username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • La poesia contiene la parola
  • Nome autore

Poesie

“Uno sguardo vergine sulla realtà: ecco ciò ch'io chiamo poesia”
Edoardo Sanguineti


Le poesie dei nostri autori sono tutte raccolte qui.
Se vuoi inserire le tue poesie in una pagina a te riservata, iscriviti ora e scopri come fare!

elementi per pagina
  • 13 febbraio 2014 alle ore 21:53
    La mia barca blu

    Salendo su una barca,

    la notte,

    nulla voglio sapere da te,

    t'ho fatta salire

    e questo ora mi basta.

    Ho fatto venire tanti pesci per saziarti,

    ho ordinato al mare di mantenersi calmo per cullarti,

    ho invitato una sirena per cantare.

    Tu preoccupati che la luna sia abbastanza piena per sapermi vedere,

    perchè la mia barca non è uguale ad un'altra

    e non sale chiunque.

    Nulla voglio sapere da te,

    ma guardami bene mentre reggo il timone,

    senti se il tuo navigare con me stanotte è sereno,

    mangia,

    ascolta cio' che nessun altro puo' dirti,

    nulla voglio sapere,

    questo ora mi basta.

    Abbi cura di come sali sulla mia barca,

    non sbatterci i piedi,

    non scendere o salire come su una zattera

    solo perchè mi riconosci,

    perchè non mi conosci abbastanza

    per sapere quanto io abbia fatto per crearti il mare, i pesci, le sirene e la luna,

    chè se li consideri come qualcosa che già di me conosci,

    o con un pennello li ricopri di nero mutandoli in macchie,

    in un attimo io devo farli scomparire,

    dipinti per accoglierti come dama del mio regno,

    non posso vederli ridotti a inutili  incompresi.

    Di questo quadro che dolcemente ti invita a salire

    io ne sono l'autore, il timoniere e il capitano,

    ho un cappello nuovo,

    stupisciti mentre mangi e ascolti,

    perchè non conosci ancora di me

    quanto mare blu io ti sappia far navigare.

    Per la prima volta sali.

    Ti ho acceso la luna,  ora mi puoi guardare

    ed anche io ora posso rivedere chi sei.

  • 13 febbraio 2014 alle ore 21:50
    Esplosione

    Senza prenderti con ritegno
    la via unica per sentire
    era la dominanza,
    non volevo il macello
    ma l'amore sublime,
    non volevo l'attimo da solo
    ma un'eternità,
    che solo una tale forza poteva darti
    e l'hai avuta,
    se un vulcano esplode
    è eruttato per sempre
    ed ancora dentro di te lo senti

  • 13 febbraio 2014 alle ore 21:46
    La culla

    C'è una culla dove ti porto,
    ti copro le spalle tutte le notti,
    non te ne accorgi perchè dormi già,
    a quel lettuccio mi avvicino lento,
    in silenzio ti do un pò d'acqua,
    ti stendo sonnecchiante
    e mi addormento a te vicino.
    In un sogno ti accompagno,
    la manina tua nella zampa mia,
    sono colline e cieli blu quelli che sogni.
    Una nuvoletta rosa ti fa gli scherzi
    ti gira intorno e ti scompiglia il vestito.
    Il tempo qui non c'è,
    io stesso non conosco differenza
    tra il prima, l'ora e il poi.
    Ti porto qui per riposare,
    non pensare,
    e per giocare.
    Se ti svegli all'improvviso
    l'altra mia mano ti afferra per non cadere,
    lenta lenta, come una foglia
    ti scivola sulla fronte
    e ti accarezza,
    ti accarezza,
    ti sfiora gli occhi finchè non dormi ancora.
    E' una culla di pace questo sogno,
    non c'è spazio per le corse,
    io per garbo e per amore
    ti cullo e basta come su un dondolo,
    non metto ali ad un cavallino
    se questo vuole pascolare,
    gli porto il fieno e lo accarezzo,
    finchè lo vedo ridere.
    Per divenire un gran puledro,
    fedele ad un principe
    o unicorno delle fiabe,
    sentir la sua natura
    è la prima cosa che ha da fare,
    non correre all'impazzata
    col rischio di schiantarsi.
    Lo cullo e lo alleno,
    lo ascolto e gli mostro le vie,
    come orientarsi guardando la luna,
    gli distinguo i colori
    il marrone del fango dal marrone degli occhi,
    il rosso sbiadito dal rosso del sangue,
    il blu del nulla dal blu del mare.
    Piano piano,
    dolce,
    lento lento,
    muovo la culla
    solo ogni volta che compi un giro di luna,
    nemmeno le foglie
    possono accorgersi
    da che parte soffia il vento.
    Sono seduto su un masso a guardare lontano
    e tu vieni a leccarmi le mani ,mio cavallino,
    mi dici al cuore che in questo sogno
    ogni notte dormi felice
    perchè mai avevi pascolato prima
    in una culla dove il tempo non c'è.
     
