username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • La poesia contiene la parola
  • Nome autore

Poesie

“Uno sguardo vergine sulla realtà: ecco ciò ch'io chiamo poesia”
Edoardo Sanguineti


Le poesie dei nostri autori sono tutte raccolte qui.
Se vuoi inserire le tue poesie in una pagina a te riservata, iscriviti ora e scopri come fare!

elementi per pagina
  • 07 aprile 2014 alle ore 19:28
    Pioggia di vita

    Pioggia scrosciante in un silenzio assordante

     

    Vento di passione

    in un mare di emozione

     

    Sia centenaria

    o di un istante

    solo l'amore

    rende la Vita importante

     

    Tramonto di un giorno

    ormai vissuto

     

    Alba di un sogno

     neancora iniziato

     

    Pioggia scrosciante

    gelsomino in fiore

    la Vita amandola

    splende d'

  • 07 aprile 2014 alle ore 19:26
    Mi manchi

    Battito d'ali

    tramonto infuocato

    amore per sempre

    nel mio cuore da te ammaliato

    Profumo di orchidea

    primavera in un prato fiorito

    Anima senza fine

    rosa di spine

    "Mi manchi da impazzire"

    Sole di ogni giorno

    passione estasiante

    Alba d'amore

    mi hai insegnato

    SEMPRE AVANTI TUTTA SERENAMENTE CON IL SORRISO"

    la si chiama Vita

    Un giorno di quando

    che non ha un dove

    inizierà una nuova alba e

    li

    ti troverò

    Mi manchi

    No se fassie...

    TVB Mirco...

  • 07 aprile 2014 alle ore 19:24
    NO SE FASSIE

    Attimo di parole mai dettepensiero di ieri

    sogno di sempre

    dolce stella suadente

    Angelo mio...

    profumo di ogni alba

    bagliore di ogni tramonto

    ogni istante nel mio cuore

    ---No se fassie---

  • 07 aprile 2014 alle ore 17:26
    Dolce Felicità

     
     
    In un tempo nuovo
    Con nuove albe
    E nuovi giorni
     
    Partoriti da dolci sere
    Piene di belle sorprese
    E di attimi luminosi.
     
    Si dice che la felicità
    È fatta di rinnovati sogni
    Dentro un nuovo spazio
     
    È una pura finzione
    Perché la felicità assoluta
    Regna nella Città del Sole.
     

  • 06 aprile 2014 alle ore 21:59

    Stavo restaurando un cuore caduto a pezzi. Un cuore ormai spento, caduto in un cumulo di macerie. Provavo a rimettere insieme i pezzi per restituirgli una forma degna di un cuore che ha sempre e solo amato con sincerità... Poi ecco che sei arrivato tu, e in un solo attimo hai portato a termine il lavoro senza fatica, ma con amore e rispetto gli hai ridato vita.

  • 06 aprile 2014 alle ore 21:47
    Le antenne

    Antenne
    e poi all'orizzonte
    antenne e terrazzi
    terrazzi e antenne
    e ancora orizzonte
    terrazzini primaverili
    piante e azzurro,
    sole e nuvole bianche che si rincorrono,
    rondini felici
    e antenne moderne
    a rovinare panorami italiani
    di caldo sud,
    a rovinare 
    poesia e natura
    il cielo, l'erba.
    E le antenne
    come alberi del futuro.

  • 06 aprile 2014 alle ore 21:40

    Le vere donne si amano con costanza e tenacia. Si lasciano libere di mostrare i loro pregi al mondo ma la loro intimità solo a chi amano. Le vere donne apprezzano ancora i piccoli gesti, gli abbracci e le attenzioni. Le vere donne non contano la quantità delle cose, ma la qualità di ciò che le viene donato. Le vere donne ascoltano con l'anima e in base a ciò che sentono si rapportano. Le vere donne non mentono, non tradiscono e non si elogiano. Le vere donne hanno bisogno di qualcuno che capisca che amano sentirsi donne anche fuori dal letto, amano sentirsi speciali e soprattutto amano vedervi fieri di averle scelte.

