  dalla gente
    E destinata ad ispirare
    Un nuovo modello di vita.

  • 31 ottobre 2014 alle ore 17:07
    Venere Della Notte

    Una formidabile luna
    Colora tempo e spazio
    Di una notte tranquilla
    E sotto le stelle tremule
    Pare che gli attimi
    Si siano addormentati.
    Mentre quaggiù
    Quasi per dispetto
    Lucciole ingannevoli
    Vogliono diffondere
    Con la loro lucerna
    Una musica sinfonica
    Simile a sciami di farfalle.
    Ignara del loro incanno
    Oh Venere della notte
    Sirena dei prati
    Vestita di luna
    Tessi speranze
    A ritmi e suoni
    Di campanelli dorati.

  • 31 ottobre 2014 alle ore 17:07
    Venere Della Notte

    Una formidabile luna
    Colora tempo e spazio
    Di una notte tranquilla
    E sotto le stelle tremule
    Pare che gli attimi
    Si siano addormentati.
    Mentre quaggiù
    Quasi per dispetto
    Lucciole ingannevoli
    Vogliono diffondere
    Con la loro lucerna
    Una musica sinfonica
    Simile a sciami di farfalle.
    Ignara del loro incanno
    Oh Venere della notte
    Sirena dei prati
    Vestita di luna
    Tessi speranze
    A ritmi e suoni
    Di campanelli dorati.

  • 31 ottobre 2014 alle ore 17:07
    Venere Della Notte

    Una formidabile luna
    Colora tempo e spazio
    Di una notte tranquilla
    E sotto le stelle tremule
    Pare che gli attimi
    Si siano addormentati.
    Mentre quaggiù
    Quasi per dispetto
    Lucciole ingannevoli
    Vogliono diffondere
    Con la loro lucerna
    Una musica sinfonica
    Simile a sciami di farfalle.
    Ignara del loro incanno
    Oh Venere della notte
    Sirena dei prati
    Vestita di luna
    Tessi speranze
    A ritmi e suoni
    Di campanelli dorati.

  • 31 ottobre 2014 alle ore 17:07
    Venere Della Notte

    Una formidabile luna
    Colora tempo e spazio
    Di una notte tranquilla
    E sotto le stelle tremule
    Pare che gli attimi
    Si siano addormentati.
    Mentre quaggiù
    Quasi per dispetto
    Lucciole ingannevoli
    Vogliono diffondere
    Con la loro lucerna
    Una musica sinfonica
    Simile a sciami di farfalle.
    Ignara del loro incanno
    Oh Venere della notte
    Sirena dei prati
    Vestita di luna
    Tessi speranze
    A ritmi e suoni
    Di campanelli dorati.

  • 31 ottobre 2014 alle ore 17:07
    Venere Della Notte

    Una formidabile luna
    Colora tempo e spazio
    Di una notte tranquilla
    E sotto le stelle tremule
    Pare che gli attimi
    Si siano addormentati.
    Mentre quaggiù
    Quasi per dispetto
    Lucciole ingannevoli
    Vogliono diffondere
    Con la loro lucerna
    Una musica sinfonica
    Simile a sciami di farfalle.
    Ignara del loro incanno
    Oh Venere della notte
    Sirena dei prati
    Vestita di luna
    Tessi speranze
    A ritmi e suoni
    Di campanelli dorati.

  • 31 ottobre 2014 alle ore 17:07
    Venere Della Notte

    Una formidabile luna
    Colora tempo e spazio
    Di una notte tranquilla
    E sotto le stelle tremule
    Pare che gli attimi
    Si siano addormentati.
    Mentre quaggiù
    Quasi per dispetto
    Lucciole ingannevoli
    Vogliono diffondere
    Con la loro lucerna
    Una musica sinfonica
    Simile a sciami di farfalle.
    Ignara del loro incanno
    Oh Venere della notte
    Sirena dei prati
    Vestita di luna
    Tessi speranze
    A ritmi e suoni
    Di campanelli dorati.

  • 31 ottobre 2014 alle ore 17:07
    Venere Della Notte

    Una formidabile luna
    Colora tempo e spazio
    Di una notte tranquilla
    E sotto le stelle tremule
    Pare che gli attimi
    Si siano addormentati.
    Mentre quaggiù
    Quasi per dispetto
    Lucciole ingannevoli
    Vogliono diffondere
    Con la loro lucerna
    Una musica sinfonica
    Simile a sciami di farfalle.
    Ignara del loro incanno
    Oh Venere della notte
    Sirena dei prati
    Vestita di luna
    Tessi speranze
    A ritmi e suoni
    Di campanelli dorati.

  • 31 ottobre 2014 alle ore 11:02
    ancora Autunno

    non avere paura
    perchè è così che deve andare lo sai 
    lo sai che noi tutti siamo
     soltanto esili e fragili foglie nel vento 
    foglie nel vento in migrazione verso non si sa dove
    e nulla più
    e tutto qua
    fragili foglie
    il sacro ciclo delle stagioni
    ancora Autunno 
    inizio
    e
    fine
    e così sia

    Marco Bo
    http://cantidallaperiferiadelmondo.blogspot.it/2014/10/ancora-autunno.html

  • 31 ottobre 2014 alle ore 10:33
    Sogni D'Amore

     
    Riccioli dorati sul suo viso
    Occhi di sole
    Pupille di luna
    Schizzi di mare sulla pelle chiara
    Fulgida luce sulla pelle nera.
     
