username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • La poesia contiene la parola
  • Nome autore

Poesie

“Uno sguardo vergine sulla realtà: ecco ciò ch'io chiamo poesia”
Edoardo Sanguineti


Le poesie dei nostri autori sono tutte raccolte qui.
Se vuoi inserire le tue poesie in una pagina a te riservata, iscriviti ora e scopri come fare!

elementi per pagina
  • 14 aprile 2014 alle ore 10:00

    Si avvicina la festa della donna.. Essa ha bisogno di rispetto tutto l'anno ed ogni giorno e tale rispetto lo merita anche l'uomo, laddove porta alti certi valori e tiene nel cuore certi sentimenti. basta violenza, basta abusi e maltrattamenti. Verso uomini, donne e bambini! Festeggiamo principalmente la vita perchè rispettando essa cominceremo ad avere un occhio di riguardo anche per quella degli altri che spesso invece calpestiamo. la vita di nessuno ci appartiene ricordatevelo...

  • 14 aprile 2014 alle ore 9:52

    Ho imparato che non c'è rimedio alla cattiveria che regna sovrana nell'animo di qualcuno. Che certe persone non si fermano di fronte a niente! E mentre si vestano di lucenti valori, delle giuste parole, di credenza in un Dio che non parla però di pace ma solo di guerre... In realtà l'unica cosa che sanno covare dentro l'animo è rabbia e frustrazione! Ho imparato che non si fermano nemmeno di fronte al peggio, distruggono vite, nomi e dignità solo per il piacere di farlo. Vivono nella loro convinzione di essere perfetti, impeccabili e di non avere difetti. Convinti al massimo di ciò che al mondo raccontano e ci credono pure loro alle loro bugie, così tanto ci credono che ne vestono ogni giorno la loro vita come abiti quotidiani!

  • 14 aprile 2014 alle ore 9:51

    Mi hai asciugato le lacrime, sia quando eri seduto vicino a me e sia quando eri lontano. Hai ascoltato ogni mia paura e ogni mio tormento, cercando di trasformare il mio dolore in pace. Hai aspettato che i miei silenzi tornassero ad essere parole e hai saputo interpretarli così bene da non rendere necessaria nessuna spiegazione. Hai avuto la pazienza di aspettare che le mie lacrime si tramutassero in sorrisi, anche fragili, deboli o appena accennati sul mio volto. Hai avuto quella costanza che può appartenere solo ad un vero amico.

  • 14 aprile 2014 alle ore 9:50

    Le persone pazze non sono quelle che dicono la verità, ma quelle che di verità conoscono solo la loro! Le persone false sono la dimostrazione di quanto il fallimento gravi sulla psicosi umana e porta a distruggere le persone che invece nella vita hanno avuto forza, coraggio per arrivare. Non si distrugge la verità ne l'essere di nessuno... tanto meno potrai farlo cara mia con la menzogna, l'invidia, la cattiveria e la tua falsa "Apparenza"! Quando la vita ti sarà scorsa sotto i piedi e l'avrai sprecata giudicando la mia allora capirai quanto poco vali. L'unica cosa che mi dispiacerà che non potrò gustarmi il tuo fallimento perché io quel giorno darò già molto ... AVANTI!

  • 14 aprile 2014 alle ore 9:50

    Voglio bene a chi me ne vuole, a chi mi ha dimostrato che è felice che io faccia parte della sua vita. Voglio bene a quelle persone che sanno donarmi sollievo e serenità, che sanno anche per poco tempo far sue le mie angosce e le mie paure. Voglio bene a chi anche in silenzio non si dimentica che esisto perché trova sempre il modo di rendermi partecipe della sua vita. Ho smesso di voler bene a chi poco ha da dare, pretendendo invece di avere. A chi non ascolta, ma sa solo parlare. A chi fa della mia vita il suo sparlare quotidiano. Io vivo bene vicino a chi come me sa "Essere" sempre sincero e soprattutto "Vero"!