  • 06 aprile 2014 alle ore 19:23

    Ho incontrato valori che avrei potuto imparare seguendone la scia, ma i frutti che mi facevano raccogliere mi hanno insegnato che non erano valori, ma solo atteggiamenti per giunta spesso sbagliati. Per questo ho tenuto ben saldi a me quei valori che di base ognuno di noi dovrebbe avere e mi sono mossa come pedina nel mondo attraverso quelli. Ho sfiorato persone, intrecciato altre vite, ma sono rimasta quello che ero al momento della mia partenza. Sono solo partita con un bagaglio pieno di valori, speranza e curiosità e sono tornata con un bagaglio arricchito di esperienza, amore e anche lacrime .

  • 06 aprile 2014 alle ore 14:29

    Siamo spesso un mondo di codardi. Di persone che hanno paura di dire veramente quello che pensano. Paura di fare quello che sentono di fare. Sono davvero pochi quelli che vivono essendo se stessi al 100%!  Sono pochi quelli che non si preoccupano delle conseguenze che può portare l'essere se stessi fino in fondo. Pochi quelli che non hanno paura e diranno sempre ciò che pensano, faranno sempre ciò che sentono e soprattutto se ne sbatteranno le palle se agli altri non piace!

  • 06 aprile 2014 alle ore 11:21
    Ella

     
     
     
    Ella!
    La meraviglia del silenzio
    E' la natura, lei mi chiama
    E domina i miei sentimenti
    Vuole rafforzarmi l'anima.
     
    Ella!
    E' l'amica che vive in me
    Mi accompagna ovunque:
    Per le strade del bene
    Per i vicoli del male.
     
    Ella!
    Il più bel dono del creato
    Misteriosa e capricciosa
    Affascinante e passionale
    Basta saperla rispettare.
     

  • 06 aprile 2014 alle ore 11:20
    In giuria

    M'hanno messo in giuria
    senza darmi criteri
    senza farmi motivare
    il su o il giù del pollice.

    Ho fatto il giudice
    senza conoscere gli altri
    a valutare chiamati
    sul poetico merito.

    Ho letto tanti versi
    zoppicanti e scorrevoli
    spezzati e compiuti.

    Mi son tenuto alla musica
    nel porgere i contenuti
    annuendo al mio piacere.

  • 06 aprile 2014 alle ore 10:04
    Un valore aggiunto

    Provo senza riuscirci
    ad abbandonarmi in profondi sonni

    a vivere almeno di brandelli di sogni

    per liberarmi dalla noia che mi possiede

    Con la coscienza dimenticata a se stessa
    a sciogliersi nel niente

    scoprire d'un tratto 
    che la bellezza della vita
    non è altro che una farsa crudele

    e accorgermi d'aver vissuto le mie stagioni
    rinchiuso nel carcere delle anime solitarie

    senza alcuna speranza d'assoluzione

    dalle incapacità che avvinghiano
    il mio vivere

    mi ritrovo a confidare nelle Muse
    che abitano il cuore

    invocando suggerimenti
    dalla condizione privilegiata
    della loro sapiènza

    e cercar di far di questi versi
    una passione che non sia malinconia

    ma un valore aggiunto
    nella crescenza dei desideri
    .
    cesaremoceo

     

  • 05 aprile 2014 alle ore 21:03
    Alter-Natività

    E' l'alba

    Anche stanotte s'è dormito niente

    Passeggio nell'aria pungente
    di questo gelido aprile

    con i raggi impalliditi
    del sole appena nato

    a vivere l'immaginario
    delle occasioni di riflessioni

    e lasciare felicità ed eccitazione
    dietro di me al passaggio

    nella ricerca spasmodica
    dei mille volti dell'anima

    Sogni e incubi a parodiare
    i conflitti interiori

    m'invitano a recitare
    la controfigura di me stesso

    nel percorso multinario
    dei pensieri nascosti

    e

    con gli automatismi
    che mi porto dentro

    intuizioni
    visioni
    sperimentazioni

    trovare nei traguardi
    nuove ripartenze
    .
    cesaremoceo

  • 05 aprile 2014 alle ore 20:36

    Mi sono arresa e non è servito a nulla, ho lottato e non è servito a nulla, mi sono fermata ad aspettare e anche quello a nulla mi è servito. Stanca, sono stanca di restare da sola ad aspettare. Sono stanca di ascoltare i problemi di tutti e non trovare mai nessuno con cui alleggerire i miei. Sono stanca di un maledetto posto che non trovo mai, di mille porte aperte e successivamente chiuse. Sono stanca dei cuori infranti, quando non riesco a far tornare a battere nemmeno il mio!

