username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • La poesia contiene la parola
  • Nome autore

Poesie

“Uno sguardo vergine sulla realtà: ecco ciò ch'io chiamo poesia”
Edoardo Sanguineti


Le poesie dei nostri autori sono tutte raccolte qui.
Se vuoi inserire le tue poesie in una pagina a te riservata, iscriviti ora e scopri come fare!

elementi per pagina
  • 13 marzo 2014 alle ore 22:21

    Grazie a te che mi hai insultato, offeso e ferito oggi sono una persona forte! Grazie a te che mi hai fatto cadere senza tendermi una mano per rialzarmi, oggi sono una persona sicura di se. Grazie a te che hai riso dei miei errori e dei miei limiti, oggi sono una persona che non se la prende più. Grazie a te che hai dato voce a chiacchiere e calunnie, oggi sono una persona che non teme il confronto. Grazie a te che hai giocato con la mia buona fede e i miei sentimenti, oggi sono una tra quelle persone che non crede alle parole. E GRAZIE A ME; perché avendo avuto la forza di affrontare e superare tutto questo ... Oggi sono FIERA DI ESSERE LA PERSONA CHE SONO! PER GIOIA E ORGOGLIO MIO E ALLA FACCIA DI MERDA VOSTRA!

  • 13 marzo 2014 alle ore 22:19

    Se oggi l'amore, in questo giorno speciale del 14 Febbraio potesse parlare direbbe molte cose. Direbbe di smetterla di giocare con lui come se fosse un passatempo o un diversivo. Chiederebbe di smetterla di usarlo come scusa per raggiungere scopi o altri ambiti "Traguardi". Direbbe a molte persone: "Non siete degni di me"! Ma direbbe a quei pochi che davvero amano e ancora rispettano questi valori: "Buon S. Valentino"!

  • 13 marzo 2014 alle ore 22:18

    Oggi è il giorno di S. Valentino. Il giorno dell'amore. Il giorno in cui si festeggia qualcosa che si vede ormai fin troppo in trasparenza. Si vede amori traditi e delusi. Anche gli amori più grandi come quello tra madri e figli. L'amore non va festeggiato 1 giorno all'anno perché così decide il calendario, esso va principalmente provato e donato senza illusioni e menzogne. L'amore è un modo di vivere e di rapportarsi con il mondo e non un pretesto per festeggiare. Quindi oggi per me meritano un buon S. Valentino solo coloro che amano davvero e non solo oggi. 

  • 13 marzo 2014 alle ore 22:18

    Forse molte persone non hanno chiaro il concetto della vera amicizia... Mi stupisce vedere ancora certe cose. E mi delude vedere come ancora si sbaglia in questo. Mi delude vedere quanto opportunismo si nasconda in persone che ti dicono di volerti bene ma poi se scegli di prendere la tua strada, di fare FINALMENTE qualcosa per te stessa si sputa merda... L'amicizia gioisce per te e non rivanga nulla nemmeno ciò che ha dato; perché nel momento in cui lo fa dovrebbe anche ricordarsi di ciò che HA PRESO!

  • 13 marzo 2014 alle ore 10:24
    Nostalgia

    17/02/12
    Nostalgia, nostalgia

     nostalgia, di quando padri e madri erano giovani grandi e forti
     partivano la mattina per il mondo e tornavano alla sera al caldo buono della stufa e di un piatto di minestra
     

    di quando noi giocavamo a pallone d'estate sulla piazza tra le scalinate del municipio e della chiesa come porte,
    le macchine si fermavano per noi e fino a che era buio nessuno ci veniva a cercare

    nostalgia, nostalgia

    di quando il nostro paese sulla collina era come un’isola e la nebbia d’autunno tutt’intorno era come il mare e nei vigneti noi giocavamo a cercar conchiglie

    e di quando guardavamo gli altri paesi sulle colline di fronte e organizzavamo le spedizioni d’estate in bici per arrivare alle feste alle giostre alle ragazze più belle

    nostalgia, nostalgia

    di quando si scendeva in città con la corriera per la festa per la fiera e ci si perdeva tra i banchi di caramelle e zucchero filato nel mercato

    e di quando dopo pranzo d’estate, mentre tutto era immobile e silenzio, sulla panchina dei giardini vicino al bar della piazza mangiavamo un ghiacciolo al limone

    nostalgia, 
    no non è rimpianto né paura del tempo che passa, è soltanto che alcune persone e alcune cose non ci sono più 
    è che il paese ed il mondo non sono più come allora, e ognuno è più lontano e più solo, 
    è che adesso non esistono più isole, siamo tutti collegati in rete ma in realtà ci sentiamo persi lontani e soli sempre più soli, soli

    no, non era migliore il mondo allora, era semplicemente più grande più duro e difficile
     e forse per questo le persone si stringevano attorno alla stufa d’inverno con un bicchiere di vino o sulla piazza a giocare a pallone
     e se si partiva si andava in gruppo alla festa e sempre in gruppo si tornava perché la nebbia era fitta tutt’intorno là fuori

    adesso ognuno parte da solo, e parte solo per se stesso 
    e sulla propria via spesso si perde solo……
    nostalgia, nostalgia di un sentiero da camminare  piano
    mano nella mano in un'infinita notte d’estate.......                
    like a rolling stone!