  • 14 aprile 2014 alle ore 9:43

    Ciao, mi chiamo "Amore" e so che non mi credi più. So di averti deluso e dimostrato che spesso non regalo gioia ma dolore. Io non so perché di me si fa tanti usi diversi; c'è chi mi accetta cosi' semplicemente per quello che sono, chi mi rispetta e purtroppo c'è chi mi usa e mi getta. Non posso prometterti che non ti imbatterai mai più in un falso che usa il mio nome per arrivarti al cuore e poi spezzartelo, ma posso solo pregarti di non smettere di cercarmi, di credere nella mia esistenza! Ti giuro anima delusa che in qualche parte del mondo, in un angolo nascosto, sotto milioni di lacrime IO sto proprio cercando TE! Te cosi' come sei, te che cerchi disperatamente me cosi' come sempre mi hai sognato!

  • 14 aprile 2014 alle ore 9:38

    Nel momento in cui avrai finito di scaricare su di me la tua rabbia, il tuo senso di inferiorità, la tua invidia. Quando avrai terminato di gettare su me fango che non mi appartiene, storie mai avvenute, parole mai dette... Sappi che per me non sarà cambiato nulla. Cioè che dalla tua bocca, dalla tua fantasia esce non mi apparteneva, non mi appartiene e non mi apparterrà mai! Non mi cambiava ieri, non mi cambia oggi e non mi cambierà domani! Ero, sono e sarò sempre ciò che sento di essere, cioè che so di essere... Perché io a differenza tua "SONO"!

  • 14 aprile 2014 alle ore 9:31

    Non voglio più i complimenti freddi letti sopra ad un pc. Non mi basta una Buonanotte in un sms. Non e' abbastanza un buongiorno sul cellulare. Voglio sorrisi e sguardi. Voglio un abbraccio prima di dormire e un bacio al mio risveglio accompagnato dal profumo di un buon caffè. Voglio correre mano nella mano verso una vita nuova e ridere, ridere a crepapelle fino a stare male! Lacrime di gioia a volontà e un pizzico di paura di perdere tutto questo. La paura se non è troppa non distrugge, ma aiuta a proteggere e a non trascurare la fortuna che ci è capitata tra le mani!

  • 14 aprile 2014 alle ore 9:25

    Caro cuore deluso, maltrattato e usato. Care emozioni sprecate e vissute nell'illusione. Cara mente che non riesci mai a spuntarla con i sentimenti e a far valere la ragione su essi. Vi chiedo scusa... Scusatemi se sono una persona che vive di sentimenti e che in certi valori ancora ci crede. Scusa cuore se ho permesso ad alcune persone di ferirti. Scusatemi emozioni se non ho valutato bene a chi donarvi. Scusa mente mia, che mi illumini sempre, mi consigli con quel tuo sesto senso ma pur di seguire il cuore non ascolto. Scusate se sono una persona che vive di emozioni e crede nell'amore.

  • 14 aprile 2014 alle ore 9:24

    Rialziamoci sempre. Dopo ogni caduta, ogni delusione... Rialziamoci! Non serve restare a terra, non serve arrendersi, mollare non aiuta! In piedi, anche se fa male da non respirare! In piedi anche se ti sembra di morire! So che le gambe non avanzano, tremano e temono un altro colpo, ma tu resta comunque in piedi e ti renderai conto che piano piano riprenderai il cammino. Continua, avanza e vedrai che poco a poco la fiducia, la forza e il sorriso torneranno!

  • 14 aprile 2014 alle ore 9:23

    Nella vita prima o poi arrivi al limite in cui le parole dette "a caso" vengono ad oltranza superate. Arrivi al punto in cui non si può più parlare ma solo agire. Non si può più ascoltare l'istinto o la rabbia ma è ora di dar voce all'intelligenza e dare a chi "insiste" ciò che veramente merita!!! E quando il momento arriva, non potranno esserci sconti, non esiste ne pena ne pietà e tanto meno un "mi dispiace". Non ci saranno orecchie per un: "Scusa ho sbagliato" ma ci sarà solo un'enorme voglia di vederti affondare assieme a ciò che hai costruito! E assieme a te tirerai a fondo anche chi con te ha oltrepassato i limiti perché quando si arriva al livello massimo non c'è sconti per nessuno!Tanto meno nei confronti di chi per te non ne ha mai avuti!