     

  • 13 febbraio 2014 alle ore 17:31
    365 giorni di noi

    Non serve festeggiare
    l'effetto perenne dei nostri respiri

    magici sussurri che cinfiammano le carezze

    moltiplicando i sentimenti e gl'istinti
    dentro le nostre mille sfumature

    e creare atmosfere speciali
    a rivelare la bellezza della vita

    Il nostro entusiasmo
    nel piacere di dar spazio
    al nostro diletto

    vissuto nel chiuso delle nostre voglie

    dimora celeste dei nostri sussulti

    al riparo di antiche sfacciate infamie

    Amarci

    correndoci incontro in libere scelte

    senza egoismi 

    e non uccidere i sogni
    per soddisfare i bisogni

    riconoscendo in quei sogni
    i nostri bisogni

    e rimanere affascinati del nostro godere
    .
    cesaremoceo

  • 13 febbraio 2014 alle ore 11:44
    "VOGLIO FESTEGGIARE CON TE SAN VALENTINO "

    "VORREI FESTEGGIARE CON TE SAN VALENTINO" Ti voglio bene, amo il tuo sorriso e i tuoi occhi ,amo te come migliore amico. Ti voglio bene per quello che sei e non per quello che non sei. Sei l'unico che mi rende felice, sei il mio sorriso, e anche se stai soffrendo sappi che sto pregando per te, non so cosa fare, so solo che posso darti il mio cuore e posso esserti vicina affinché quella lacrima di dolore possa trasformarsi in gioia, sai lo desidero con tuttame stessa. Non vedo l'ora di festeggiare San Valentino, con te che mi dai la voglia di vivere, con te che sei la persona più dolce, buona e importante della mia vita. Voglio il bene per te, buon San Valentino!

  • 13 febbraio 2014 alle ore 10:40
    Il burattino

    In qualche angolo della mia vita 
    mi son perso.
    E non so se è stata una coincidenza
    aver perso anche te.
    Tra queste righe,
    vi è un pianto interminabile.
    La vita, a volte, 
    insegna anche questo:
    a piangere, ma soprattutto a morire.
    Se un giorno ritroverò me stesso,
    ritroverò anche te: quel tuo sorriso, 
    quel tuo dolce viso, 
    il tuo cuore, il tuo amore.
    O forse ritroverò solamente un tuo ricordo,
    a volte stanco del mio vivere.
    A volte fiero del mio essere 
    quel che un tempo ero.
    Ora, lo vedi come sono:
    un burattino buttato lì,
    tra quelle cose che da tempo 
    non si usano più.
    Mi chiedo spesso 
    se un giorno 
    avrò la forza di riconoscermi.
    Di riconoscere la mia vita
    tra tante vite buttate lì,

    ...come quel burattino.

  • 13 febbraio 2014 alle ore 2:32
    Il preludio gelato dell'assenza

    Coprimi con la tua voce.
    Mi sarà veste calda
    quando scioglierai
    l'abbraccio che ci lega
    e lo sfumare del tuo sorriso
    sarà il preludio
    gelato dell'assenza.
    La sentirò morbida
    sulla mia pelle
    quando mi stringerò
    nelle spalle a ripararmi
    dallo scorrere
    gelido del tempo
    fino al tuo ritorno.

  • 12 febbraio 2014 alle ore 22:05
    Vortici

    Ci bastò
    il tempo di un temporale
    che d'improvviso ci sorprese,
    a smarrirci,
    a farci pregni di un'inesausta passione.
    Ci pensò il vento...poi
    a soffiarci dentro
    il sacro fuoco
    a stringerci
    nei suoi vortici
    fino a plasmarci
    in una carne sola.

    E fummo alberi
    generati dalla stessa radice.

    E si spense, così,
    ogni orgoglio.
    E si frantumarono paure,
    mille grumi di dolore
    si disciolsero per sempre.
    Come ci sembrò vera la vita...
    seppur breve
    e senza fine.

  • 12 febbraio 2014 alle ore 20:56
    San Valentinide

    Vorrei essere il motivo per cui devi rifarti il rossetto,
    la ragione per cui devi ricomporti i vestiti uscendo
    da un angolo buio e isolato, ciò che c’è dietro i tuoi
    capelli disordinati e alle guance arrossate, a quel tuo sorriso.
    Non esiste questo amore, ovunque sia, chiunque sia,
    ciò nonostante vorrei esserne il motivo occulto.