    Marco Bo 
    Perchè ci mettiamo in cammino

    http://cantidallaperiferiadelmondo.blogspot.it/2012/02/nostalgia-nostalgia.html

  • 13 marzo 2014 alle ore 9:29
    Parlami

    Prima che anche gli occhi
    diventino muti.
    Senza riguardo,
    a fatica
    dai deserti del cuore.
    Se le mani tremano
    raccogliendo una poesia
    che appassisce
    tra le spine del perdono,
    tu chiamami
    prima che il mattino
    si volga altrove.

  • 12 marzo 2014 alle ore 22:02
    Haiku

    S' aprono le ali
    paupulano i pavoni
    La caccia è aperta
     

  • 12 marzo 2014 alle ore 21:36
    Stella dorata

    Dono prezioso
    della mia vista incanto
    tenero respiro
    Soave nettare
    eccelsa stele
    dolce pallore
    Soffice mantello
    lieve sussurro
    piccolo battito
    Lieto risveglio
    gioioso gioco
    allegro singulto
    Svelto passo
    veloce passatempo
    celere suono
    Unici accenni
    unici versi
    tra noi unici sentimenti.
     

  • 12 marzo 2014 alle ore 21:01
    Perché... le stragi del sabato sera

    Perché è sempre così febbrile
    la voglia
    di afferrare l’orizzonte,
    perché ogni strada, ogni curva
    sono come fili di lana
    attorcigliati sulle dita,
    perché non lasciano mai che il respiro
    si posi sull’ombra di una foglia,
    perché…
     
    Io, come un pallido graffio sull’orizzonte,
    osservo le notti inchinarsi
    all’oro e al vento di queste meteore inquiete.
     
    Posso solo chiedermi perché,
    perché quando l’alba piange
    l’agonia di tanti sogni infranti,
    non sappiamo tergere con quest’ acqua benedetta
    la vergogna e il dolore che bagnano il cuore.
     
    Perché li lasciamo andare così,
    senza una parola,
    senza il senso del ritorno,
    perché noi nell’attenderli
    li crediamo vincitori
    e immortali noi stessi,
    perché…
     
    Il muto orizzonte osserva
    e tace il suo segreto
    lasciando che il miraggio dell’infinito fondo
    avvinca ancora e sempre
    fino all’ultima alba.
     
     
     

  • 12 marzo 2014 alle ore 20:40

    Ho camminato sempre a testa alta, fiera di ciò che sono e orgogliosa anche dei miei sbagli. Sono un puntino in un grande universo. Mi mescolo e mi fondo con il mondo, mi differenzio per alcune cose e mi amalgamo per altre. Ho sbagliato tanto, sia nelle scelte che nel "Pensare"... ma ho fatto anche tante cose giuste e valide. Per questo mi ritengo una di quelle ormai "Poche" persone che meritano di camminare a testa alta! Perché ho ammesso i miei errori e ho imparato da essi. Perché ho dato a chi meritava e non mi sono risparmiata mai di incazzarmi laddove avevo motivi per farlo senza mai fingere un finto buonismo ipocrita. 

  • 12 marzo 2014 alle ore 20:10
    Questione di cuore

    Non importa 
    se importa
    o meno.
    Importa di
    più la porta
    aperta
    sul seno.

  • 12 marzo 2014 alle ore 17:43
    Un fiore appassito

    Con il fiore della giovinezza
    a perdere tutti i petali

    che ne adornavano
    la bellezza d'un tempo

    e con tutto quel che in esso brillava
    opacizzato dallo scorrere
    inesorabile dei giorni

    mi resta soltanto
    la purezza dei sentimenti

    e il coraggio delle parole

    nelle rime che si ribellano
    alle avversità di una vita

    che da sempre più "meno"
    e ancora molto pochi "più"