  • 14 aprile 2014 alle ore 9:23

    Sono parte di me i ricordi legati a quelle persone che anche se adesso sono lontane hanno lasciato un segno dentro di me. Alcuni di loro mi hanno insegnato ad essere più forte. Altri a cosa vuol dire piangere e soffrire. Molti mi hanno fatto scoprire il valore di un momento condiviso, che anche se breve può restare immenso. Pochi invece mi hanno dimostrato che in tutti c'è qualcosa di buono, proprio perché troppo spesso mi hanno fatto vedere che l'unica cosa che abita certe persone è solo ed esclusivamente cattiveria!

  • 14 aprile 2014 alle ore 9:23

    Ti posso dire che nessuno è perfetto. Che ognuno ha i suoi limiti, le sue paure e i suoi difetti. Posso anche dirti che in pochi ti capiranno nei così detti: "momenti peggiori" ma posso anche dirti che ci sarà chi proprio in quei momenti saprà dimostrarti quanto più di altri ha saputo capirti. Posso dirti che niente è facile e nulla è dovuto, ma se non sei tu il primo a lottare per quello in cui credi non aspettarti che ti spostino la sedia per farti accomodare e servirti ciò che vuoi su un piatto d'argento. In poche parole amico mio impara a cavartela da solo, ad essere fiero di ciò che porti dentro e sii sempre te stesso!

  • 13 aprile 2014 alle ore 22:48
    Ali di cera

    Solo ciò che si perde
    si possederà in eterno

    All'ombra del mio lavoro

    arso dall'esaurimento

    trascorro i giorni
    nel buio dell'inquietudine

    Mi dimeno stravagante
    nell'incapacità
    di esprimere il mio spirito

    specchio del mio presente

    Mille ansie dilaniano la mente
    a soffocarla senza un attimo di quiete !

    E parlare e scrivere

    con la voglia di rispondere al mio tempo

    attraversando a piedi nudi
    il ponte tra passato e futuro

    senza perdere l'attualità

    nel tentativo di sopprimere
    lo squilibrio tra il cuore e la ragione

    In questo infinito dolore
    si compie il mio destino

    volando incontro al suo calore
    con le mie ali di cera 

    a celebrare la vittoria
    con la perdita di tutto
    .
    cesaremoceo

  • 13 aprile 2014 alle ore 22:02
    Lungo la via del dolore

    Greve il passo lungo la via
    intrisa di cotanto amore
    che a fiotti ti sgorgava dalle vene.
    Lacero nelle vesti e nelle carni,
    tradito, schernito,
    percosso, ingiuriato,
    eppure andavi , Signore,
    silenzioso e rassegnato
    incontro all'amaro calice.

    Quanto sarà stato pesante
    il dolore di quel legno
    sulle tue spalle nude,
    e cadevi e ti rialzavi
    sotto il peso della colpa.
    Sul Calvario un palo era già issato...

    Eri pronto, Signore,
    con la tua Misericordia
    a spalancarci le porte del tuo cuore.

  • 13 aprile 2014 alle ore 21:46
    Haiku

    Mandorle verdi
    dolce ambrosia dei sensi.
    Intima essenza

     

  • 13 aprile 2014 alle ore 21:16
    Haiku

    Scende la sera
    S' allontana la barca
    Rimane il sogno

  • 13 aprile 2014 alle ore 18:49
    Posacenere

    Conca di corpi morti,
    colore fetido di ceneri disciolte
    restano residui sordi,sepolti
    di cicche contorte...
    s'annidano in un crescendo
    aggrovigliate in un abbraccio aranciongrigio
    colore nuvoloso dei viziati figli del fumo.
    stanze piene di spiriti dissolti,
    dalle mille forme, dai bei volti.
    vi riconosco familiarità ...