  • 05 aprile 2014 alle ore 17:46
    Haiku

    Aprile è freddo
    Grigia cade la pioggia
    Il cosmo è afflitto

     

  • 05 aprile 2014 alle ore 15:33

    Poi la vita ti fa cambiare. Si cambia per dovere, per volere e per dolore. Si cambia per dovere, perché ad un certo punto di pagare sei stanco e allora cambi.. Dici basta al tempo sprecato e regalato, basta esserci per chi non sa darti certezze. Si cambia per volere, perché ad un certo punto vuoi cambiare, lo vuoi per non sbagliare più, per non soffrire più ed ecco che diventi quello che non ti aspettavi. Diventi una persona dura e difficile. Si cambia grazie al dolore, alle delusioni e all'esperienza. Anche la felicità a volte ci cambia, ci fa fare scelte, ci fa andare incontro a chi amiamo modificando il nostro modo e il nostro essere. Allora perché si dice:"Le persone non cambiano"! Si dice perché chi vive di animo e col cuore sempre lo farà, perché in qualsiasi modo esso si modifica metterà sempre il cuore  e i valori avanti a tutto. Chi vive di menzogna e cattiveria può anche modificarsi ma un animo cattivo e falso resterà sempre un animo cattivo e falso.

  • 05 aprile 2014 alle ore 14:34

    Ma quanto si vanta la gente. persone che parlano troppo degli altri per essere veramente fieri di se stessi. La coerenza non è il vostro punto di forza. Fidarsi di voi è condannarsi ad una pena certa. Meglio non vantarsi, meglio camminare fieri con quel poco che si ha dentro che percorrere mille strade a seconda di cosa ci conviene raggiungere. Meglio il silenzio per certe persone perché rivolgere loro parole e anche insulti è sprecare fiato e attenzione. Fiera di essere una delle tante "piccole" persone povere, ma "grande" nell'anima con il dono dell'intelligenza e dell'umiltà!

  • 05 aprile 2014 alle ore 11:30
    Cineforum

    Si va a passare qualche ora
    al cinema pieno di anziani
    la clessidra a finire vicina
    là dove si andava ragazzi.

    Era l'oratorio festivo allora
    pellicole svelte a spezzarsi
    con luci riaccese fra grida
    e fumi di sigarette nascosti.

    Si spiava i più grandi
    dei primi baci col buio
    impacciati e un po' rossi.

    Oggi c'è a volte brusio
    sui nipotini e gli acciacchi
    zittito da chi vuol silenzio.

  • 04 aprile 2014 alle ore 23:40

    La vita porta solo merda a volte. Crea dubbi e paure. Accresce rabbia e rancore. Chi riesce a vivere sempre nel rispetto, nella serenità, senza deludere mai nessuno e senza provare mai un sentimento opposto al bene non è umano, ma solo una sorta di  persona vuota che si lascia scivolare tutto sulla pelle. E' impossibile restare indifferenti al male ricevuto, ai torti subiti, alla merda che ricopre il mondo, alle sue violenze e difficoltà! La rabbia nasce, l'incazzatura arriva e prima o poi esplode. Tutti ci incazziamo prima o poi perché i Santi non esistono in cielo figuriamoci in terra! Non chiedetemi come mi chiamo, ne chi sono. Non chiedetemi quale sia il mio trascorso non ha importanza! Chiedetemi se amo il rispetto e dirò che lo amo, ma chiedetemi anche se resto calmo e composto di fronte a qualcosa che non mi va a genio e dirò: NO! Non resto calmo! Io sono tra quelli che si incazzano di brutto!