  • 12 febbraio 2014 alle ore 20:25
    Haiku

    Gocce di poesia
    versate con sapienza.
    Brio dell'anima

  • 11 febbraio 2014 alle ore 23:16
    Amiamo

    Amiamo senza accorgerci
    che siamo solo treni
    di un viaggio che aspettiamo
    Lo aspettiamo con molto desiderio
    che se non arriva ci perdiamo
    guardando una sconsolata realtà
    fra angoli nascosti in una pozza
    d'acqua, dove c'è il nulla
    niente più, in lamenti lontani
    con mari separati

  • 11 febbraio 2014 alle ore 20:46
    E basta...

    Svestire le maschere del buonismo

    ed esercitare l'arte del donare

    ricordando a se stessi
    che i sacramenti non sono stati creati
    per chi è perfetto

    E dare la giusta importanza
    al valore di ciò che si dona

    per non rimanere solo una linea diritta
    su un foglio protocollo a quadri

    e pensare al piacere di colui che riceve

    alla gioia che toccherà la sua anima

    ai gusti saporiti delle emozioni
    che la pervaderanno

    E chiedersi quali sentimenti
    nasceranno da quella golosa intelligenza

    che sfiorata dalla luce dell'amore

    animerà i sogni e le inquietudini 
    in cui vivrà rapita dal suo fascino
    .
    cesaremoceo

  • 11 febbraio 2014 alle ore 19:28
    commedia

    basterebbe, forse, sentire una sola poesia
    di un alieno da un altro mondo
    per oscurare la commedia del quotidiano,
    resa divina dai direttori del palinsesto.
     

  • 11 febbraio 2014 alle ore 19:14
    lingua

    ce l’hai sulla punta della lingua,
    spesso di notte,
    ma Lei non ne vuol sapere
    di uscire.
    se ne sta quatta quatta
    quasi a volerti fare un dispetto.
    non si sa quanto potrà durare
    questo scherzetto e ogni sputo,
    colpo di tosse, impasto di suoni è buono
    per scatarrare la melodia rivelatrice.
    così poco ci voleva
    per scoperchiare l’ignoto arcano.

  • 11 febbraio 2014 alle ore 17:19
    Una candela accesa

    Una candela accesa,
    un soffio di vento questa vita
    sembra una fiaccola infinita
    quand’ecco è spenta;
    laddove sembra d’essere in salita
    mai pensi ci sarà discesa,
    t’accorgi appena
    e stramazzi giù.

  • 11 febbraio 2014 alle ore 17:11
    Rosa

    Rosa, curva, pensosa
    a contemplar la strada
    che ti segna il posto;
    graziosa creatura
    profumato omaggio mi permetti,
    gesto gentile
    quando ti voglio offrire.
    Mi perdonerai
    ti coglierò fra poco
    ma ti voglio donare
    alla mia sposa.

  • 11 febbraio 2014 alle ore 17:08
    Aspetto ancora

    Ho in cuore d’una vita il canto,
    di pianto riempito il velo,
    il peso di quest’anima scomposta
    che aspetta ancora
    risposta e resoconto
    di cosa che non so che sia,
    mentre chiara è la via
    dell’andata e del non ritorno.

  • 11 febbraio 2014 alle ore 10:54
    Solo nel vento

    Solo nel vento
    potrai trovare
    quel calore che ti manca
    Dopo una delusione
    ti sentirai ferita
    e non vorrai sentir nessuno
    parlare, provando
    a consolarti nel mistero
    del tuo cuore
    Solo cosi riuscirai
    a trattenere l'ira
    che albeggia nell'infanzia
    abbandonata
    ritrovandola
    nella tua nostalgia
     

  • 10 febbraio 2014 alle ore 19:05
    la giusta risposta

    la giusta risposta?
    acqua per chi ha sete,
    pane per chi ha fame
    carezze per chi sta male
     mani tese,
    passione
    compassione
    passione

    la giusta risposta?
    la rima della vita a noi assegnata adesso
    il nostro verso, qui, ora!
     la nostra unica opportunità
    a noi la responsabilità
    a noi la scelta
    afferrare e stringere a noi questo fragile istante
    ed ogni nuovo compagno di viaggio in esso contenuto 
    cantare al mondo la rima della vita a noi assegnata,
     oppure rimanere vuoti e muti per sempre
    per sempre

    la giusta risposta?
    acqua per chi ha sete,
    pane per chi ha fame
    carezze per chi sta male
     mani tese,
    passione
    compassione
    passione

    la giusta risposta
    il fattore umano
    la rima della vita a noi assegnata
    adesso, qui
    e così sia

    Marco Bo
    http://cantidallaperiferiadelmondo.blogspot.com/2014/02/la-giusta-risposta.html