  • 13 aprile 2014 alle ore 18:39
    Nomignoli

    Mi dicono:
    - i nomignoli non sono una garanzia,
    non significano voglio farti MIA.
    mi ammalo di molte cose e in quei giorni in cui sono veggente
    incontro molta, troppa gente...non mi concedo niente.
    mi sento pendente, pendolante...dipendente...
    mi ripetono:
    -i nomignoli non sono una garanzia...
    ed io rispondo...
    PERÒ PER UN MOMENTO NON MI SENTO SOLO MIA...
    torno a nascere malattia, e malattia sono quei suoi voli pindarici...
    poi plana...e torno sana.
    sono piena di cose da dire e omettere, la mia amica mi aiuta con la punteggiatura..
    che io non sono capace
    m'improvviso rapace
    finisco per essere mordace...
    e allora pace se i nomignoli non significano niente
    lo terrò a mente...
    come terrò a me lo scricchiolio delle falangi...
    e non piango...non piangi....
    restano i nomignoli..
    silenziosi e rotti...come i miei mignoli...

  • 13 aprile 2014 alle ore 18:31

    Mi sono sentita cadere a pezzi anch'io. Ho sentito il vuoto che mi divorava. E come molti ho finto di star bene. Ho finto a lungo, dicendomi: "Passerà"! Si ascolta un silenzio che spaventa in quei momenti, anche quando sei nella fossa tra milioni di voci e di rumori l'unica cosa che senti è il tuo silenzio. Sarebbe meglio gridare in quei momenti, a costo di passare da pazzi. Sarebbe meglio smettere di fingere e dire: "Sto male"! Sarebbe meglio non chiudersi mascherando dietro sorrisi e falsi "Va tutto bene" il nostro dolore, ma avere il coraggio di dire :"  Non ce la faccio da solo"!

  • 13 aprile 2014 alle ore 17:41
    Haiku

    Si trucca il viso,
    sparge sorrisi leali.
    Solo maschera!

  • 13 aprile 2014 alle ore 16:16
    Scheggia d'amore

    Un solo frammento dell' amore
    che fluisce tra i solchi
    scavati dal tempo,
    la pelle indurita
    dagli attacchi
    di arpie malvage,
    basterebbe a inondare
    di preziose scintille
    la tua anima graffiata
    da lame al veleno.
    (14 Febbraio 2014)
     

  • 13 aprile 2014 alle ore 15:14
    IL FUTURO CI ASPETTA

    Il futuro
    ci annebbia la vista
    con l’ansia di foto
    ancora da scattare,
    con i suoi pixel
    ancora da ritoccare,
    mentre i ricordi
    corrono nella mente
    e si gettano
    su quell’assurda
    e invecchiata pista
    che il cuore ha nascosto.
    Dentro il passato
    duella
    col presente alterato
     ed il mondo esteriore,
    facendo ferite profonde,
    lottando con amore,
    ma dietro la porta
    del tempo vissuto,
    vi è la porta inebriante
    del tempo futuro
    che incide suoni inediti
    e ci inonda,
    ci unifica e ci aspetta
    con i suoi imprevisti  
    e le dolci sorprese,
    guardando una nuova
    e veloce alba
    ergersi
    sulla nostra testa.
     

  • 13 aprile 2014 alle ore 15:08
    Riflessioni IV

    Dirò addio alla mia pelle e alle mie ossa,
    mi libererò di tutti i bagagli del corpo e
    volerò lontano, dove il pensiero e le lacrime
    non potranno raggiungermi, dove il passato è
    polvere andata via e tu sarai distante.
    Rinnego ciò che sono? Ma chi sono?
    Mi conosco realmente? Ho mai realmente scelto?
    Forse non volo perché quella polvere sono io.

  • 13 aprile 2014 alle ore 14:53
    Haiku

    Va detto al mondo
    L' uomo è dignità eccelsa.
    Non ha colore