  • 04 aprile 2014 alle ore 22:23
    Alla deriva

    Fare ogni giorno
    i conti con la morte
    e non con la vita

    tra il sentire
    i suoni rarefatti dell'anima

    con la sua musica
    piena di svolazzi 

    e il  desiderio
    di vincere ad ogni costo

    le  sfide che si presentano 

    con la paura del successo
    più forte di quella
    per il fallimento

    Uscire da quell'inferno interiore
    con le proprie gambe 

    e concludere i pensieri
    prima di cominciarli

    senza cercare compagnie intellettuali

    che portano ad essere
    uno spirito di prima classe

    e ricordare ancora

    quando da bambino 
    sentivi dire

    fai il bravo
    che ne avrai solo bene
    ma poi...
    .
    cesaremoceo

  • 04 aprile 2014 alle ore 20:28
    Notare

    Ricordo
    il tuo riso
    appena accennato
    Ricordo
    il tuo viso
    appena abbozzato
    Ricordo
    il tenue roseo
    della tua mano
    Ancor scorgo
    il tuo gentil contegno
    dal morbido tratto
    Ancor mi accorgo
    del dolce cerchietto
    sul piccolo tuo capo
    A guardar rimango
    ancor stupito
    ancor attratto.
     

  • 04 aprile 2014 alle ore 9:39
    Amori Del Sud

     
     
     
    In questa terra
    Di sassi e argilla
    Bruciata dal sole
    Dove le stelle brillano
    Indifferenti
    E le nuvole dispettose
    Giocano con la luna
    Che muta forma e colore
    Con il vento
    Che diffonde nell’aria
    Il canto melodioso degli uccelli
    Dove il tarlo dell’amore
    È il pensiero ricorrente
    L’unico obiettivo della donna
    È quello di scegliere l’uomo
    Che la sceglierà
    E rispetterà il suo corpo
    Tutte le mattine
    Al cantar del gallo
    Allo spuntar del sole
    Ella giocosa e felice
    Vestirà il suo cuore di ali
    E decollerà sempre più in alto
    Verso la cupola incantevole
    Del nostro misterioso sud.
     

  • 04 aprile 2014 alle ore 1:08
    Una cosa Vera

    Rimanere attaccato
    all'ultimo spuntone di Verità
    abbarbicato
    scosso
    quasi vinto
    ma abbracciato
    a quella santa Verità
    questo non è un trucco
    un poco di magia bianca
    ma pur sempre trucco
    questo non è inganno
    un'ideologia splendida
    ma solo una nuda idea
    sento la carne ammutinarsi
    scheggiata
    dallo scherno della distrazione altrui
    ferita
    dalla frusta del loro preconcetto
    "il destino 
    ha lasciato da solo 
    l'uomo"
    sbattuta
    e poi quasi convinta
    di non avere visto nulla
    al di là di quel calore
    ma la carne mia nessuno la doma
    nemmeno la triste scorciatoia
    della disillusione
    perché l'amore non è sentimento
    perché l'amore è una cosa Vera.

  • 03 aprile 2014 alle ore 23:03
    Destini sospesi

    Quanto è lontana la terra
    quando il disagio trasuda cristalli di sale
    su fibra legnosa.
    Beccheggia la prua
    e l'anima nuda
    sul ponte s'ammanta
    dell'algida luna.
    Fra l'onda e la schiuma
    destini sospesi
    ricamano trame
    di felicità....

    2014©LeonardoPambianco

  • 03 aprile 2014 alle ore 22:16

    Ho chiuso io la porta del mio cuore, sono stata io a renderla invulnerabile. Io ho deciso di non far varcare quella soglia a altre persone. Ho deciso quando ho visto che "comprare"  sostituiva "Guadagnare". Ho deciso quando ho notato che mentire era diventato abituale. Ho lasciato tutto il mondo fuori quando ho capito che amare era astato sostituito da "Ora mi va così, ora mi conviene"! Non c'è convenienza per i veri sentimenti, non c'è bugie per ciò che è vero e non c'è niente che abiti nel cuore delle persone che si possa comprare. Per tanto preferisco fare a meno di queste persone e salvaguardare me stessa.