    E vivere sfruttando il credito
    delle illusioni

    contratte a lunga scadenza

    nell'eterna ebbrezza
    di dar voce a sentimenti

    mescolati alla dolcezza della nostalgia 

    senza sentirmi il classico vaso rotto

    che sta per essere gettato
    in questa pattumiera

    esecrabile divenire del mondo
    .
    cesaremoceo

  • 12 marzo 2014 alle ore 15:56

    Sbagliamo ogni giorno, deludendo e ferendo persone davvero importanti per noi!!
    Molte volte in preda a vortici di ingarbuglio mentale diciamo e facciamo cose che trafiggono e pugnalano peggio di una lama affilata. Non vogliamo farlo, ma per difende qualcosa che va oltre le nostre capacità di pensare, distruggiamo". Dopo ci rimane solo tanta amarezza e delusioni di noi, per non aver saputo dare giusto valore nel momento adeguato a certe situazioni... Dopo non si puo' far altro che chiedere SCUSA DAL PIU' PROFONDO DEL CUORE.

  • 12 marzo 2014 alle ore 13:08

    Dove sono finiti quei gesti carini che si riservavano a quella persona che per noi era davvero speciale. Quelli che si facevano senza l'aiuto di WhatsApp oppure di Facebook. Era bellissimo quando qualcuno ci rincorreva senza tempestarci di messaggi. Quando dimostrava tutto ciò che sentiva in poche e semplici mosse. Erano i tempi in cui i fatti erano al primo posto e contavano ancora più delle parole. Adesso veniamo ricoperti di troppe parole non sentite, di promesse non mantenute e di corteggiamenti freddi e virtuali.

  • 12 marzo 2014 alle ore 9:56

    L'invidia fa male a chi la prova! Si manifesta sotto atteggiamenti persecutori nei confronti di chi è migliore. Si affaccia nella vita delle persone "Invidiate" e tenta di distruggerle sminuendole in mille modi. L'invidia cammina nell'anima marcia di persone subdole e che soffrono di un senso di inferiorità. Hanno mente malata che vede loro stessi al centro del mondo. Li fa sentire superiori a chi ha invece qualità superiori alle loro. Non vedono e non sentono la Ragione ma solo la Rabbia. Si scannano con il prossimo solo per dar da mangiare ad un'anima malata di ossessioni. Hanno paura di essere messi da parte, di passare inosservati, ma le persone che non invidiano, ma sono invidiate queste persone non le vedono nemmeno. Esse camminano proprio nel verso opposto e solo per se stesse. Fiere e circondate da persone pulite, che le amano e sapranno sempre quanto il silenzio valga di fronte alle loro parole offensive. Le persone invidiate vivono di sorrisi, quelle invidiose vivono di rabbia.

  • 12 marzo 2014 alle ore 9:54

    Non è molto il tempo che ho vissuto, ma mi è bastato per capire che le persone su cui tu possa fare affidamento si contano sulle dita di una mano! Che saranno sempre in maggioranza quelle che proveranno a fregarti e fotterti appena ti volti! Che saranno molte quelle che con bugie cercheranno di strapparti parti della tua vita per poi usarle contro di te! Impara: Conta su te stesso! I cazzi tuoi, le tue cose private e personali tienile per te e per pochi eletti! Guardati le spalle sempre e non farti problemi per chi ferisce e infama ma manda tranquillamente anche a Fanculo!

  • 12 marzo 2014 alle ore 9:54

    I pensieri più belli sono quelli che ti lasciano le persone che riescono ad arrivare al tuo cuore senza essere invadenti. Non lasciano prepotenza ne amarezza, ma tatto e gentilezza. Hanno quel profumo che sa di vero e quel sapore di emozione sincera. Le persone che diventano una piccola parte di te senza pretenderlo è perché hanno dimostrato una marcia in più. Quella marcia in più che mancava al tuo "motore" per girare alla grande. E quando hai la fortuna di incontrarle hai solo da sperare che arriveranno con te fino alla fine della corsa perché se così sarà vuol dire che avranno saputo tenere acceso costantemente il tuo motore.

  • 12 marzo 2014 alle ore 9:53

    Non si compra un sentimento e chi sa cosa sia non cercherà mai nemmeno di ottenerlo in modo subdolo. Perché un sentimento comprato con bugie e sotterfugi non ha valore, decade assieme alle tesi costruite per ottenerlo. Chi da veramente un valore ai sentimenti mostra solo se stesso e senza paure e vergogne. perché chi ama davvero ama ciò che sei senza volerti diverso. I sentimenti sono così rari ormai che non è facile trovarli e quando pensi di averli trovati, hai sempre paura di crederci e di abbandonarti ad essi!