    Magica
    Incantevole
    Divina
    Mistura di bellezza
    Fra luna e sole.
     
    Regina dell'Universo
    Scivolata dall'arcobaleno
    Sulla misteriosa umanità
    Venerata  dalla gente
    E destinata ad ispirare
    Un nuovo modello di vita.

  • 30 ottobre 2014 alle ore 23:25
    Colpevole

    Righi il cielo e ti adagi
    in una menzogna
    con un amore segreto
    che spesso sogni
    col pensiero di non trovarlo
    al tuo ritorno, quando è cessato
    quel vento caloroso che indisturbato
    ha preso le valige, dimenticandosi di te

  • 30 ottobre 2014 alle ore 22:01
    Architetture di luci e tenebre

    I tuoi occhi che brillano 
    tra raggi di Luna
    a esaltarne la straordinaria bellezza
    e trasformarli
    in inebrianti punti di luce
    fulcri scintillanti di giorni speciali
    a ispirarmi e farmi sognare
    nella vivacità dei colori dell'anima
    sul fondo scuro dell'esistenza
    Sentieri tracciati d'entusiasmi palpabili
    a diventare palcoscenici
    su cui si alternano
    architetture di luci e di tenebre
    a raccogliere le emozioni a me più care
    e tramutarle
    in eccezionalità colme d'amore 
    e ribalte di sensazioni preziose 
    a emanare sensi d'irrequieto calore
    .
    cesaremoceo(c)
    diritti riservati

  • 30 ottobre 2014 alle ore 20:01
    Poesia senza versi

    La mia poesia
    ha perso i versi
    Ora son chino
    a cercare frammenti
    di parole non ancora dette
    lettere sparse dal vento
    per viottoli che si disperdono
    nel buio di oceani sconosciuti
    M' è rimasta tra le mani
    una matita colorata
    la rigiro per creare arcobaleni
    ma poi essa sparisce, guardo le dita
    incredule e smarrite
    Alzo gli occhi confusi
    verso non so dove
    e vedo il nulla
    Non trovo più le tue carezze
    non sento più il tuo sorriso
    non apri più la porta
    per poterti abbracciare
    Hai coperto di gelo
    un amore radioso
    nel mentre egli urlava di gioia
    Non serve il mio canto
    se tu non vuoi
    più ascoltarlo!
    Ho perso i versi...
     

  • 30 ottobre 2014 alle ore 18:21
    Poesia Nella Poesia

     
     
     
    Nella mente navigano pensieri
    Tra urli, attese e luci dell'anima
    Penetrano i nostri cuori
    Dalla finestra della vita
     
    La luce penetra l’oscuro
    Con i primi sorrisi dell’alba
    I miei pensieri colorano il cielo
    Di un silenzio che dice di tutto
     
    Ho nascosto i miei sogni
    Nei fremiti cocenti della pelle
    Mentre ora si nutrono di sole
    Nell'immenso che mi appare
     
    Dal giorno scivola il suo tempo
    Una nuvola serra la porta al sole
    E nel groviglio di pensieri
    Spazi bui celano storie d'amore.
     

     

  • 30 ottobre 2014 alle ore 16:57
    Un Ricordo

     
     
     
    E' in arrivo la notte
    Mentre a testa bassa
    Mi tuffo fra le stelle
    Nelle emozioni
    Dentro i ricordi
    E in altre notti
    In momenti da rivivere
    Per mandare a dormire
    Tutti i mali passati
    Che mi appartengono.
    Silenziosamente ritornano
    Nella consueta realtà
    Ed il tuo viso di luna
    Viaggia nella fantasia
    Libero di consumare
    Storie di gioia e dolori
    Fatte di momenti nostri
    Di un passato
    E di un presente
    Che presto sarà ricordo.
    Ed allora mi chiederò:
    Ora dove sei!
    Con chi sei!
    Come stai!
     

  • 30 ottobre 2014 alle ore 16:57
    Un Ricordo

     
     
     
    E' in arrivo la notte
    Mentre a testa bassa
    Mi tuffo fra le stelle
    Nelle emozioni
    Dentro i ricordi
    E in altre notti
    In momenti da rivivere
    Per mandare a dormire
    Tutti i mali passati
    Che mi appartengono.
    Silenziosamente ritornano
    Nella consueta realtà
    Ed il tuo viso di luna
    Viaggia nella fantasia
    Libero di consumare
    Storie di gioia e dolori
    Fatte di momenti nostri
    Di un passato
    E di un presente
    Che presto sarà ricordo.
    Ed allora mi chiederò:
    Ora dove sei!
    Con chi sei!
    Come stai!
     

  • 30 ottobre 2014 alle ore 16:57
    Un Ricordo

     
     
     
    E' in arrivo la notte
    Mentre a testa bassa
    Mi tuffo fra le stelle
    Nelle emozioni
    Dentro i ricordi
    E in altre notti
    In momenti da rivivere
    Per mandare a dormire
    Tutti i mali passati
    Che mi appartengono.
    Silenziosamente ritornano
    Nella consueta realtà
    Ed il tuo viso di luna
    Viaggia nella fantasia
    Libero di consumare
    Storie di gioia e dolori
    Fatte di momenti nostri
    Di un passato
    E di un presente
    Che presto sarà ricordo.
    Ed allora mi chiederò:
    Ora dove sei!
    Con chi sei!
    Come stai!