  • 10 febbraio 2014 alle ore 12:39
    il destino è con noi

    "IL DESTINO È CON NOI"
    Amico mio,
    se non ti avrei mai conosciuto
     forse oggi avevo un migliore diverso da te,
     un ragazzo che mi avrebbe preso in giro,
    un ragazzo che si sarebbe approfittato di me,
     ma ciò non è successo perché ho te che,
     sei entrato nella mia vita.
    Sei la mia unica felicità, voglio te.
    Il destino ci ha fatti incontrare,
    le nostre strade si sono incrociate,
    mi è scesa una lacrima come un ricordo felice.
    Mi pento di averti fatto soffrire
     anche se non lo meritavi,il passato è passato,
    ed il mio cuore vuole solo te,
    sei solo tu il mio migliore amico,ti amo.
    Ci sono volte che ho paura di perderti,
    ma sento che sei sempre con me come
     un angelo custode che mi protegge.
    So che non dovrei dirti grazie,
    per tutto quello che hai fatto per me,
    allora ti dico semplicemente grazie per,
    essermi stato un vero amico,
    grazie per
     non avermi mai lasciata da sola tutte
    le volte che ho avuto bisogno di te,
    grazie per essermi stato vicino
    sia nei momenti belli e brutti della mia vita,
    grazie per aver lottato
    con me per la nostra amicizia.
     Ti voglio bene principe.

  • 10 febbraio 2014 alle ore 11:22
    Il Tempo

     
    Io sono la sera,
    Il preludio alla notte
    alla tua compagnia.
     
    Tutti dormono
    Ed io ti faccio sognare
    Tutto ciò che vuoi
    Un'amicizia impossibile
    Un’ amore possibile
    Sei il tuo padrone!
     
    La notte svanisce
    Nel nuovo giorno
    E tu aspetti la sera
    La notte fantastica
    Per riprendere
    I tuoi sogni interrotti.
     

  • 10 febbraio 2014 alle ore 10:06
    Il Sognatore

     
    In uno spazio
    Sordo e silente
    Non trapelano emozioni
    E dal ristagno che regna
    L'immaginazione sprigiona
    La voglia di scrivere
    Nella memoria dell'anima
    I pensieri veloci
    Di dolci parole
    Nel libro del cuore.
    Liberi e puri
    Si levano al cielo,
    Ma presto ritornano
    Innocenti e fanciulli
    Al sognatore poeta
    di forti emozioni…
     

  • 10 febbraio 2014 alle ore 9:46
    Nonno..

    Nonno,era una giornata piena di sole,dentro di me sento che il mondo mi crolla addosso,ma sapendo che hai un brutto male,vivo nella tristezza.Ho paura di perderti,ti voglio bene,sei la mia vita,sto male sapendo che,un giorno te ne andrai,ma spero possa essere lontano quel giorno, perché non c'e la farei senza di te,i tuoi baci,e gli abbracci,quelle risate.Ti auguro tutto il bene e la fortuna del mondo.Mi manchi,non ti dimenticherò mai,non sai la sofferenza che provo,sei la parte del mio essere esserti vicina, spero che potrai essere ancora qui con tutti noi.Nella vita,quando ci sono questi momenti brutti,devo rialzarmi da terra e essere forte.Nonno tra lacrime e dolore sarai sempre nel mio cuore. Ti voglio bene..

  • 10 febbraio 2014 alle ore 9:45
    Nonno..

    Nonno,era una giornata piena di sole,dentro di me sento che il mondo mi crolla addosso,ma sapendo che hai un brutto male,vivo nella tristezza.Ho paura di perderti,ti voglio bene,sei la mia vita,sto male sapendo che,un giorno te ne andrai,ma spero possa essere lontano quel giorno, perché non c'e la farei senza di te,i tuoi baci,e gli abbracci,quelle risate.Ti auguro tutto il bene e la fortuna del mondo.Mi manchi,non ti dimenticherò mai,non sai la sofferenza che provo,sei la parte del mio essere esserti vicina, spero che potrai essere ancora qui con tutti noi.Nella vita,quando ci sono questi momenti brutti,devo rialzarmi da terra e essere forte.Nonno tra lacrime e dolore sarai sempre nel mio cuore. Ti voglio bene..

  • 10 febbraio 2014 alle ore 9:43
    "RICORDO LA NEVE CON TE "

    "Ricordo la neve con te" C'era il sole,il vento era gelido,quella mattina ero così felice.Ricordo che eravamo seduti,Sulla nostra panchina e parlavamo,Sapevamo che avrebbe nevicato e cosi fu'.Ci eravamo presi per mano,camminavamo mano nella mano, nevicando con fiocchi di neve,La neve ci accarezzava È stata una bellissima giornata con te amico mio,Il cuore prova ancora tanta emozione. Ricordo che non smetteva di nevicare, la neve è stata una cosa bellissima,non avrei mai immaginato che nevicava stando con te, da quel giorno non ho mai dimenticato questo giorno memorabile,è stato il più bel san Valentino in tutta la mia vita. Ti voglio bene. Io e te per sempre.