  • 12 marzo 2014 alle ore 9:53

    Noi donne siamo un po strane. Ci lamentiamo di non trovare mai qualcuno che sappia amarci come meritiamo, ma poi siamo maggiormente attirate da chi ci da filo da torcere, da chi ci sfida con la mente senza darci certezze e da chi ci lascia un po in disparte ad attendere una chiamata, un cenno o un semplice gesto. Siamo strane si, ma sappiamo anche andarcene poi da queste persone e forse è proprio li in quel momento che capiamo che chi davvero ama in un angolo non ci mette! Non ci deve nemmeno assillare e considerarci di sua proprietà, ma deve comunque darci attenzioni come meritiamo.

  • 12 marzo 2014 alle ore 9:51

    L'errore primario è stato mio quando ho permesso a determinate persone di entrare nella mia vita. Del resto a me è stato insegnato che "tutti" hanno diritto ad avere una possibilità. Che chi sbaglia ha diritto a poter chiedere scusa e dimostrare di aver capito e rimediare. Ma purtroppo l'educazione è una cosa e la vita un'altra. E la vita mi ha insegnato che si deve imparare a scegliere chi far entrare o no nella propria vita. E soprattutto che chi sbaglia non deve avere altre possibilità perché la maggior parte delle volte nel momento in cui gliela concedi, gli doni solo la possibilità di ferirti di nuovo.

  • 12 marzo 2014 alle ore 9:51

    Lo so che i ricordi a volte possono fare male. E so anche quanto la mente spesso si impunti nel non voler cambiare le sue rotte. Puoi andare lontanissimo, ma niente di ciò che hai nella mente e nel cuore potrai mai lasciare abbastanza lontano. E' difficile non cadere in questa forma "malinconica" che a volte prende, ancora più difficile uscirne, ma anche le lacrime a volte in questi casi sanno farti capire che ne hai versate fin troppe e ora è giusto tornare a sorridere.

  • 12 marzo 2014 alle ore 9:50

    S. Valentino la festa degli innamorati e dell'amore. Mi domando se qualcuno che ancora sa cosa sia davvero l'amore esiste. Se esiste ancora qualcuno che s'innamora veramente, che ama con sentimenti veri e puliti. Sentimenti pieni di verità e di valori. Oppure ormai siamo destinati a vedere solo quegli amori fatti di luci fittizie, di bellissimi sguardi e sorrisi davanti ad una cena a lume di candela per poi finire nella solita banale quotidianità fatta di parolacce, urla e liti continue.

  • 12 marzo 2014 alle ore 9:50

    Io so cosa sia la serenità e la felicità. So cosa sia sentirsi in pace con se stessi. Quelle come me non possono vivere a lungo nella delusione e nel dolore. Siamo quelle che amano la spontaneità, la vita e l'essere pazze! Quelle come me non possono morire. Non lo permettono! Rallenteremo la nostra corsa, ci fermeremo a riposare. Cadremo e ci vorrà tempo per rialzarci, ma quello che abbiamo dentro non morirà mai! Troveremo sempre una piccola scintilla da cui far nuovamente divampare il fuoco della vita!

  • 12 marzo 2014 alle ore 9:50

    Nella vita si fanno molti errori e anch'io ho commesso i miei. Il mio tempo sprecato e dedicato a chi non ha apprezzato niente è stato uno di questi. I miei sentimenti, feriti e illusi, dedicati a chi non li meritava, sono stati un altro grande errore. La rabbia e le lacrime, per chi non si è dannato nemmeno di chiedersi come stessi è stato forse uno dei più grandi. Nella vita si sbaglia, ma gli errori aiutano a capire e ad imparare. Oggi valuto bene a chi dare il mio tempo, preferisco spenderlo per me se non è meritato. Mi innamoro a fatica, mi fido poco e sono diffidente, perché il mio cuore e i miei sentimenti meritano rispetto! La rabbia la uso in modo costruttivo, e non le permetto più di distruggermi. Le lacrime... beh.. quelle non sono riuscita a fermarle completamente, ma ho imparato a gestirle sicuramente meglio.

  • 12 marzo 2014 alle ore 9:49

    Solo le persone vere possono permettersi di parlare d'amore. Solo le persone che hanno un'anima pulita e un cuore sincero possono permettersi di ambire all'amore. Vero, nessuno è perfetto e tanto meno casto. Ognuno di noi ha i suoi errori, le sue colpe e i suoi sbagli alle spalle, ma la differenza tra gli errori di alcuni e gli errori di altri è che alcuni hanno saputo imparare da essi mentre altri hanno perseverato ancora nel commetterli. L'amore cerca amore e non illusione. Non si ama per errore, non si ama per sbaglio, ma si ama solo se lo si sente dentro.